giovedì 22 febbraio 2024

LA SINTESI DI 10 ANNI DI IMPEGNO AMMINISTRATIVO NEL RENDICONTO DI FINE MANDATO DEL SINDACO GIACOMO CHIODINI

Insieme alla Giunta saluterà la cittadinanza in un incontro pubblico che si terrà domenica 25 novembre al Teatro Mengoni

Il sindaco Giacomo Chiodini, il vice-sindaco Massimo Lagetti e gli assessori Silvia Burzigotti, Eleonora Maghini, Massimo Ollieri e Vanni Ruggeri e il presidente del consiglio comunale, Daniele Raspati, illustreranno le principali attività svolte nel quinquennio di consiliatura nel rendiconto di fine mandato in programma domenica 25 febbraio, ore 17, al Teatro Mengoni di Magione.

Coordinerà l’incontro la capogruppo Cristina Tufo. Interviste del giornalista Riccardo Marioni.

Per il primo cittadino anche l’occasione per salutare la cittadinanza dopo dieci anni di impegno amministrativo alla guida del Comune di Magione.

“Dieci anni – commenta Chiodini – in cui non sono mancate difficoltà e soddisfazioni. Un decennio in cui riteniamo di aver gettato delle basi importanti per il futuro del nostro territorio. L’incontro di domenica sarà l’occasione per ripercorrerne insieme le tappe fondamentali.”

lunedì 29 gennaio 2024

IN UN LIBRO LA VITA DI PUBLIO TRENTO BARTOCCIONI, SINDACO DELL’ITALIA LIBERATA

Scritto da Luciano Taborchi verrà presentato a Magione, sala comunale, il 3 febbraio e, ad Agello, il 4 febbraio


Doppia presentazione per il libro “Publio Trento Bartoccioni, un Sindaco nell’Italia liberata”, ultimo lavoro di Luciano Taborchi, pubblicato da Morlacchi editore.
Nel libro, attraverso i diari tenuti da Bartoccioni, viene raccontata la vita quotidiana durante il fascismo, le vicende belliche, la rinascita del Comune umbro di cui sarà Sindaco nel dopoguerra.
Le presentazioni avranno luogo sabato 3 febbraio, ore 16.30 nella sala consiliare del Comune di Magione, quella sala in cui Bartoccioni fece realizzare nel 1948 dal pittore Gerardo Dottori, il ciclo pittorico che ancora la decora, Taborchi parlerà del volume con Mario Squadroni, presidente della Deputazione di storia patria per l’Umbria e Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione. Letture a cura di Luigina Miccio, Komunicareleditoria.


Domenica 4 febbraio ad Agello, sala San Donato ore 16.30. A parlarne con l’autore Francesco Mezzetti, presidente della locale proloco che ha organizzato l’iniziativa in omaggio a quello che è stato uno dei suoi più eminenti concittadini.


In ambedue gli incontri il sindaco Giacomo Chiodini porterà i saluti dell’amministrazione comunale.

“Il libro – spiega l’autore – aiuta a scoprire la vita durante il regime, l’orrore della guerra, la Resistenza, l’impegno di un giovane Sindaco nel ricreare una comunità e ridare vita al suo Comune, e aiuta a non dare per scontati i valori di libertà, democrazia, il diritto/dovere all’istruzione, le grandi conquiste sociali; aiuta a meglio apprezzare quei valori e, se necessario, a difenderli, ma con le armi della ragione.”

venerdì 26 gennaio 2024

HUMUS WINTER EDITION 2024: IL TRASIMENO A PERUGIA


Sabato 3 febbraio una giornata intera di eventi organizzati da Doremilla dedicati al panorama culturale lacustre

Humus Music Fest torna a Perugia con una giornata intera di eventi dedicati al Lago Trasimeno. "Il Trasimeno a Perugia" è il titolo del progetto invernale del festival promosso dal 2015 dall'associazione musicale Doremilla. L’evento si svolgerà sabato 3 febbraio attraverso un programma itinerante nel centro storico perugino tra via della Viola e via Alessi.

