giovedì 23 maggio 2019

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE MAGIONE VIVA

Chiusura campagna elettorale della lista “Magione Viva”
Venerdì 24 iniziative in piazza a San Feliciano e Magione capoluogo per il candidato sindaco Giacomo Chiodini

Venerdì 24 maggio, per la giornata di chiusura della campagna elettorale della lista “Magione Viva” guidata dal candidato sindaco Giacomo Chiodini, appuntamento alle ore 18 a San Feliciano e alle 21 in piazza della Repubblica a Magione.

Si chiude così una campagna elettorale che ha visto i candidati della lista “Magione Viva” incontrare gli abitanti di tutte le frazioni del comune di Magione per la presentazione del programma in cui, in dieci punti, vengono spiegati gli obiettivi su sui il candidato sindaco e i consiglieri eletti si impegneranno.

Tra gli obiettivi del prossimo mandato:
il Trasimeno visto come “bene comune” da proteggere e promuovere attraverso il lavoro dell’Unione dei comuni per superare i campanilismi, favorire una gestione meno rigida del lago e un’economia turistico-ricettiva sostenibile; un piano particolareggiato per il centro storico di Magione capoluogo; l’estensione della videosorveglianza con interazioni tra le diverse forze dell’ordine e interventi per la sicurezza stradale; prosecuzione nel miglioramento delle strutture scolastiche anche con la realizzazione di nuovi edifici e mantenimento del tempo pieno; rafforzamento dei servizi a sostegno delle persone in difficoltà, degli anziani e dei non autosufficienti; sostegno all’associazionismo anche aumentando gli spazi aggregativi e culturali; impegno per un nuovo modello di gestione dei rifiuti.

LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA SU:
 https://www.giacomochiodini.it/programma-2019/

FANFARA REGIONALE UMBRA A MATERA



Aggiungi didascalia
La città dei “Sassi” ha ospitato il 67° raduno nazionale Associazione nazionale bersaglieri
La Fanfara regionale umbra dei bersaglieri presente a Matera
Nel 2020 le “piume nere” saranno a Roma 2020 in occasione del centocinquantesimo anniversario della Breccia di Porta Pia

Il 2019 è l’anno di Matera. E proprio Matera è stata il palcoscenico che ha visto andare in scena il 67° Raduno nazionale bersaglieri. Protagoniste le 60 fanfare italiane Anb (Associazione nazionale bersaglieri), tra cui anche la Fanfara regionale umbra.

Nata esattamente trent’anni fa, la Fanfara Regionale Umbra è stata fondata proprio a Magione e rappresenta da sempre motivo d’orgoglio per il paese. Con un organico di circa 30 elementi provenienti da tutta la regione, questa fanfara è unica nel suo genere anche per la presenza delle “gigogin”: le ragazze che aprono il passaggio dei fanti piumati in fascia tricolore. A Matera, la Fanfara regionale umbra dei bersaglieri è stata guidata dal vice-capofanfara Giulio Ottavio Macchiarini, sfilando in affascinante divisa storica del 1871.

Nella giornata di domenica 19 maggio, la città dei Sassi si è popolata di piume nere al vento che hanno saputo scaldare gli animi del folto pubblico accorso nei 2.500 mt di percorso. La parata è culminata in Piazza Vittorio Veneto, con il passaggio davanti alla tribuna d’onore, alla presenza di numerose autorità politiche e militari: il sottosegretario di Stato alla difesa, Angelo Tofalo, e il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Salvatore Farina, unitamente alle principali cariche Anb a partire dal Presidente, generale di brigata Ottavio Renzi.

Come ogni anno, il raduno nazionale bersaglieri rappresenta anche l’occasione per fare rete con il territorio della regione che ospita la manifestazione e creare sinergie che talvolta innescano gemellaggi e collaborazioni. Così fanfare, simpatizzanti e accompagnatori sono stati ospitati dai diversi paesi del territorio lucano, e la Fanfara regionale umbra ha goduto della generosa ospitalità del Comune di Calvello (PZ).

Sabato 18 maggio, i bersaglieri si sono esibiti a passo di corsa per le vie e nelle piazze principali della cittadina, concludendo la serata con un concerto che ha riscosso grande apprezzamento da parte della gremita folla intervenuta: brillanti musiche bersaglieresche e brani virtuosistici, diretti dal maestro Andrea Cavallucci Cavallacci. In questa occasione, la sezione bersaglieri di Magione, con il presidente Daniele Bogna, ha portato i saluti dell’amministrazione comunale di Magione al sindaco di Calvello, Maria Anna Falvella, con l’augurio di futuri incontri.

