giovedì 21 ottobre 2021

UN SUCCESSO LE VISITE DEL FAI TRASIMENO NEI DUE SITI DEL COMUNE DI MAGIONE

Il castello di Antria e il Santuario della Madonna del Soccorso affascinano i tanti visitatori


Un successo le visite ai due siti che la sezione Fondo ambiente italiano (Fai) del Trasimeno ha scelto quest’anno in occasione delle Giornate Fai d'autunno che si sono tenute lo scorso fine settimana.

Al completo tutti gli orari delle visite guidate per il Castello di Antria, numerose le persone che hanno voluto vedere il Santuario della Madonna del Soccorso il cui altare è stato recentemente oggetto di un importante restauro che ne ha riportato alla luce tutta la bellezza.
“Quest’anno – spiega Gaetano Fiacconi, capodelegazione della delegazione Fai del Trasimeno, tra le ultime riconosciute dal Fai nazionale ma già con un ricco programma di iniziative alle spalle legate alle eccellenze del Trasimeno – abbiamo scelto Magione valorizzando due punti strategici soprattutto per la loro posizione. Il castello di Antria, un luogo di confine che lo ha visto storicamente in dialogo con Perugia e Cortona; e il Santuario della Madonna del Soccorso un’eccellenza dal punto di vista architettonico e per quello che riguarda la storia dell’arte”.
Ad accogliere i visitatori dei giovanissimi iscritti alla Fondazione che si occupa di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano: Rachele Rinalducci e Rebecca di Città della Pieve che hanno guidato i presenti alla conoscenza dell’aspetto storico-artistico del Santuario e delle opere in esso conservate; ad Antria a raccontare le vicende legate alla storia della chiesa confraternale di San Rocco e Sant’Antonio Abate è stata Martina Gostinicchi mentre Samuele Briziarelli, ambedue di Tuoro sul Trasimeno, ha fatto rivivere le vicende storiche del castello. Il priore della locale Confraternita ha poi aperto gli antichi spazi ancora oggi utilizzati per riunioni e momenti conviviali.

Grande soddisfazione per la riuscita delle due giornate anche da parte dell’assessore alla cultura Vanni Ruggeri che così commenta:
“credo che vedere scelti due siti storico-artistici del nostro Comune nell’ambito di un’iniziativa così prestigiosa sia davvero motivo di orgoglio, tanto più in ragione del fatto che entrambi sono stati recentemente oggetto di importanti interventi di tutela, restauro e valorizzazione. Ringrazio il Fai Trasimeno, cui mi lega una collaborazione di lungo e fruttuoso corso, per averci dato l’opportunità di presentarli su un palinsesto di livello nazionale, insieme ai tanti visitatori che hanno potuto apprezzarne la storia e la bellezza grazie all'impegno e alla passione dei volontari”.


Ingresso_chiesa_confraternale_SanRocco_SanAntonioAbate

Santuario Madonna del Soccorso
 




















sabato 16 ottobre 2021

RINTRACCIATE DUE DONNE AUTRICI DI UN FURTO A MAGIONE

Le ricerche effettuate dalla polizia locale di Magione in collaborazione con quella di Castiglion Fiorentino
 
Individuate dalla Polizia locale di Magione, in collaborazione con quella di Castiglion Fiorentino, le autrici di un furto avvenuto nei giorni scorsi nel supermercato del Centro commerciale Pesciarelli di Magione.

Le due donne, identificate poi come madre e figlia senza fissa dimora, si erano impossessate di due forme di formaggio nascondendole dentro le rispettive borse. Alla cassa avevano poi pagato solo uno yogurt uscendo senza problemi.

La mancanza della merce è stata però notata dal personale che ne ha fatto la segnalazione facendo partire le indagini che hanno visto gli agenti della polizia di Magione riuscire ad individuare il veicolo usato per muoversi dalle sue donne.

Le ricerche per individuare le autrici della sottrazione della merce alimentare, hanno portato a Castiglion Fiorentino dove si è dimostrato fondamentale il supporto della locale polizia. La collaborazione ha permesso di rintracciare le due donne che sono state identificate e deferite alla Procura per concorso tra di loro per furto.     

venerdì 15 ottobre 2021

GIORNATE FAI AUTUNNO – AL TRASIMENO VISITE AL SANTUARIO DELLA MADONNA DEL SOCCORSO E AL CASTELLO DI ANTRIA

Il 16 e 17 ottobre appuntamento tra le ricchezze del territorio di Magione


Tornano anche nella Delegazione del Lago Trasimeno le Giornate FAI di Autunno. Un fine settimana autunnale il 16 ed il 17 ottobre, che permetterà di immergersi nello splendore del territorio lacustre.

L’obiettivo, come sempre, è quello di supportare la riscoperta di luoghi solitamente inaccessibili oppure poco noti e comunque fuori dai percorsi turistici canonici.

Prosegue il giro nei diversi comuni che afferiscono al territorio del Trasimeno e quest’anno i volontari si ritroveranno a Magione ed in particolare al Santuario della Madonna del Soccorso e al Castello di Antria.

Il primo sito elegante e di forma insolita, a pianta greca con cupola ottagonale, è dedicato al culto della Madonna del Soccorso; edificato nella prima metà del 1700, su progetto degli architetti perugini Alessio Lorenzini e Svizzero Perugini, in luogo di una precedente cappella votiva risalente a due secoli prima che già ospitava l’immagine della Madonna è a tutt’oggi oggetto di grande devozione popolare.

Notizie del Castello di Antria si ravvisano fin dal 1185 ed era ubicato sull’antico asse viario che da Perugia giungeva al Trasimeno e a Cortona connotandosi come nodo stradale di una certa importanza; in prossimità di Antria si distaccava infatti dalla Perugia-Trasimeno-Cortona una via alternativa che giungeva alla città toscana dopo aver interessato Caligiana, Pian di Marte (Lisciano Niccone-Passignano) e la Val di Pierle (Lisciano Niccone-Cortona), mentre un ramo di quest’ultima proseguiva alla volta dell’Umbria settentrionale dopo aver toccato la zona di Monte Murlo nel territorio dell’attuale comune di Umbertide. Una posizione strategica che si osserva ancora oggi affacciandosi dal punto più alto del castello.

Ad aspettare i visitatori al Castello di Antria ci sarà il priore della confraternita del Santissimo Sacramento custode di memorie e meraviglie che subito farà immergere i curiosi nel piccolo museo da lui quotidianamente curato.