Attraverso un percorso artistico multidisciplinare che mette al centro dell’attenzione la scena artistica del Lago Trasimeno per intero, l'obiettivo di Humus Winter Edition 2024 sarà quello di raccontare, attraverso l’arte, la storia del territorio lacustre nel cuore del capoluogo umbro. Non solo concerti ma: musica, arte, divulgazione storica, letteratura, gastronomia e attività all’aria aperta come espressioni di un territorio nascosto, meraviglioso e troppo spesso dimenticato. Tanti gli ospiti presenti negli eventi in programma, molteplici gli argomenti affrontati.

L’evento avrà inizio sabato mattina alle ore 9.00, in Piazza del Duca, con un trekking urbano alla scoperta della Perugia Etrusca intitolato “Phersna: paesaggi antichi” a cura di “Le Storie di Loz”. Nella stessa piazza alle 10.00 partirà il tour cicloturistico guidato dall’associazione “FIAB Perugia Pedala”; un breve percorso in bicicletta alla portata di tutti fra le vie del centro storico. Al termine delle due attività, per le quali è necessario prenotarsi, seguirà un pranzo rustico presso l’osteria “Il Gufo”.
Il festival prosegue nel pomeriggio sempre in via della Viola con, alle 16.00, nello “Spazio Modu” si svolgerà un doppio appuntamento storico-letterario sul Trasimeno. In apertura lo storico Giovanni Riganelli con un approfondimento intitolato “Di pesce e di grano: l’importanza del Lago Trasimeno nella Perugia dei secoli XIII e XIV” mentre a seguire un dialogo tra Fabiola Marchesi e Gianfranco Zampetti (moderato da Lucia Baldassarri) dal nome “Questioni dialettali tra il Lago Trasimeno e Perugia”.

Successivamente il festival si sposta in via Alessi: al “Porco Rosso ARCI” dove sarà presentato alle 18.30 il libro “Viva la scena vivace. Foto di gruppo con adolescente” di Emiliano Pinacoli. Al contempo, all’interno degli spazi del locale avrà luogo lo “SWAP Party”: un evento di scambio sociale di abbigliamento organizzato e promosso dal circolo “Legambiente Perugia e Valli del Tevere”.
Alle 20.00, tramite prenotazione, sarà possibile cenare all’osteria “Il Gufo” per poi spostarsi nuovamente al “Porco Rosso ARCI” per l’evento conclusivo. Alle 22.00 avrà inizio il concerto che vede protagonisti due progetti musicali e un dj della scena locale. Prima “Vercingetorige” (cantautorato elettronico), poi la band “Alcaline” (rock alternativo) e infine il dj “Goldiluke”.

P R O G R A M M A I T I N E R A N T E

9.00 /13.00 • P. za del Duca (ritrovo)
Trekking Urbano • Le Storie di Loz
“𝗣𝗵𝗲𝗿𝘀𝗻𝗮: 𝗽𝗮𝗲𝘀𝗮𝗴𝗴𝗶 𝗮𝗻𝘁𝗶𝗰𝗵𝗶”
Escursione urbana rievocando il paesaggio antico culla della grande città etrusca.
Lunghezza: 8 Km, Dslv: 250m, Costo: 15€
info: 3517550945, Prenotazioni: www.lestoriediloz.com/escursioni/phersna-paesaggi-antichi

10.00/13.00 • P.za del Duca (partenza)
Tour Cicloturistico • FIAB Perugia Pedala
“𝗟𝗲 𝗮𝗻𝘁𝗶𝗰𝗵𝗲 𝗺𝘂𝗿𝗮 𝗶𝗻 𝗯𝗶𝗰𝗶𝗰𝗹𝗲𝘁𝘁𝗮”: percorso ciclabile urbano alla portata di tutti.
Lunghezza: 12 km, Dslv <300m, Offerta libera

13.00 • Via della Viola 18
𝗣𝗿𝗮𝗻𝘇𝗼 𝗥𝘂𝘀𝘁𝗶𝗰𝗼 • Osteria Il Gufo
(Prenotazione obbligatoria: 3484203860)

