giovedì 11 aprile 2019

MERCATONE UNO

Presentata la domanda di concordato da parte della Shernon Holding che ha acquistato lo storico marchio
Mercatone Uno, in forse la riapertura. Per il sindaco di Magione: “un fulmine a ciel sereno”
“Sarò a Roma il 18 aprile per difendere questi posti di lavoro e l’idea che il punto vendita riapra come era nei programmi”

“Un fulmine a ciel sereno ma noi continueremo ad essere al fianco dei lavoratori perché il Mercatone Uno del nostro territorio possa riaprire il prima possibile”. 
Così il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, commenta la notizia che la Shernon Holding, società che solo 9 mesi fa ha acquisito 55 punti vendita dello storico marchio, ha deciso di presentare domanda di ammissione al concordato preventivo, procedura a cui possono aderire aziende in crisi per arrivare a un risanamento.

“Una novità veramente inaspettata – spiega il primo cittadino – visto che poco tempo fa i dipendenti riassunti avevano seguito un corso di formazione in vista della riapertura. Inoltre, visti i contatti sempre aperti da parte della società con la proprietà dello stabile e con l’amministrazione comunale, era prevista la presenza dell’amministratore delegato del gruppo, insieme ai rappresentanti delle sigle sindacali e dei lavoratori, all’inaugurazione della rotonda allo svincolo di Magione, opera che ha sicuramente garantito una migliore appetibilità della zona. C’erano quindi tutti i presupposti per confermare quanto messo nero su bianco nelle diverse comunicazioni date dalla Shernon in merito alla riapertura del punto vendita di Magione prevista tra giugno e luglio”.

“È difficile comunque in questo momento – prosegue – capire le reali condizioni del gruppo. Cioè se si tratta di un concordato preventivo in attesa di un aumento di capitale che possa garantire un migliore rilancio, oppure un concordato preventivo che è legato a una difficoltà di liquidità. La cosa certa è che sarò presente, come fatto in tutti quelli precedenti, all’incontro convocato a Roma dai sindacati per il 18 aprile al Ministero dello sviluppo economico per cercare di raccogliere personalmente informazioni non solo dai sindacati ma anche dalla proprietà. Dobbiamo difendere questi posti di lavoro e l’idea che il Mercatone Uno riapra, come era nei programmi, il prima possibile con la dotazione organica che, con grande difficoltà, in questi mesi si è riusciti a garantire grazie alla trattativa serrata che i sindacati hanno portato avanti a livello nazionale”.

mercoledì 10 aprile 2019



Si parla di invecchiamento precoce nell’ultimo appuntamento dell’iniziativa “La salute vien… parlando”
Interverranno la direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno, Simonetta Simonetti, e la geriatra Emanuela Costanzi

Venerdì 12 aprile, ore 17.30, Agello, sala Don Antonio Fedeli, per l’ultimo appuntamento dell’iniziativa “La salute vien… parlando” la direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno, Simonetta Simonetti, e la geriatra Emanuela Costanzi parleranno di invecchiamento precoce.
L’incontro fa parte del progetto nato con la volontà di aprire un confronto tra le diverse componenti della società – famiglie, giovani, donne, anziani – sul tema della salute in cui sono stati affrontati argomenti che sono sempre più di attualità: dipendenze, violenza di genere e cultura del rispetto, salute della donna, problemi alimentari, invecchiamento attivo, solo per citarne alcuni. Gli incontri si sono tenuti in diverse frazioni del comune e differenti spazi aggregativi del territorio comunale: circoli ricreativi, scuole, strutture sportive, spazi teatrali e museali coinvolgendo le associazioni per la promozione.
“Questo ciclo di incontri – è il commento di Simonetta Simonetti, direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno – è stato costruito ascoltando i bisogni di salute della comunità e seguendo le indicazioni del Piano regionale di prevenzione 2014-2018 con l’obiettivo di veicolare un concetto di salute non soltanto fisica bensì bio-psico-sociale restituendo alla persona una visione olistica del proprio benessere”.
L’iniziativa è promossa  dal Gruppo integrato di promozione della salute del Trasimeno con il patrocinio del Comune di Magione e  dell’Usl Umbria1 e la collaborazione del Cesvol.

mercoledì 27 marzo 2019

Vicolo_Magione_centro_storico
Incentivi per chi apre nel centro storico di Magione capoluogo
Previsto un contributo economico e l’esenzione dalla Tari per il triennio 2109/2021.