La fortificazione, nel 1258 era già dotata di una robusta cinta muraria che portò anche allo sviluppo del nucleo abitato interno e alla crescita della popolazione; nel 1282 vi si censirono 60 fuochi per una popolazione ipotetica che si aggirava intorno alle 300 unità.

La passeggiata nel castello parte dalla Chiesa dedicata ai Santi Rocco e Antonio Abate dotata di fonte battesimale che è un piccolo gioiello di memoria, numerosi i pezzi d’arte custoditi, ma anche quelli che nel passato erano di uso quotidiano. La piazza incastellata dotata di ben due pozzi ancora oggi riconoscibili ospita il “forno comune”dove ancora oggi avviene il rito della cottura delle torte di Pasqua; è rispettata anche la tradizione di assegnare agli uomini la lavorazione di grandi quantità di impasto.

Entrare nel castello di Antria è immergersi nel passato, una esperienza di grande impatto.

Tutte e due le visite possono essere prenotate nel sito del FAI https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti e saranno condotte in ottemperanza alle regole ministeriali per il contenimento del Covid 19 e dopo la verifica del green pass.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE. PUBBLICATO IL BANDO PER ACCEDERE AI CONTRIBUTI STRAORDINARI

Possono accedervi le attività del comune in difficoltà a causa dell’emergenza Covid19. Scadenza 31 ottobre


Proseguono le azioni dell’amministrazione comunale di Magione per dare sostegno al territorio in questo momento di grave difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria da Covid19.

Tra le ultime azioni il provvedimento pubblicato sul sito del Comune che definisce le modalità per accedere al sostegno economico per la copertura parziale del costo dell’affitto sostenuto dalle microimprese che operano sul territorio del Comune di Magione la cui attività è stata sospesa e/o ridotta per effetto dei provvedimenti del Governo e/o della Regione Umbria nel periodo emergenza epidemiologica da Covid19. In particolare attività che operano nei settori del commercio al dettaglio in sede fissa, dell’artigianato alle attività urbane, dei servizi per la cura della persona, della somministrazione e del turismo.

Le richieste di contributo dovranno pervenire esclusivamente tramite PEC all’indirizzo: comune.magione@postacert.umbria.it entro le ore 13 del 31 ottobre 2021.

I contributi da erogare saranno riconosciuti ai soggetti in possesso dei requisiti di ammissibilità previsti dal bando ed ancora in attività al momento dell’erogazione degli stessi.
“Anche se l’economia nazionale sta lentamente riprendendosi – commenta Silvia Burzigotti, assessore alle attività produttive del Comune di Magione – le difficoltà conseguenti all’emergenza sanitaria, soprattutto per le piccole imprese, si protrarranno per un lungo periodo. Per questo abbiamo ritenuto opportuno, come già fatto con un bando simile lo scorso anno, fornire un sostegno economico per la copertura parziale del costo dell’affitto sostenuto dalle microimprese che operano sul territorio del Comune di Magione. Ricordo che il contributo a fondo perduto è cumulabile con le altre misure contributive e agevolazioni emanate a livello nazionale e regionale per fronteggiare l’attuale crisi economico-finanziaria causata dall’emergenza sanitaria.”


OLIVAGANDO 2021. VII EDIZIONE DEL CONCORSO “LA DOLCE GOCCIA”

La partecipazione è riservata agli oli extra vergini di oliva prodotti nei comuni ricadenti nel bacino del Lago Trasimeno e Corciano

In occasione della manifestazione Olivagando che si terrà nei giorni 13 e 14 novembre il Comune di Magione e Assoprol Umbria, in collaborazione con l’Associazione turistica pro Magione, organizza la VII edizione del premio “La Dolce Goccia” riservato a oli

extra vergini di oliva prodotti nella campagna olearia 2021 nei comuni ricadenti nel bacino del Lago Trasimeno: Magione, Passignano sul Trasimeno, Tuoro sul Trasimeno, Castiglione del Lago, Panicale, Città della Pieve, Paciano, Piegaro e Corciano.

Il Premio, articolato in due sezioni:
prodotto etichettato destinato alla vendita e prodotto non etichettato destinato all’autoconsumo; ha come finalità la valorizzazione e l’identificazione degli olii extra vergini d’oliva prodotti nei comuni interessati, per creare un momento di riflessione sulla qualità dell’olio del territorio.

Possono partecipare
gli olivicoltori e frantoiani produttori di olio extra vergine di oliva proprio o derivante da olive acquistate per la sezione prodotto etichettato e olivicoltori produttori di olio extra vergine di oliva destinato all’autoconsumo nella sezione prodotto non etichettato.
Fuori concorso possono partecipare tutti gli oli etichettati prodotti in Umbria

I soggetti che intendono partecipare devono far pervenire all’Ufficio Commercio del Comune di Magione (PG), via Dante Alighieri 2, entro lunedì 8 novembre 2021, ore 13, la domanda di partecipazione scaricabile del sito internet del comune (https://bit.ly/3BLt8lo) e un litro di olio. I campioni di olio, in forma anonima, saranno consegnati ad Assoprol.

È previsto il pagamento di una quota di partecipazione di 25 euro che consentirà a tutti i produttori di poter avere un’analisi di valutazione organolettica ufficiale compilata da Assoprol Umbria.

La premiazione si terrà il 13 novembre 2021, ore 16, al Castello dei Cavalieri di Malta di Magione. Verrà attribuito inoltre un riconoscimento al frantoio produttore degli oli classificati primi nelle due categorie.



mercoledì 13 ottobre 2021

IL DEPOSITO DI SMISTAMENTO AMAZON DI MAGIONE (PERUGIA) APRE PER LA PRIMA VOLTA LE PORTE A ISTITUZIONI E MEDIA

Taglio del nastro: Gradone_Pasquali_Tesei_Chiodini 
Il deposito di smistamento Amazon di Magione (Perugia) apre per la prima volta le porte a istituzioni e media

Il nuovo sito creerà circa100 posti di lavoro a tempo indeterminato tra operatori di magazzino assunti da Amazon e autisti delle aziende fornitrici di servizi di consegna.

Oggi il deposito di smistamento Amazon di Magione (Perugia), entrato ufficialmente in funzione lo scorso 28 luglio, ha aperto per la prima volta le sue porte nel corso di un evento di presentazione dedicato a istituzioni e media locali.