16.00/18.00 • Spazio Modu • Via Pazienza
“𝗗𝗶 𝗽𝗲𝘀𝗰𝗲 𝗲 𝗱𝗶 𝗴𝗿𝗮𝗻𝗼. 𝗟’𝗶𝗺𝗽𝗼𝗿𝘁𝗮𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗹𝗮𝗴𝗼 𝗧𝗿𝗮𝘀𝗶𝗺𝗲𝗻𝗼 𝗻𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗣𝗲𝗿𝘂𝗴𝗶𝗮 𝗱𝗲𝗶 𝘀𝗲𝗰𝗼𝗹𝗶 𝗫𝗜𝗜𝗜 𝗲 𝗫𝗜𝗩”
Approfondimento storico a cura dello storico Giovanni Riganelli
Q𝘂𝗲𝘀𝘁𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗱𝗶𝗮𝗹𝗲𝘁𝘁𝗮𝗹𝗶 𝘁𝗿𝗮 𝗶𝗹 𝗟𝗮𝗴𝗼 𝗧𝗿𝗮𝘀𝗶𝗺𝗲𝗻𝗼 𝗲 𝗣𝗲𝗿𝘂𝗴𝗶𝗮”
Approfondimento linguistico a cura di F. Marchesi e G. Zampetti (modera Lucia Baldassarri )

18.30/19.30 - Il Porco Rosso • Via Alessi 1
“𝗩𝗶𝘃𝗮 𝗹𝗮 𝘀𝗰𝗲𝗻𝗮 𝗩𝗶𝘃𝗮𝗰𝗲. Foto di Gruppo con adolescente.”
presentazione del libro di Emiliano Pinacoli (2022)
Intervista all’autore e momento conviviale
“𝗦𝘄𝗮𝗽 𝗣𝗮𝗿𝘁𝘆”: scambio sociale di abbigliamento
organizzato e promosso da @legambiente_perugiavallitevere

20.00 • Osteria Il Gufo • Via della Viola 18
𝗖𝗲𝗻𝗮 𝗥𝘂𝘀𝘁𝗶𝗰𝗮
(Prenotazione obbligatoria: 3484203860)

22.00/00.00 • Il Porco Rosso • Via Alessi 1
𝗟𝗜𝗩𝗘 𝗖𝗢𝗡𝗖𝗘𝗥𝗧
Vercingetorige (electro-songwriting)
Alcaline Band (alternative rock)
Dj set: Goldiluke

lunedì 22 gennaio 2024

LA STORIA DELLA MOTOCICLETTA NEL PROSSIMO INCONTRO DELL’UNITRE

Claudio Trippetti su moto d'epoca
Il collezionista Claudio Trippetti parlerà del periodo che va dal dopoguerra al 1969


Una passione coltivata fin da giovanissima età quella di Claudio Trippetti per la motocicletta di cui non solo è grande collezionista ma, anche, notevole conoscitore delle vicende storiche legate alle due ruote.
Sarà proprio la storia della motocicletta, in particolare quella del periodo tra i 1949 e il 1969, l’oggetto della prossima conferenza organizzata dall’Università della terza età di Magione (Unitre) in programma ala Biblioteca comunale, ore 15.30, martedì 23 gennaio.
“La conversazione – spiega Trippetti – riguarderà i cambiamenti che sono avvenuti nel suo uso evolvendo da semplice mezzo di trasporto a bassissimo costo a strumento di svago, di conoscenze, di avventura. Ma, anche, le moto prodotte in Umbria, i piloti nostrani" più o meno conosciuti. Insomma tutto l'universo che gira intorno a questo straordinario, spesso ignorato, manufatto.”

sabato 20 gennaio 2024

MAGIONE, GIORNO DELLA MEMORIA: TANTI APPUNTAMENTI PER “RACCONTARE L’INDICIBILE”


Presentazione di libri online e in presenza, letture, spettacoli teatrali, incontri con le scuole e programmazioni di film, nel ricco programma che si svilupperà dal 22 gennaio al 4 febbraio.

Presentazione di libri online e in presenza, letture, spettacoli teatrali, incontri con le scuole e programmazioni di film, nel ricco programma di iniziative promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Magione in occasione del Giorno della Memoria sul tema: “Raccontare l’indicibile. Narrazioni, reticenze e negazioni” che si svilupperà dal 22 gennaio al 4 febbraio.