Pubblicato dal comune di Magione il bando per l’ erogazione di incentivi finanziari per l’insediamento di attività economiche nel centro storico di Magione capoluogo.
Gli incentivi prevedono un contributo economico e l’esenzione dalla Tari per il triennio 2109/2021. Tra i requisiti richiesti la dichiarazione di impegno a proseguire l’attività nei locali del centro storico almeno per un triennio, pena la restituzione del contributo.

Gli incentivi economici, tutti con relativa documentazione, possono essere richiesti per diverse tipologie di interventi quali: ristrutturazione, utenze, attrezzature, adeguamento degli impianti o canone di locazione fino ad un massimo di 1.500 euro.

Tra le attività non ammesse a contributo e cause di esclusione vi sono la vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo, inclusi i fuochi d’artificio; la vendita attraverso distribuzione automatica; le attività di scommesse e gioco che comprendono anche parzialmente apparecchi automatici; le attività di “compro oro” e quelle rumorose che non rientrino nella fascia dei centri storici del piano di zonizzazione acustica.
L’istruttoria delle domande, la formulazione della graduatoria sarà curata dall’area attività produttive e culturali del Comune.

STRADA MONTESPERELLO

Lavori_corta_di_Montesperello
Torna praticabile “la corta” per andare a Montesperello
La strada, un tempo molto usata dalla comunità locale, era impercorribile a causa delle pessime condizioni del fondo stradale

Sarà possibile di nuovo raggiungere il centro di Montesperello per “la corta”. Così viene infatti definita l’antica strada che collega la parte bassa del piccolo borgo nel comune di Magione con la zona del castello. La strada, un tempo molto usata dalla comunità locale, non era da tempo più praticabile nell’ultima parte per la presenza di profonde buche che ne rendevano impossibile la percorribilità. 

I lavori, seguiti dall’ufficio lavori pubblici del comune, hanno interessato circa 400 metri di strada con il ripristino del fondo stradale, il rifacimento delle scoline laterali per lo smaltimento della acque piovane la realizzazione della nuova pavimentazione e la pulizia della banchine laterali. Costo dell’intervento circa 35mila euro. 

LA STRADA È PRESENTE NELLE MAPPE CATASTALI FIN DALL'ANTICHITÀ

La possibilità di poter ripercorrere questa vecchia strada vicinale, che svalica direttamente il contrafforte del Monte Penna ed è presente nelle mappe catastali fin dall’antichità, è stata accolta con soddisfazione dalla comunità locale. Molti abitanti della frazione ricordano infatti quando dal piccolo insediamento a valle, dove allora si trovava una piccola bottega e altre attività, si raggiungeva in breve tempo la parte alta del castello appartenuto alla famiglia dei Montesperelli tra le più antiche della città di Perugia. 

UN CUNICOLO PORTA ALL'ESTERNO DELLA CINTA MURARIA
Tra le curiosità del piccolo borgo la presenza negli scantinati delle abitazioni ubicate all’interno del castello di Monte Sperello di un cunicolo che, attraversandole, conduce all’esterno della cinta muraria. Questo, probabilmente, altro non era se non un passaggio che, in passato, doveva costituire una via di fuga in caso di assedio del fortilizio per i proprietari delle dette abitazioni. Costoro, attenendosi a quanto riportato nei catasti del secolo XV, erano tutti esponenti della famiglia dei Montesperelli.

venerdì 8 marzo 2019

PARCHEGGIO SCUOLA VILLA SOCCORSO

Un nuovo parcheggio per 40 posti davanti alla scuola di Villa-Soccorso
Sarà anche più sicuro fare manovra con la macchina davanti all’ingresso dell’edificio scolastico

Partiti i lavori per la realizzazione di 40 nuovi posti macchina di fronte alla scuola materna ed elementare di Villa-Soccorso. Il nuovo parcheggio verrà realizzato a spese del privato con misure di edilizia compensativa. Prevista anche nell’area la realizzazione di una racchetta di inversione per consentire di effettuare manovre in maggior sicurezza davanti all’ingresso dell’edificio. 

Al momento i genitori che accompagnano in macchina i figli sono costretti, nel ripartire, ad effettuare manovre pericolose quali retromarcia o inversione, davanti ai cancelli della scuola. Una situazione che crea problemi di incolumità per le persone, genitori e alunni, che vi transitano a piedi. 

Il parcheggio, oltre a consentire un miglioramento per quello che riguarda la sosta, garantisce quindi anche una maggior sicurezza all’entrata e all’uscita dall’edificio scolastico. 