Presenti al taglio del nastro il prefetto di Perugia, Armando Gradone; Donatella Tesei, presidente Regione Umbria; Giacomo Chiodini, sindaco di Magione; Simona Meloni e Eugenio Rondini, consiglieri regionali; Sandro Pasquali, vicepresidente Provincia Perugia; gli assessori del Comune di Magione: Vanni Ruggeri, urbanistica; Massimo Ollieri, lavori pubblici; Silvia Burzigotti, attività produttive.  

Il nuovo deposito di smistamento, che copre una superficie di circa 7.000 metri quadrati, creerà nei prossimi anni circa 30 posti di lavoro a tempo indeterminato per operatori di magazzino e andrà a potenziare il servizio, garantendo consegne più veloci ai clienti, particolare a Perugia e nelle aree circostanti. Inoltre, è previsto che i fornitori di servizi di consegna di Amazon assumano 70 autisti a tempo indeterminato che ritireranno gli ordini dal deposito e li consegneranno ai clienti finali.
“Il deposito di Magione rappresenta un’apertura strategica per la nostra rete logistica in particolare nell’area di Perugia. Siamo felici di poter accogliere qui oggi le istituzioni e far vedere loro da vicino come lavoriamo. Questo sito creerà oltre 100 posti di lavoro a tempo indeterminato” ha dichiarato Sergio Panico, Responsabile di Amazon Italia Logistics per il Centro-Sud Italia. “In Amazon l’obiettivo non è solo quello di offrire un servizio efficiente, ma anche quello di implementare una rete logistica sempre più sostenibile, Questo deposito ne è l’ennesima riprova. È stato infatti ristrutturato con riguardo all’impatto ambientale e con attenzione ai principi di economia circolare, migliorando quindi un edificio già esistente a cui è stata data una nuova vita”.
“L’amministrazione regionale da sempre si è impegnata per rendere il territorio umbro attrattivo per aziende solide come questa. Il progetto Amazon non solo ha creato 100 nuovi posti di lavoro, in un periodo complesso come quello che stiamo attraversando, ma può essere anche occasione di sviluppo e crescita delle aziende locali attraverso una serie di collaborazioni funzionali.” ha dichiarato la Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei.
“La scelta di questa zona dell’Umbria da parte di Amazon Italia – ha commentato Giacomo Chiodini, sindaco di Magione – è il riconoscimento del ruolo importante di questo territorio nel settore della logistica. La centralità geografica di Magione rispetto al resto dell’Umbria e della Toscana è infatti rafforzata da tempi ridotti per il trasporto merci garantiti dal raccordo autostradale Perugia-Bettolle. Un asse viario che permette di contare su un elemento aggiuntivo di competitività economica, oggi ancora  più prezioso e importante”.
I dipendenti sono assunti al quinto livello del Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica con un salario d’ingresso tra i più alti del settore, e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni. A partire dal 1° ottobre, grazie all'incremento retributivo che rientra nella revisione periodica degli stipendi realizzata da Amazon, la retribuzione d’ingresso è passata da 1.550 euro lordi al mese a 1.680 euro, l’8% in più rispetto a quanto previsto dal CCNL. Amazon offre ai propri dipendenti ulteriori opportunità come il programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali per quattro anni.

Nell’ambito del nostro impegno a raggiungere le zero emissioni di CO2 in tutte le attività entro il 2040, l’edificio è stato progettato seguendo i criteri di efficienza energetica come priorità principale.

L’impianto di riscaldamento, condizionamento e ventilazione degli ambienti è gestito da un sistema intelligente per l’utilizzo e la manutenzione dell’immobile (BMS – Building Management System) in grado di offrire agli operatori di magazzino un ambiente di lavoro confortevole e, allo stesso tempo, capace di ridurre i consumi energetici superflui. Amazon si impegna ad installare colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici dei nostri fornitori di servizi di consegna e dei nostri dipendenti oltre a sperimentare nuove soluzioni di mobilità elettrica come le e-bike e gli scooter elettrici in tutta Europa. Tutti i nuovi depositi di smistamento sono ideati e sviluppati per essere perfettamente compatibili con le esigenze richieste da una flotta di veicoli elettrici. Le zone adibite a parcheggio sono state ideate prevedendo la futura predisposizione di nuove colonnine di ricarica, così da poter soddisfare la graduale espansione della flotta elettrica. Amazon continua il percorso verso l'impiego del 100% di energia rinnovabile in tutte le proprie attività entro il 2025, raggiungendo il 65% nel 2020. Oggi siamo il maggiore acquirente di energia rinnovabile al mondo e in Europa.

A questo link sono disponibili maggiori informazioni in merito ai progetti di energia rinnovabile dell’azienda nel mondo: https://sostenibilita.aboutamazon.it/informazioni/amazon-nel-mondo. Nel 2019 Amazon ha cofondato The Climate Pledge: il suo obiettivo di raggiungere zero emissioni di CO2 entro il 2040, quindi con 10 anni di anticipo rispetto all’Accordo di Parigi. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito: sustainability.aboutamazon.com/about/the-climate-pledge

Amazon è da sempre molto attenta alle comunità in cui opera. Attraverso i suoi programmi a sostegno della comunità, vengono supportate le scuole, gli ospedali e le associazioni no profit locali sulla base delle segnalazioni ricevute dalla comunità stessa e dai propri dipendenti. In occasione dell’evento di presentazione del deposito di Magione, Amazon ha scelto di sostenere la Onlus “Di.Di. Diversamente Disabili”, prima Associazione in Italia che si è occupa di avvicinare al mondo delle due ruote i ragazzi disabili, contribuendo all’organizzazione di una giornata di moto-terapia che avrà luogo il prossimo 21 ottobre con il coinvolgimento del pilota e campione di freestyle Vanni Oddera.

INVESTIMENTI IN ITALIA

Dal suo arrivo in Italia nel 2010, Amazon ha investito oltre €6 miliardi creando più di 12.500 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, in oltre 50 siti sparsi in tutto il Paese. Solo nel 2021 sono entrati in attività i nuovi centri di distribuzione di Novara e di Cividate al Piano (BG), a cui si aggiungerà presto anche il centro di smistamento di Spilamberto (MO). Amazon ha inoltre annunciato l’apertura del suo primo centro di distribuzione in Abruzzo in cui saranno creati 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’avvio dell’operatività. Negli ultimi anni, Amazon ha inoltre aperto vari centri e depositi in tutta la Penisola. Per servire i clienti Amazon Prime Now e Fresh, l’azienda dispone di tre centri di distribuzione urbani a Milano, Roma e Torino.