PROGRAMMA


Gli incontri si aprono lunedì 22 gennaio ore 18 in diretta sulla pagina Facebook Magione cultura e sul canale You Tube Magione live con lo scrittore Fabiano Massimi, che parlerà del suo libro “Se esiste un perdono” Longanesi editore. Insieme all’autore dialogheranno Luigina Miccio, Komunicareleditoria e Fabiana Mercantini docente dell’Istituto Omnicomprensivo G. Mazzini di Magione.

L’iniziativa prosegue con la programmazione del film “Il labirinto del silenzio” del regista Giulio Ricciarelli giovedì 25 alle ore 17.30 nella sala conferenze della biblioteca comunale.



Venerdì 26, all’Officina teatrale La piazzetta, il reading di letture, musiche e immagini liberamente ispirato dal libro Dal giardino all’inferno. Lettere di una nonna ebrea dalla Germania 1933-1942, a cura del Circolo lettori ad alta voce di Magione e con la partecipazione di Mirco Bonucci alla chitarra.

Lo spettacolo sarà preceduto, alle 17, da un intervento della curatrice del libro Mara Fazio, storica del teatro e dello spettacolo moderno e contemporaneo, che interverrà in diretta per raccontare la storia delle lettere e le vicende familiari che hanno visto le sue lontane parenti vittime del regime nazista.

Gli appuntamenti proseguono con lo spettacolo al Teatro Mengoni, il 27 gennaio alle ore 21, “L’isola degli uomini”, di e con Stefano Baffetti, prodotto da BottegArt, che ripercorre la vera storia dei pescatori di Isola Maggiore che nel giugno 1944, sfidando la sorte, portarono in salvo ventisei ebrei destinati alla deportazione. 
Lo spettacolo, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, proposto in occasione del decimo anniversario della pièce e a 80 anni dai drammatici fatti storici raccontati, sarà preceduto, nel pomeriggio alle 17, dall’incontro online “Letteratura e Shoah”, conversazione sul libro “Novecento scritturale. 
La letteratura italiana e la Bibbia” di Sonia Gentile, docente dell’Università la Sapienza di Roma, edito da Carocci editore. Ne parleranno l’autrice e Cristiano Spila, Fondazione Giorgio Bassani.

Domenica 28 gennaio
ore 17.00 in biblioteca si parla di fumetti con Claudio Ferracci (Biblioteca delle Nuvole) che interverrà su: Le strisce dei lager. Il fumetto e la Shoah da Art Spiegelman agli X-Men in collaborazione con TrasimenoFumetto Festival.

Martedì 30 gennaioore 15.30 sempre in biblioteca, nell’ambito dei corsi dell’Università della terza età di Magione Sandro Tiberini terrà una conferenza dal titolo “La memorialistica italiana della Shoah (1944-2009)”

Venerdì 2 febbraio ore 17
, Officina teatrale La piazzetta, conversazione con lo scrittore Giovanni Dozzini sui romanzi “La scelta” (Nutrimenti editore) e “Il prigioniero americano” (Fandango edizioni). L’autore ne parlerà con Vanni Ruggeri, assessore alla cultura Comune di Magione. Letture a cura del Circolo lettori ad alta voce (LaAV) di Magione.

Il programma si conclude domenica 4 febbraio nella sala del Consiglio comunale di Magione con la presentazione del libro Tre papi del ’900 davanti all’orrore di Auschwitz di Stefano Nicosia (Morlacchi editore). Dialoga con l’autore Alessandro Cesareo, docente di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Lateranense

Appuntamenti per le scuole: lunedì 29 gennaio, presso l’Istituto Omnicomprensivo “G. Mazzini” di Magione, è previsto un incontro con le classi terze nell’ambito del Progetto lettura, dal titolo “Il filo spinato della memoria. Pratiche di narrazione sulla tragedia indicibile”, mentre incontri tematici saranno proposti agli studenti di tutti i plessi del Circolo Didattico di Magione, venerdì 26 e martedì 30 gennaio.