La scuola materna ed elementare di Villa-Soccorso ha visto in questi ultimi anni un aumento della popolazione scolastica che ha portato l’amministrazione comunale, al fine di consentire l’attività didattica in spazi adeguati ad alunni e insegnanti, a programmarne il suo ampliamento. Il progetto, seguito dall’area lavori pubblici del comune, prevede la sopraelevazione dell’attuale edificio scolastico per realizzare quattro nuove aule e servizi.

mercoledì 6 marzo 2019

8 MARZO MAGIONE - PROGETTO DONNA

8 marzo. il Progetto Donna ricorda la figura di Maria Pia Cricco
Recentemente scomparsa è stata tra le fondatrici dell’associazione. Alle 17.30 incontro sulla violenza di genere.

Una serata dedicata a Maria Pia Cricco, fondatrice negli anni 70 del gruppo Progetto Donna, recentemente scomparsa, l’iniziativa organizzata in occasione dell’8 marzo a Magione “Con tutto il bene. Variazioni sul tema dei sentimenti” in programma venerdì 8 marzo, ore 21, Officina teatrale la Piazzetta, piazza Mengoni, Magione. 

La serata sarà preceduta, alle 17.30, dall’incontro su "Violenza di genere, consapevolezza e cultura del rispetto". Interverranno Gianfranco Salierno, psichiatra e Paola Bianchini, dottoressa in filosofia e psicologia clinica a cura del Gruppo integrato di promozione alla salute del Trasimeno nell’ambito dell’iniziativa La salute vien… parlando.

Tanti gli artisti e le associazioni con cui Maria Pia Cricco ha condiviso i sui tanti interessi e che hanno voluto dare il loro contributo alla serata
Tra le sua attività si ricordano la partecipazione agli spettacoli realizzati dalla Compagnia teatrale magionese per la Giornata della poesia con la regia di Walter Corelli con cui ha collaborato per Poesie nei cortili, manifestazione curata dalla proloco di Magione; la grande passione per la lettura ad alta voce che l’ha vista anche lettrice ufficiale del Premio Vittoria Aganoor Pompilj. Forte il suo impegno per le donne nell’ambito del Progetto Donna di cui è stata, alla fine degli anni 70, una delle fondatrici e che l’ha vista anche impegnata come volontaria nel centro di ascolto contro la violenza sulle donne di Magione.

In programma letture di Claudio Barbieri, associazione La Goccia, Claudio Carini, Luigina Miccio. Interventi di Claudio Biancalana e associazione Shiatzu Fisieo. Interventi musicali di fabio Imbergamo. La serata sarà introdotta da Andreina Panico. Luci e suoni a cura di Giancarlo Suriani. Immagini Studio DiFoto. Interverranno il sindaco Giacomo Chiodini e l’assessore alla politiche sociali Eleonora Maghini.

STORIA PROGETTO DONNA
Il Progetto Donna del comune di Magione nasce alla fine degli anni 70 per iniziativa di un nutrito gruppo di donne di diversa età e ideologia politica, totalmente autogestito. Il primo riconoscimento da parte dell’amministrazione comunale arriva con l’assegnazione di una sala nei locali della biblioteca comunale. Avere una sede permise di aprire uno sportello informativo tre giorni alla settimana per aiutare le numerose donne straniere presenti nel territorio. In quegli anni vennero attivati corsi di alfabetizzazione in collaborazione con la scuola. Tante erano anche le iniziative per dare supporto a chi cercava lavoro o a chi lo aveva perso anche a causa delle chiusura delle fabbriche tessili che in quegli anni stavano vivendo i primi momenti di crisi. Negli anni Ottanta fu stampata ance una pubblicazione informativa, “Prezzemola.

L’attività del collettivo, partendo dall’ascolto del territorio, ha collaborato con i consultori affrontando per la prima volta temi come contraccezione, prevenzione della salute, maternità e aborto; con il Centro per le pari opportunità di Perugia (incontri e dibattiti su tematiche al femminile); ed ha lavorato in modo capillare affinché le donne straniere fossero conosciute e accolte anche attraverso la condivisione di iniziative culturali.

venerdì 1 marzo 2019

ANTEPRIMA FESTIVAL DELLE CORRISPONDENZE



Gruppo_musicale_Doremilla
Tra le novità anche il progetto di un romanzo grafico su Vittoria Aganoor. Grande successo per il concerto di Doremilla sul carteggio Dalla/Roversi.
Anteprima festival delle corrispondenze, tra letteratura, musica e fumetto
Svelate anche alcune anticipazioni dell’edizione 2019 e presentato il bando del premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj.