Oltre agli investimenti effettuati nella rete logistica, nel 2013 Amazon ha inaugurato il Customer Service di Cagliari e ampliato la sua sede centrale corporate milanese. Nel 2017, Amazon ha trasferito i suoi nuovi uffici (17.5000 metri quadri) nella zona di Porta Nuova a Milano, distretto emergente per il business. L’azienda ha inoltre aperto un centro di sviluppo per la ricerca sul riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale che supporterà la tecnologia utilizzata per l’assistente vocale Alexa.

Oltre ai nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato che l’azienda continua a creare, Amazon supporta imprenditori e chiunque intenda avviare un’attività in proprio, digitalizzare un’attività già esistente, oppure espandere il proprio business attraverso vari programmi: utilizzando il marketplace per la vendita o affidandosi alla rete di distribuzione di Amazon per lo stoccaggio e la consegna dei prodotti con FBA (Fulfillment by Amazon). Le imprese italiane che vendono i propri prodotti su Amazon.it hanno creato oltre 50.000 posti di lavoro e nel 2020 hanno superato € 600 milioni in export.

AMAZON
Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per l’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Amazon punta ad essere l’azienda più attenta al cliente al mondo, il miglior datore di lavoro al mondo e il luogo di lavoro più sicuro al mondo. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, i suggerimenti personalizzati, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, Career Choice, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo, Alexa, la tecnologia Just Walk Out, Amazon Studios e il Climate Pledge sono alcune delle innovazioni introdotte da Amazon.

lunedì 11 ottobre 2021

MENGONI, IL TEATRO NATO DA UNA STORIA D’AMORE COMPIE 150 ANNI

Appuntamento giovedì 14 ottobre alle 19 sulla pagina Facebook Magione cultura
La stagione teatrale occasione per raccontarne l’origine e la storia attraverso il libro di Gianfranco Zampetti


La storia e le vicissitudini del teatro Mengoni, che si racconta sia stato costruito in seguito a una storia d’amore, faranno da filo conduttore per la presentazione online della stagione teatrale 2021-2022 in programma giovedì 14 ottobre alle 19 sulla pagina Facebook Magione cultura.

A intrecciare la contemporaneità, il programma della stagione, con le vicende storiche del teatro di cui quest’anno si celebrano i 150 anni dalla costruzione, sarà il direttore artistico del teatro, Gianfranco Zampetti, nonché autore del volume “Il teatro Mengoni” pubblicato da Fabrizio Fabbri Editore nell’ambito del progetto L’Umbria dei teatri.

“Sarà un’occasione per approfondire gli spettacoli che compongono il cartellone di questa stagione – spiega Zampetti – che abbiamo voluto, insieme con l’assessore alla cultura Vanni Ruggeri e allo Stabile dell’Umbria, di elevata qualità, proprio per festeggiare degnamente l’importante traguardo dei 150 anni. Lo faremo intrecciandoli con la storia di un edificio che dagli sfarzi Ottocenteschi è passato per un lento declino fino al restauro che lo ha riportato alla piena fruibilità facendone uno dei poli teatrali più importanti a livello regionale se non nazionale, visto che tante compagnie lo scelgono per le residenze. A questo voglio aggiungere la recente notizia, per noi molto importante, che potremo riaprirlo con un’accoglienza al cento per cento”.



APRE A MAGIONE LA SCUOLA DI DANZA “ALTROVE DANZA” DI AMBRA DOLCIAMI E FABIOLA MACCAGLIA

Dalla danza classica al bungee fly, tante le discipline artistiche attivate nella sede di via Fra Filippo Longo


 Un incontro casuale, una passione condivisa, il desiderio di proseguire una tradizione che a Magione vanta una storia ultradecennale. Nasce così la nuova scuola “Altrove Danza” aperta dall’associazione Il cigno di Ambra Dolciami e Fabiola Maccaglia in via Fra Filippo Longo a cui ha fatto visita anche il sindaco Giacomo Chiodini.
“A volte la vita sembra decidere per noi – spiega Ambra. Da tempo pensavo di aprire una scuola tutta mia a Magione dove ho fatto la maggior parte del mio percorso artistico iniziato da bambina con Michela Morini nella sede che aveva aperto nel palazzo della Società operaia in piazza Matteotti. Dopo la chiusura ho proseguito con Loredana Paradies che, nel frattempo, aveva aperto in via Roma. Sono stati anni importanti con un’insegnante unica che ho seguito in altre scuole quando ha interrotto la sua attività a Magione e che, oggi, è la nostra direttrice artistica.”
“Con Fabiola – racconta – ci siamo incontrate circa due anni fa nella scuola che frequentano le nostre figlie. Scoperta questa passione comune è quasi venuto di conseguenza prendere questa decisione ma l’emergenza sanitaria ha ritardato i nostri programmi. In questa sede esisteva già una scuola di danza inattiva da alcuni mesi. L’abbiamo rilevata e ora eccoci qui, insieme, in nome della danza”.

“Nasciamo come scuola di danza – spiega Fabiola – quindi qui sono attivi corsi di danza classica e moderna sia per bambini che adulti, danza contemporanea e hip hop; abbiamo però ampliato l’offerta inserendo discipline anche molto particolari come la break dance e la pole dance che unisce la ginnastica acrobatica alla danza con il palo.

Tra le più particolari possiamo segnalare il bungee fly, una disciplina in sospensione molto divertente che viene praticata grazie al supporto di corde elastiche connesse al corpo per mezzo di imbracature professionali. Molti stili di danza si riallacciano ad arti antiche come quella circense da cui nasce la danza aerea, veramente bellissima per le coreografie che si riesce a creare”.

Accanto alle discipline maggiormente legate alla danza anche tanti corsi per il benessere del corpo e della mente come ginnastica dolce, total body fitness e piloga; fino ai corsi di salsa e bachata.
“La danza è una passione – concludono – è qualche cosa che non solo completa la vita ma è proprio la vita. Per questo motivo è importante sentirla dentro, fin dal profondo dell'anima come esigenza espressiva e formativa e mai come obbligo perché perderebbe il proprio significato intrinseco"

A UMBRIALIBRI LE FAVOLE DEGLI AGELLESI GIANNI DENTINI E ALESSANDRA MORONI PUBBLICATE DAL CESVOL

Il volume verrà presentato anche ai bambini dell’asilo nido e scuola d’infanzia di Magione nell’ambito del progetto di collaborazione con il Cisa


Nell’ambito di UmbriaLibri 2021 il CESVOL Umbria (Centro Servizi per il volontariato) ha presentato la collana “I Quaderni del Volontariato 2020-2021”.
Tra i volumi pubblicati il libro “Foglie di Favole” scritto da Gianni Dentini e Alessandra Moroni di Agello, Magione. Si tratta di un volumetto contenente sette favole per bambini tutti dedicati alla natura ed in particolare al rapporto con gli animali.