DICHIARAZIONE ASSESSORE ALLA CULTURA VANNI RUGGERI
“Anche quest’anno – commenta Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione che promuove l’iniziativa – un ricco calendario di iniziative, proposte nelle scuole del territorio e nei principali luoghi della cultura attraverso la voce e il contributo di studiosi, giornalisti, scrittori e ricercatori, in un itinerario di memoria che si muove tra letteratura e cinema, approfondimento storico e riflessione sul presente, impegno di ricerca e partecipe divulgazione.
Tanti appuntamenti diversi declinati intorno ad un coerente percorso interpretativo: il paradosso di dire l’indicibile, il rovello patito da ogni sopravvissuto, le modalità di costruzione letteraria della memoria concentrazionaria, ma anche lo scacco della parola, di fronte all’immane indicibilità dei fatti, implicitamente mosso ad ogni scrittore impegnato nel raccontare, narrare, rappresentare “la banalità del male”.”
“Perché il giorno della memoria – aggiunge -, lungi dal rappresentare un semplice appuntamento istituzionalmente codificato, diventi ineludibile pietra d’inciampo della coscienza civile e democratica nel suo quotidiano costruirsi e trasmettersi alle generazioni più giovani, fattore operante di una testimonianza ideale che riguarda tutti, memento della Storia che non cessa drammaticamente di interrogarci con un lessico di stringente attualità.”
Alla realizzazione dell’iniziativa hanno collaborato: Biblioteca Vittoria Aganoor Pompilj, Komunicareleditoria, Istituto Omnicomprensivo Mazzini, Circolo Didattico di Magione, Università della terza età di Magione, Compagnia Teatrale Magionese, Circolo LaAv Magione, BottegArt, Teatro G. Mengoni, Sistema Museo, Nati per Leggere, Biblioteca delle Nuvole, Trasimeno Fumetto festival, Festival delle Corrispondenze, Premio Vittoria Aganoor Pompilj.

TUTTO IL PROGRAMMA
RACCONTARE L’INDICIBILE
Narrazioni, reticenze e negazioni

Ogni dolore può essere sopportato se lo si narra, o se ne fa una storia.
Karen Blixen

Lunedì 22 gennaio | ore 18.00
EVENTO ON LINE
Presentazione del libro
Se esiste un perdono
di Fabiano Massimi (Longanesi editore)
Dialogano con l’autore
Luigina Miccio, Komunicareleditoria e
Fabiana Mercantini, docente Istituto Omnicomprensivo G. Mazzini di Magione

Giovedì 25 gennaio | ore 17.30
Biblioteca comunale Vittoria Aganoor Pompilj
Programmazione del film
Il labirinto del silenzio
Regia di Giulio Ricciarelli (2014)
Venerdì 26 gennaio | ore 9.30 – 11.30
Scuola primaria di Magione “Lombardo Radice”
Scuola primaria di San Feliciano “Don Lorenzo Milani”
Ricordare Auschwitz, oggi
Il seme della memoria e le sfide del presente
nell’ambito del Progetto Lettura del Circolo Didattico di Magione

Venerdì 26 gennaio | ore 17.00
Officina teatrale “La piazzetta”
Annaliese non partirà
Reading teatrale di letture, musiche e immagini liberamente tratto dal libro
Dal giardino all’inferno. Lettere di una nonna ebrea dalla Germania 1933-1942
(Bollati Boringhieri editore)
di Mara Fazio, storica del teatro e dello spettacolo moderno e contemporaneo, che interverrà in diretta
A cura del Circolo lettori ad alta voce (LaAV) di Magione
Alla chitarra Mirco Bonucci
In collaborazione con Festival delle Corrispondenze | Premio VAP

Sabato 27 gennaio | ore 10.30
Biblioteca comunale Vittoria Aganoor Pompilj
La Shoah spiegata ai bambini (età 4-10 anni)
Tre in tutto di Davide Calì | Orecchio Acerbo
La guerra di José Jorge Letria e André Letria | Salani
La bambina del treno di Lorenza Farina | Paoline
Il volo di Sara di Lorenza Farina | Fatatrac
Dall’altra parte di Laurence Fugier | Pane e Sale
A cura di Andreina Panico, nell’ambito del progetto Nati per leggere

Sabato 27 gennaio | ore 17.00
EVENTO ON LINE
Narrazione, scrittura e Shoah
Conversazione sul libro
Novecento scritturale
La letteratura italiana e la Bibbia
di Sonia Gentili, Università la Sapienza di Roma
(Carocci editore)
Dialoga con l’autrice Cristiano Spila, Fondazione Giorgio Bassani