Sono stati i giovanissimi, musicisti e disegnatori, i protagonisti dell’anteprima del Festival delle corrispondenze che ha visto anche la presentazione dell’ultimo libro di Alba Scaramucci, dedicato alla vita di Vittoria Aganoor, e l’esposizione del lavoro di inventariazione e digitalizzazione realizzato da Francesco Girolmoni, responsabile della biblioteca comunale, sul fondo di quasi 500 lettere indirizzate a Vittoria Aganoor recentemente acquisito dal Comune di Magione con il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia. Tra letteratura e musica, graphic novel e poesia, sono state svelate alcune anticipazioni dell’edizione 2019 e presentato il bando del premio letterario Vittoria Aganoor Pompilj. 

Francesco_Girolmoni
Il pomeriggio non-stop, con quattro momenti diversi e con l’unico filo conduttore delle lettere, è stato organizzato presso l’officina teatrale La piazzetta dall’Ufficio cultura del Comune di Magione e dall’associazione musicale Doremilla, già partner del Festival delle Corrispondenze nella passata edizione. 

Ad aprire l’evento, la presentazione del bando della XXI edizione del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor dedicato quest’anno al tema dell’amicizia ritrovata, con una frase tratta proprio da una delle lettere inedite della poetessa conservate nel fondo nuovo della biblioteca comunale, oltre ad alcune anticipazioni sulle tematiche che faranno da filo conduttore per l’edizione del Festival 2019, previsto a Monte del Lago dal 5 all’8 settembre. 


Alba_Scaramucci

Con la lettura di alcuni passi del suo recentissimo libro “Rapsodie per Vittoria Aganoor” edito da Volumnia, Alba Scaramucci ha raccontato il mondo più intimo della poetessa: le delusioni amorose, l’amore per la natura e il Trasimeno, la vita quotidiana e quella di società, l’incontro con Guido Pompilj e la tragica fine: il tutto sotto forma di romanzo e diario intimo, scritto in prima persona. 




Lucia_Baldassarri
Lucia Baldassari, in una suggestiva sessione di live drawing, ha invece presentato al pubblico il suo progetto work in progress finalizzato alla realizzazione di una biografia a fumetti della biografia di Vittoria Aganoor, una “vita disegnata” che mette in luce contraddizioni familiari e affetti troppo spesso dimenticati.

Evento clou dell’appuntamento di anteprima è stato il concerto conclusivo tenuto dai ragazzi della scuola di musica Doremilla, un percorso di musica e narrazione nell’Italia degli anni 70, che ha visto Federica Ciucarelli, voce; Tazio Aprile alle tastiere; Tommaso Giugliarelli e Filippo Mangiavacchi alla chitarra e al basso, ripercorrere il burrascoso rapporto epistolare che ha legato Lucio Dalla al poeta Roberto Roversi, cambiando per sempre la storia della musica. 


Giovanni_Tarquini_Vanni_Ruggeri
Vanni Ruggeri, presidente del consiglio comunale con delega alla cultura
“Un pomeriggio davvero speciale, con ritmi e linguaggi differenti, ma con un unico file rouge – ha dichiarato Vanni Ruggeri, presidente del consiglio comunale con delega alla cultura – perché il festival delle corrispondenze vuol essere soprattutto questo: un cantiere aperto alla contaminazione, un laboratorio vivo di ricerca, una fucina di creatività e di sperimentazione, soprattutto per i giovani, un catalizzatore per collaborazioni e reciproci stimoli, come nel caso dei ragazzi del Doremilla”
Giovanni Tarquini, presidente dell’associazione Doremilla
“La sfida non era delle più semplici – ha commentato Giovanni Tarquini, presidente dell’associazione Doremilla – immaginare e portare sul palco una performance che comprendesse il tema della corrispondenza epistolare, quello della censura e naturalmente una parte musicale. I ragazzi di Doremilla hanno accolto l'idea con grande entusiasmo, iniziando un'accurata ricerca. Una volta scoperta la corrispondenza Dalla – Roversi, tutto è venuto di conseguenza: la creazione di un testo originale che rendesse conto della loro relazione artistica (con citazioni della loro lettere), e l'inserimento nella narrazione di alcune canzoni, tematicamente collegate allo svolgersi dei fatti. Credo che sia stato per loro un lavoro ad un tempo formativo e gratificante: la dimostrazione che le opportunità di contaminazione e scambio, come quella creata da Vanni Ruggeri in occasione di questa Anteprima, sono preziose, e sanno accendere e stimolare fantasia e creatività”.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con: Festival delle corrispondenze, Premio Vittoria Aganoor, biblioteca comunale di Magione "Vittoria Aganoor Pompilj", Doremilla, Volumnia editrice, associazione pro Monte del lago, Compagnia Teatrale Magionese.
foto di Beatrice Gjergji