Oltre alle favole il libro contiene dieci disegni realizzati da bambini della scuola d’infanzia e della primaria e donati agli autori.

La copertina è stata realizzata da Filippo Dentini ed il coordinamento grafico è di Stefania Iacono. Il volume verrà presentato a breve scadenza ai bambini dell’Asilo Nido “Paperino” e alla scuola d’infanzia dell’asilo comunale di Magione nell’ambito del progetto di collaborazione con il CISA Magione “Alfiero Bastreghi”.

GIORNATA VITTIME SUL LAVORO. DEPOSTA UNA CORONA D’ALLORO DA COMUNE E ANMIL

Burzigotti:
occasione per riflettere sulla sicurezza nei posti di lavoro cominciando, come questo monumento attesta, dalle scuole”

In occasione della Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro che si celebra ogni anno nella seconda domenica di ottobre, l’assessore comunale Silvia Burzigotti, il presidente regionale ANMIL Claudio Bargelli e il presidente territoriale Anmil Lino Santivecchio, hanno deposto una corona di alloro presso il monumento alle vittime del lavoro nel Comune di Magione.

“Non solo la pandemia ha fatto crescere in maniera drammatica le vittime del lavoro – è il commento dell’assessore alle attività produttive Silvia Burzigotti - ma i dati sono, in generale, estremamente preoccupanti. Per questo è necessario far crescere la cultura e l’impegno per la sicurezza nei luoghi di lavoro fin dalla scuola.” “Il monumento dedicato alle vittime del lavoro realizzato nel nostro territorio, – prosegue l’assessore - è testimonianza di questo impegno. Venne infatti ideato grazie a un concorso di idee degli alunni dell’Istituto Giuseppe Mazzini, a seguito di un protocollo tra Comune Anmil e scuola, dopo una serie di incontri in cui vennero approfonditi i diversi aspetti in materia di sicurezza e prevenzione.”




domenica 10 ottobre 2021

INAUGURATO A CASA SERENA IL GIARDINO DEI CINQUE SENSI

Un’area verde adeguatamente progettata per favorirne la fruizione alle persone anziane in sicurezza


 Inaugurato alla presenza del Cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo della Diocesi di Perugia-Città della Pieve, il Giardino dei cinque sensi annesso all’edificio che ospita la casa di accoglienza per anziani Casa Serena, gestita dalla Fondazione Zefferino Rinaldi.
Il lavoro di recupero è stato realizzato grazie al contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Gal Trasimeno Orvietano, Polis, Comune di Magione, Curia arcivescovile di Perugia e avanzi di bilancio della Fondazione Zefferino Rinaldi.

Circa 450 metri quadri di area verde posta al centro del paese che, grazie ad un importante progetto di riqualificazione curato dall’agronoma Martina Pedrazzoli e dall’architetta Serena Fabretti, ha reso fruibile agli ospiti della struttura l’antico giardino in stile liberty i cui lavori, come ha ricordato il presidente della Fondazione, Adriano Sorci, hanno subito notevoli ritardi a causa dell'emergenza da Covid19. Sorci ha anche ricordato che la residenza protetta, che ospita al momento 34 anziani, era già stata oggetto di molte migliorie negli spazi interni con il rifacimento della palestra, degli uffici, il cambio di tutti gli arredi delle camere e delle sale comuni, l’installazione della videosorveglianza negli spazi comuni e all’esterno, dei campanelli di chiamata e l’impianto di climatizzazione per rendere più piacevole il soggiorno agli anziani nei mesi più caldi. Da ultimo era stata rifatta tutta la facciata.

UN'AREA VERDE FRUIBILE IN TUTTA SICUREZZA


Nell’area sono stati realizzati interventi finalizzati all’accessibilità (eliminazione delle barriere architettoniche per la fruibilità alle persone diversamente abili) che ad azioni terapeutiche, ricreative, psicomotorie ed educative. Adeguatamente progettato per favorire la fruizione agli anziani in sicurezza al fine di consentire un miglioramento delle condizioni sia cognitive che motorie andando a stimolare tutti e cinque i sensi.


UNA FONTANA CON PESCI ROSSI AL CENTRO DEL GIARDINO
Lo spazio ruota attorno ad una fontana intorno a cui sono collocate sedute e un gazebo che favoriscono l'incontro delle persone in un’area verde in cui sono presenti alberature, alternate in base all'aspetto cromatico e al susseguirsi delle stagioni, per dare una percezione visiva sempre nuova. Nel frutteto, con il contributo di Isabella della Ragione, sono stati recuperati degli ecotipi locali. Due tipi di orto completano il progetto: uno a terra e uno sospeso. Il giardino con frutteto e orto sarà poi a disposizione delle scuole per attività didattiche e della cittadinanza per rinsaldare il legame tra generazioni tra famiglie e ospiti in un ambiente profumato e colorato che stimola i sensi.

Il giardino è completato da una speciale pavimentazione per evitare i rischi di scivolamento; un corrimano a struttura doppia e, infine, una scultura, un "Angelus novus" di Sestilio Burattini.


IL CASTELLO DEI CAVALIERI DI MALTA PER L'INCONTRO DI APERTURA

L’inaugurazione si è aperta con un incontro tenutosi nella sala d’armi del Castello dei cavalieri di Malta, ente da sempre vicino alle necessità di casa Serena, a cui hanno partecipato, oltre alle autorità religiose, civili e militari locali; il sindaco Giacomo Chiodini, i consiglieri regionali Simona Meloni e Eugenio Rondini; Simonetta Cesarini, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia; Francesca Caproni, direttore Gal Trasimeno-Orvietano; il capitano Luca Battistella, Comandante del Comando compagnia carabinieri di Città della Pieve; Paolo Abbritti, direttore distretto del Trasimeno; Gianfranco Piombaroli, presidente della cooperativa Polis che gestisce la struttura; Giorgio Menculini, geriatra, responsabile sanitario di Casa Serena; rappresentanti delle associazioni del territorio.