Sabato 27 gennaio | ore 21
Teatro comunale G. Mengoni
Spettacolo teatrale
L’isola degli uomini
di e con Stefano Baffetti
10° anniversario
Una produzione Bottegart – Bottega artigiana della creatività e dei diritti umani

Domenica 28 gennaio | ore 17.00
Biblioteca comunale Vittoria Aganoor Pompilj
Le strisce dei lager
Il fumetto e la Shoah da Art Spiegelman agli X-Men
a cura di Claudio Ferracci (Biblioteca delle Nuvole)
In collaborazione con TrasimenoFumetto Festival

Lunedì 29 gennaio | ore 9-11
Istituto Omnicomprensivo “G. Mazzini” di Magione
Il filo spinato della memoria
Pratiche di narrazione sulla tragedia indicibile
Incontro con le classi terze
nell’ambito del Progetto Lettura dell’Istituto Omnicomprensivo di Magione

Martedì 30 gennaio | ore 9.30-12.30
Scuola primaria di Villa-Soccorso “Aldo Capitini”
Scuola primaria di Agello
Il mare nero dell’indifferenza.
Storie, graphic novel e albi illustrati per non dimenticare
nell’ambito del Progetto Lettura del Circolo Didattico di Magione

Martedì 30 gennaio | ore 15.30
Biblioteca comunale V. Aganoor Pompilj
La memorialistica italiana della Shoah (1944-2009)
Conferenza del prof. Sandro Tiberini
nell’ambito dei corsi dell’Università della Terza Età di Magione

Sabato 2 febbraio | ore 17.00
Officina teatrale “La piazzetta”
Conversazione con lo scrittore Giovanni Dozzini su
La scelta (Nutrimenti editore) e
Il prigioniero americano (Fandango edizioni)
Dialoga con l’autore Vanni Ruggeri, Assessore alla Cultura del Comune di Magione
Letture a cura del Circolo lettori ad alta voce (LaAV) di Magione

Domenica 4 febbraio | ore 17.00
Sala del Consiglio comunale di Magione
Presentazione del libro
Tre papi del ’900 davanti all’orrore di Auschwitz
di Stefano Nicosia (Morlacchi editore)
Dialoga con l’autore Alessandro Cesareo, docente di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Lateranense

mercoledì 17 gennaio 2024

AL TEATRO MENGONI DI MAGIONE DEBUTTA IN PRIMA NAZIONALE BUONANOTTE MAMMA DALL'OPERA DEL PREMIO PULITZER MARSHA NORMAN.

 

Domenica 21 gennaio ore 18. In scena Marina Confalone e Mariangela D'Abbraccio

Prosegue la Stagione 23/24 del Teatro Mengoni di Magione. In prima nazionale, domenica 21 gennaio alle 18, Marina Confalone e Mariangela D'Abbraccio sono le protagoniste di Buonanotte mamma, straordinaria opera della drammaturga statunitense Marsha Norman, Premio Pulitzer per la drammaturgia nel 1983.

Buonanotte mamma fu reso famoso dalla versione cinematografica del 1986 con Anne Bancroft e Sissy Spacek per la regia di Tom Moore e fu portato in scena per la prima volta in Italia dal Piccolo Teatro nel 1984 con protagoniste Lina Volonghi e Giulia Lazzarini per la regia di Carlo Battistoni.

“La scena rappresenta uno scorcio della casa di Thelma; su una parete, ben visibile un orologio scandirà in tempo reale il conto alla rovescia che conduce, in un alternarsi di emozioni e di suspense, protagoniste e pubblico verso l’epilogo – spiega il regista Francesco Tavassi – La vicenda infatti si snoda in una sola serata, durante la quale Jessie Cates annuncia con lucida calma alla mamma Thelma che di lì a poco si suiciderà, per questo inizierà ad organizzarle scrupolosamente il futuro, curando tutto quanto di quotidiano e pratico le servirà in sua assenza dopo l'ultima “buonanotte, mamma”. 