VIDEO INAUGURAZIONE




sabato 2 ottobre 2021

RIPARTONO ONLINE GLI APPUNTAMENTI DEL CIRCOLO LETTORI AD ALTA VOCE DI MAGIONE

L’incontro si terrà l’8 ottobre e sarà occasione per presentare anche i progetti per il biennio 2021
-2022

Riprendono dopo la pausa estiva gli incontri del Circolo lettori ad alta voce (LaAV) di Magione costituitosi a seguito del progetto “Donatori di voce tra podcast e audiolibri e sviluppi futuri” promosso dal Comune di Magione e coordinato da Gianluca Iadecola formatore e conduttore degli allievi del corso di lettura espressiva di Rinoceronte Teatro con Alessandro Ruta, e Michele Volpi formatore accreditato Nati per Leggere.

Il primo appuntamento si terrà online venerdì 8 ottobre alle ore 21 nella piattaforma che verrà comunicata tramite email.

Chi partecipa può scegliere una o due pagine da un libro e leggerle ad alta voce condividendole con gli altri. Per partecipare all'incontro online si può scrivere nella sezione commenti dell’evento creato sulla pagina Facebook Circolo LaaV Magione (https://www.facebook.com/circololaavmagione) oppure inviando una mail a circololaavmagione@gmail.com.

L’incontro sarà anche l’occasione per presentare i progetti dell’associazione che sarà ospite giovedì 7 ottobre, ore 17.30, a Perugia nella Biblioteca San Matteo degli Armeni dell’iniziativa organizzata dalla stessa biblioteca, nell’ambito di Umbrialibri, “Prendersi cura delle parole” letture ad alta voce dalle opere finaliste al premio Severino Cesari a cura di lettori/lettrici progetto del Leggi Per Me e del Libro Parlato Biblioteca San Matteo degli Armeni e del Circolo LaAv Pg e Magione. I testi saranno resi disponibili al prestito anche attraverso la biblioteca digitale MediaLibraryOnLine. Letture ad alta voce dai libri delle scrittrici presenti a Umbrialibri 2021.

Obbligatoria la prenotazione che si può fare su:
http://turismo.comune.perugia.it/articoli/bibliocompg-aspettando-umbria-libri-2021

venerdì 1 ottobre 2021

LA FESTA DEI NONNI VEDE INSIEME IL NIDO COMUNALE PAPERINO E IL CENTRO SOCIALE ANZIANI BASTREGHI

L’iniziativa parte di un progetto intergenerazionale che coinvolgerà bambini, educatrici e nonni durante l’anno educativo 2021-2022


Lavoreranno insieme bambini, educatrici e nonni per tutto l’anno educativo 2021-2022 nell’ambito del progetto che vede la collaborazione tra l’asilo nido comunale Paperino ed il Centro d’iniziativa sociale per anziani (Cisa) Bastreghi di Magione.

Il primo appuntamento, tenutosi in occasione della Festa dei nonni, ha visto Gianni Dentini, vicepresidente del Cisa, proporre la lettura drammatizzata del testo ‘Foglie di favole’ di cui è autore.

“Ciò che legherà tutti i fruitori di questo comune percorso progettuale – spiega Robert Bonini coordinatore pedagogico rete Lilliput cooperativa sociale Polis, ente gestore insieme ad Isola cooperativa sociale del servizio educativo per l’infanzia Paperino – saranno esperienze significative come la musica, l’arte, la lettura e la narrazione, nonché momenti in cui bambini ed anziani interagiranno spontaneamente e liberamente con il gioco.”

“Il centro d’iniziativa sociale per anziani Bastreghi di Magione rappresenta da sempre una grande risorsa per il territorio che si dimostra anche in questa occasione. Un progetto importante di confronto che sono certa sarà di arricchimento reciproco sia per i bimbi che per i nonni volontari, che ringrazio per il tempo messo a disposizione” dichiara Eleonora Maghini, assessore alle politiche sociali del Comune di Magione.

“Il Cisa di Magione ha aderito con entusiasmo all'iniziativa prevista all’asilo nido comunale che coordina anche, dietro invito di Ancescao, un progetto rivolto ai bambini della scuola dell’infanzia pubblica nella fascia 3-6 anni – fa sapere Gianni Dentini – un’occasione di esperienza nei rapporti intergenerazionali che costituisce per il territorio di Magione un’importante opportunità. C'è da aggiungere che nell'area del Trasimeno solo tre comuni sono stati coinvolti; la progettualità per la fascia dei piccoli dai 3 ai 6 anni sarà attiva solo nel nostro Comune. Nei prossimi anni è probabile un nuovo finanziamento che potrà interessare anche altri plessi.”

“Una comunità educante – commenta Robert Bonini –, promuove la cultura dell’accoglienza e dell’inclusione, la partecipazione attiva dei piccoli e dei grandi, dei giovani e degli anziani e delle associazioni. L’organizzazione di spazi di incontro tra generazioni genera la trasmissione della storia e della memoria sociale e culturale. L’educazione intergenerazionale nasce dal presupposto che persone piccole (e non piccole persone) e persone grandi (adulti, nonni) possano stare bene insieme, superando quindi le ‘barriere’ dell’età donando e donandosi ricchezza e stimoli reciproci. Un Centro importante e radicato nel tessuto culturale di Magione come l’Alfredo Bastreghi sarà protagonista attiva di iniziative programmate al Nido Comunale, dando vita ad una forma di collaborazione e di senso partecipato capace di indirizzarsi all’infanzia e con l’infanzia. Creare spazi condivisi significa dar voce ai soggetti che vivono la vita della frazione o del paese, creando uno spazio interattivo che permetta a tutte le realtà del territorio di confrontarsi e di co-costruire percorsi, interventi e progettualità.”

 


mercoledì 29 settembre 2021

MONTECOLOGNOLA, UN CONVEGNO PER SOSTENERE IL RESTAURO DEI CAPOLAVORI ARTISTICI DELLA CHIESA


Ingresso_castello_Montecolognola
Un successo la Giornata di studi promossa dalla sezione Umbria dell’Istituto italiano dei castelli
Ad essere interessati un affresco del Cinquecento e la cappella di Santa Lucia dipinta da Gerardo Dottori


 Prosegue l’impegno della sezione Umbria dell’Istituto italiano dei castelli per il restauro di due importanti opere presenti nella chiesa di Santa Maria Annunziata nel piccolo borgo fortificato di Montecolognola, frazione del Comune di Magione. Promossa al riguardo dall’associazione una giornata di studi nel quadro della Giornata nazionale dei castelli. L’evento è stato inserito anche nel programma delle Giornate europee del patrimonio Promosse dal Ministero della Cultura.