Thelma tenterà disperatamente e con ogni mezzo di distogliere la figlia dal drammatico intento replicando “colpo su colpo”, agli argomenti della figlia preda di un insopportabile mal di vivere e decisa a compiere quest’ultimo atto in estrema libertà e autodeterminazione. Da questo disperato confronto, emerge l'impietoso racconto della loro esistenza e del loro fallimentare rapporto affettivo, sebbene, a tratti, la disperazione di Thelma e la lucida determinazione di Jessie, nel paradosso della situazione, generino momenti tragicomici rendendo ancora più dolorosa ed emozionante la narrazione. In scena dunque, tenerezza e morte si intrecciano in un surreale quotidiano all’amore tra una madre e una figlia. In questa edizione, due superbe attrici daranno voce, corpo e soprattutto anima a madre e figlia, sostenute da una messa in scena attenta a porle sempre in primissimo piano; così da regalare al pubblico la sensazione di averle sempre sotto controllo per poterne carpire le emozioni in ogni sguardo, in ogni respiro”.

Info e biglietti

È possibile prenotare telefonicamente al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20.

Acquisto online sul sito www.teatrostabile.umbria.it

NUOVO LICEO SCIENTIFICO MAGIONE. LA DIRIGENTE INGARGIOLA NE SPIEGA LE NOVITÀ



Per conoscere la scuola e gli indirizzi open day  sabato 20 gennaio
L’istituto verrà dotato di un’aula immersiva e saranno potenziati i laboratori scientifici e di informatica con nuove strumentazioni. Le iscrizioni partono dal 18 gennaio


Due sabati di apertura a studenti e famiglie, il 13 e il 20 gennaio, per conoscere l’offerta formativa dell’Istituto superiore Mazzini di Magione che, da quest’anno, accanto al tradizionale indirizzo tecnico turistico ha visto l’attivazione di un nuovo indirizzo di scuola superiore, il Liceo scientifico opzione Scienze applicate.
L’istituto verrà dotato di un’aula immersiva e saranno potenziati i laboratori scientifici e di informatica con nuove strumentazioni, grazie ai fondi europei del Pnrr. Sarà possibile effettuare l’iscrizione a partire dal 18 gennaio.
“È una splendida opportunità per gli alunni del territorio – commenta la dirigente scolastica Enza Ingargiola - e per tutti i ragazzi che vivono nelle zone limitrofe e nell’area del Trasimeno poter frequentare un Liceo rimanendo nel proprio comprensorio con un percorso di studi in grado di preparare gli studenti sia sotto l’aspetto umanistico che sotto quello scientifico.” “Nello specifico – spiega la dirigente – l’opzione “Scienze applicate” mira a sviluppare competenze nel campo delle discipline scientifiche e tecnologiche, afferenti alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, della Terra, dell’informatica e loro applicazione, una preparazione culturale ad ampio raggio per permettere ai discenti, al termine del loro percorso scolastico, di inserirsi con cognizione nel mondo del lavoro e/o di intraprendere un percorso formativo universitario. Occorre inoltre sottolineare che tale Liceo mira a promuovere anche l’implementazione delle competenze trasversali e umane, fondamentali al fine di affrontare in modo vincente le sfide del mondo professionale e sociale. Gli studenti, tramite questa tipologia formativa, apprendono come lavorare in gruppo, ma anche come comunicare in maniera efficace, come usare il tempo e come sviluppare abilità di problem solving. Tale processo formativo si configura, in tal modo, come un’esperienza educativa completa, all’avanguardia, organica e sorretta da progetti collaborativi, attività extracurricolari e un approccio didattico orientato alle esigenze della contemporaneità. La possibilità di utilizzare laboratori, strumentazioni scientifiche e risorse digitali che facilitano l’apprendimento rende la scelta di questo Liceo un fatto socialmente vantaggioso, un’opportunità preziosa.”
“Tutto il personale scolastico: docenti e ata – aggiunge Ingargiola – partecipa con gioia alla notizia di questa nuova realtà scolastica. Con l’occasione si ringraziano il Comune, nelle persone del sindaco Giacomo Chiodini e degli assessori Eleonora Maghini e Vanni Ruggeri per il sostegno dato alla scuola nella richiesta di attivazione del nuovo indirizzo, il Consiglio provinciale di Perugia, l’USR Umbria nella persona del Dott. Repetto e la Regione Umbria per aver espresso, a loro volta, parere favorevole.”