“Torniamo a Montecolognola dopo due anni per completare quanto fatto grazie al lavoro di squadra di tanti enti e associazioni che hanno consentito di mettere in sicurezza e consolidare la parete della chiesa su cui è addossato un importante affresco del Cinquecento” – ha affermato la presidente della sezione Umbria dell’Istituto italiano dei castelli, Isabella Nardi in apertura della giornata di studi che ha visto gli interventi di archivisti, storici, storici dell’arte e restauratori.

Isabella_Nardi_Sandro_Tiberini

“Grazie al lavoro di coordinamento per la raccolta fondi fatto dalla nostra associazione – ha spiegato – siamo riusciti a raggiungere il risultato che ci eravamo prefissi, ma resta un altrettanto fondamentale lavoro che riguarda il restauro dell’affresco del Cinquecento e della cappella di Santa Lucia dipinta da Gerardo Dottori. Due importanti testimonianze del passato che noi abbiamo il dovere di preservare per le generazioni future”.

“Un patrimonio – ha aggiunto il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini – che vede anche l’impegno dell’amministrazione con interventi, come quelli che hanno riguardato molti dei nostri antichi borghi; che non mirano solo alla conservazione e al restauro, ma anche a rendere questi luoghi appetibili per viverci fornendoli di tutti quei servizi che oggi sono indispensabili”.

Nardi_Ruggeri_Squadroni
Durante la giornata si sono susseguiti gli interventi dell’assessore alla cultura Vanni Ruggeri che ha sottolineato l’importante ruolo svolto dall’Istituto italiano dei castelli “nel duplice percorso di promozione dell’immenso patrimonio di architettura fortificata che caratterizza il territorio nazionale, unito alla salvaguardia e conoscenza critica di ciò che costituisce uno dei fondamenti della nostra identità”.

Il presidente della Deputazione di storia patria per l’Umbria, Mario Squadroni, ha ripercorso le vicende della comunità di Montecolognola attraverso i documenti d’archivio, molti dei quali conservati nell’archivio storico del Comune di Magione. ”Fonti di notizie – ha affermato – che possono consentire ulteriori approfondimenti sulla storia del castello e sulla comunità che vi è vissuta”.
Il castello di Montecolognola, fondato alla fine del Duecento, ebbe un ruolo importante fino al Seicento, diventando poi frazione di Magione con la ripartizione del 1817.

Mario Squadroni

Il critico d’arte Massimo Duranti ha ripercorso le tappe artistiche del pittore Gerardo Dottori soffermandosi, in particolare, sul suo lavoro di “decoratore” di cui la Cappella di Santa Lucia della chiesa di Montecolognola è un’importante testimonianza. “Anche qui – ha fatto sapere Duranti – come in altre opere, il Dottori futurista si apprezza non nelle figure, che dovevano rispettare canoni più classici, ma in quegli elementi in cui poteva concedersi delle libertà, come il paesaggio e le atmosfere aeree”.

Massimo_Duranti

Su origini e ruolo nella storia del territorio la relazione dello storico Sandro Tiberini, a cui si deve una pubblicazione su Montecolognola; mentre con Francesca Abbozzo, storica dell’arte, Ispettore onorario dei beni storico artistici dell’Umbria si è entrati nel vivo delle opere che sono oggetto del programma di intervento dell’associazione, con la storia della chiesa di Santa Maria Annunciata, antica Pieve del Castello di Montecolognola tra XIV e XX.

mentre con Francesca Abbozzo, storica dell’arte, Ispettore onorario dei beni storico artistici dell’Umbria si è entrati nel vivo delle opere che sono oggetto del programma di intervento dell’associazione, con la storia della chiesa di Santa Maria Annunciata, antica Pieve del Castello di Montecolognola tra XIV e XX.

La giornata di studi si è chiusa con la relazione della restauratrice Carla Mancini, che ha seguito i lavori di consolidamento murario della chiesa trecentesca, in particolare del muro su cui si trova l’affresco dell’Annunciazione a Maria e Adorazione dei Magi di scuola umbra del primo quarto del secolo XVI che costituiva la parete di fondo dell’altare secondo il vecchio orientamento dell'edificio religioso.

Affresco

“Come associazione – ha concluso Isabella Nardi – abbiamo ritenuto che questo castello, uno tra i più belli del Trasimeno, dovesse avere quel riconoscimento che merita. In occasione dell’annuale Giornata dei castelli di quest’anno abbiamo non solo promosso tra i nostri soci incontri per conoscerne la storia, ma abbiamo anche avviato una raccolta fondi per consentire il proseguimento degli interventi che questa volta dovranno interessare l’affresco del Cinquecento e la cappella di Santa Lucia dipinta da Gerardo Dottori. Oltre che mobilitarci per reperire fondi da enti e istituzioni abbiamo intenzione di pubblicare gli atti della giornata di studio che poi metteremo in vendita”.

Cappella_Santa_Lucia

Per l’occasione è stato anche realizzato un video promozionale del castello di Montecolognola da Stefano Checcarelli.




LIBRI DI TESTO. PUBBLICATO AVVISO PER IL CONTRIBUTO ALL’ACQUISTO


Moduli per la domanda sul sito del Comune. Scadenza 18 ottobre

Pubblicato sul sito del Comune di Magione (www.comune.magione.pg.it) l’avviso per accedere al contributo per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2021/2022 delle scuole secondarie di I° e II° grado.

Al beneficio possono accedere gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado pubbliche e paritarie che appartengono a nuclei familiari con reddito rientrante nella soglia ISEE di € 10.632,94

il beneficio è attivato a domanda di chi esercita la patria potestà genitoriale dell’alunno, tramite il modello da presentare o inviare al Comune, sia per gli alunni frequentanti Istituti scolastici ricadenti nel Comune medesimo o in Comuni limitrofi, che per studenti frequentanti Istituti scolastici di altre Regioni.

Le domande potranno essere presentate all’ufficio protocollo del comune di Magione (ore 09.00-13.00 lunedì- mercoledì- giovedì), via PEC all’indirizzo comune.magione@postacert.umbria.it, entro e non oltre lunedì 18 ottobre 2021 , o tramite raccomandata a/r, unitamente a tutte le ricevute/scontrini/fatture dei pagamenti effettuati per l'acquisto dei libri ed alla copia di un documento di riconoscimento del sottoscrittore, in corso di validità.

Nel’ oggetto della Pec dovrà essere indicato: domanda contributo libri di testo anno 2021-2022 e nome alunno/a; nel testo della email indicare il codice IBAN e l'intestatario del conto che richiede il contributo.

Per chiarimenti rivolgersi all’area socio educativa del Comune di Magione, tramite mail all’indirizzo sociali@comune.magione.pg.it o contattando i numeri075/8477069 – (referente-Maria Luisa Petrelli) 075/8477073 (referente Cira Ruggiero)

venerdì 24 settembre 2021

SPORT – DOMENICA 26 SETTEMBRE PRIMO EVENTO DI BEACH RUGBY DEL LAGO TRASIMENO PER LE CATEGORIE MINIRUGBY

Appuntamento domenica 26 alla spiaggia di Punta Navaccia di Tuoro del Trasimeno


 Si terrà domenica 26 settembre presso la bella spiaggia Tuoro Beach di Punta Navaccia a Tuoro sul Trasimeno il primo evento di Beach Rugby del Lago Trasimeno per le categorie Minirugby.

Ad organizzarlo l'Apd Fortitudo Magione che, capeggiata dal responsabile del settore Rugby Gianluca Mencaroni, ha messo in moto la sua macchina organizzatrice per creare un evento divertente per tanti piccoli minirugbysti di tutta l Umbria, per le loro famiglie e per tutti coloro che avranno voglia di assistere all evento come spettatori. 

"Sono anni che immaginavamo questo momento e che coltivavamo il sogno di provare il Beach Rugby nel bel contesto del Lago Trasimeno – ha commentato il tecnico - e non poteva esserci modo migliore di ripartire dopo il difficile anno appena trascorso. I ragazzi hanno voglia di giocare e noi non vediamo l’ora che arrivi domenica per far conoscere sempre di più il divertente mondo del Minirugby". 

L'appuntamento è per domenica 26 alla spiaggia di Punta Navaccia di Tuoro del Trasimeno, dalle ore 15 in poi. “Voglio ringraziare il Comune di Tuoro che ha accolto con entusiasmo la nostra idea – conclude il mister - e ha fatto di tutto per renderla realizzabile nel minor tempo possibile, il gestore della spiaggia Tuoro Beach, Domenico Beltrami, che l ha messa a disposizione dell evento, così come i proprietari del ristorante Ciao Ciao che offrirà il terzo tempo ai nostri atleti e ‘Innovazione’ che ha sostenuto come main sponsor questo evento”.

giovedì 23 settembre 2021

TORNA IL TEATRO PER IL PICCOLI. PARTE IL 26 SETTEMBRE LA RASSEGNA AL MENGONI

Sei appuntamenti a partire da domenica 26 settembre. Assessorato al lavoro per festeggiare i 150 anni dalla fondazione del Mengoni


Sei appuntamenti, di cui il primo domenica 26 settembre, ore 17.30, compongono il cartellone della rassegna Pollicino sentieri teatrali organizzata dall’associazione Panedentiteatro e sostenuta dal Comune di Magione.
Ad aprire la stagione lo spettacolo “Biancaneve”, intramontabile classico della letteratura per l’infanzia che la compagnia La Baracca-Testoni porta in scena con ironia giocando sul mancato arrivo degli attori.

Il programma prosegue domenica 17 ottobre con lo spettacolo "Naso d’argento" della compagnia Accademia perduta Romagna teatro dove protagonista è Lucia, eroina della fiaba di Calvino. Una storia che guarda alle due facce della bugia, una fine a sé stessa, e l’altra strumento e scopo, elaborata per mettersi in salvo e diventare grande. Domenica 17 novembre Marco Continanza della Compagnia Anfiteatro racconta la storia di "Mondo", diminutivo di Raimondo, un tenero ragazzino appassionato di ornitologia e per questo emarginato dai suoi compagni. L’amicizia con Margherita e le loro battaglie per salvare gli alberi saranno il mezzo per raccontare, e prendere consapevolezza del fatto che il pianeta è la nostra casa e l’unica che abbiamo.

“Biancaneve”

Brutti, sporchi e cattivi



Il 14 novembre gli attori di Panedentiteatro portano in scena “Brutti, orchi e cattivi” un gioco, un divertimento per ironizzare sul male, mettendolo in ridicolo. Domenica 28 novembre Maria de Pascale racconta l’avventura di "Jack e il fagiolo magico. Una storia tra terra e cielo"; domenica 26 dicembre ultimo appuntamento con "L’omino della pioggia", spettacolo comico e magico accompagnato da spettacolari effetti con acqua e sapone.
La rassegna prevede anche lo spettacolo "Zac colpito al cuore", a Passignano sul Trasimeno, Auditorium Urbani, domenica 3 ottobre.


Tutti gli spettacoli iniziano alle 17.30, la biglietteria apre un’ora prima dello spettacolo ma è possibile prenotare al numero whatsapp 347.5210600.


Nell’ambito dell’iniziativa anche il concorso “Disegna lo spettacolo”. I piccoli spettatori, ispirati dalla storia vista, possono fare un disegno da consegnare all’inizio dello spettacolo successivo. Ad ogni appuntamento saranno estratti tre disegni e i loro autori vinceranno un biglietto ingresso omaggio.

IL COMMENTO DELL'ASSESSORE VANNI RUGGERI

“Torniamo a teatro e riapriamo i luoghi dell’emozione proprio a partire da famiglie e bambini, - commenta Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione - in piena sicurezza e con la consapevolezza dell'assoluta necessità, oggi più che mai, di non depauperare l’offerta culturale e le opportunità formative rivolte in modo particolare alla popolazione scolastica. Un progetto, quello del teatro ragazzi, che conferma l’alta qualità di una proposta in grado di strutturarsi in un cartellone ricco e plurale, capace di allargarsi anche ad altre realtà territoriali per avvicinare sempre più i giovani all’esperienza teatrale. "Pollicino sentieri teatrali" è inoltre il primo, importante tassello di quello che sarà un palinsesto particolarmente dinamico per il teatro di Magione nella stagione 2021/2022, nel corso della quale si celebreranno ufficialmente i 150 anni dalla fondazione del Mengoni con una programmazione ancora più ricca, nuove collaborazioni, attività e spettacoli gratuiti".

Jack e il fagiolo magico
Naso d'argento
L'omino della pioggia

Mondo