“Il raduno nazionale è un appuntamento immancabile per la Fanfara Regionale Umbra, – commenta il Presidente della fanfara, Gian Carlo Canonico – che si impegna tutto l’anno con dedizione per portare alto il nome della nostra regione in questo atteso evento. Ringrazio i bersaglieri dell’Umbria che ci hanno accompagnato e i nostri rappresentanti Anb, oltre al Comune di Magione che ci dimostra sempre la propria vicinanza; ma il grazie più grande va certamente a tutto il gruppo, bersaglieri, gigogin, capofanfara, maestro, per la passione messa in ogni nota e in ogni passo di corsa. Il prossimo anno ci aspetta Roma 2020, il raduno che celebrerà il centocinquantesimo anniversario della Breccia di Porta Pia: noi siamo già pronti”.

giovedì 16 maggio 2019

PRESENTAZIONE PROGRAMMA LISTA MAGIONE VIVA

La lista “Magione Viva” alle elezioni amministrative del Comune di Magione 2019
Giacomo Chiodini e la sua squadra proseguono il tour nel territorio comunale per la presentazione del programma di mandato
Prossimi appuntamenti a Magione, rione Caserino, sabato 18 ore18 e San Feliciano ore 20.30

MAGIONE – Proseguono a Magione le assemblee della lista del candidato sindaco Giacomo Chiodini nelle diverse frazioni del territorio comunale per la presentazione del programma di mandato e dei sedici candidati della lista “Magione viva”

LE ASSEMBLEE - Proseguendo nella linea tenuta nei cinque anni di mandato, che hanno visto gli amministratori confrontarsi spesso con i propri concittadini sulle scelte dell’amministrazione, il sindaco uscente, e la squadra che lo sostiene, hanno già incontrato gli abitanti di Montecolognola, Montemelino, Antria-Collesanto, Sole Pineta, Magione rione stazione, Monte del lago, Soccorso, Casenuove, San Savino, Vignaia e Vallupina.
Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni con assemblee a: Magione rione Caserino, sabato ore 18 e San Feliciano alle 20.30; Agello domenica alle ore 20.30; Montesperello martedì 21 ore 20.30; Torricella mercoledì 22, giovedì 23 e venerdì 24 con un incontro alle 18 a San Feliciano e alle 21, per la chiusura della campagna elettorale, in piazza a Magione.

IL PROGRAMMA - Dieci i temi salienti affrontati in maniera dettagliata nel programma di mandato. Un programma con cui i cittadini possono confrontarsi, valutare gli obiettivi che si vogliono raggiungere, condividere le scelte sul futuro del territorio. 
Una visione complessiva che va dal Trasimeno ai centri storici, dal problema dei rifiuti alla tutela del paesaggio; dall’attenzione all’associazionismo e al volontariato ai servizi socio assistenziali e sanitari; dalle infrastrutture alla pubblica amministrazione. Un programma fatto di proposte concrete che guardano a tutto il territorio comunale e a tutte le fasce d’età

TUTTO IL PROGRAMMA SU

venerdì 10 maggio 2019

TEATRO DI FIADDA A MAGIONE


Magione Teatro Mengoni - Torna il teatro di Fiadda con “Gli Affamati”
Attori udenti e non udenti portando in scena la finitezza umana

Torna il Teatro di FIADDA Umbria che ogni anno propone nuove e interessanti rappresentazioni con una compagnia affiatata composta da ragazzi udenti e non udenti (con protesi o impianti cocleari) pronti a calcare le scene come veri attori professionisti. 

La prossima rappresentazione si terrà sabato 11 maggio (ore 21) nel teatro Mengoni di Magione e si intitola "Gli Affamati" con la regia di Domenico Matera. 

 "Gli affamati", è una tragedia comica sulla storia di un gruppo di sciagurati presi dalla disperazione della fame. Nello sfondo c’è la triste realtà della guerra che indurisce e tira fuori il lati profondi e sconvolgenti dell’animo umano. Proprio questo hanno dovuto fare gli attori della compagnia teatrale di Fiadda, misurasi con i proprio limiti umani, con la finitezza dell’uomo che spesso cade nell’errore di sentirsi invulnerabile quando vive nei suoi agi e nelle sue sicurezze. Una sfida difficile per i giovani attori che attraverso un palco cercano di lanciare messaggi importanti sui problemi quotidiani della realtà. Vi aspettiamo... "affamati" ovviamente! (Info gliaffamati.11maggio@gmail.com Tel. 3478117063).

martedì 7 maggio 2019

GIORNATA NAZIONALE DEI CASTELLI

Giornata_nazionale_dei_castelli_Montecolognola
La sezione Umbria dell’Istituto nazionale dei castelli quest’anno presenta all’attenzione del pubblico il borgo fortificato del comune di Magione 
Montecolognola protagonista della Giornata nazionale dei castelli
Appuntamento sabato 11 maggio con visite guidate e conferenze. Raccolta fondi per la cappella di Santa Lucia

Sabato 11 maggio in occasione della Giornata nazionale dei castelli che si celebra in tutta Italia organizzata dall’Istituto nazionale dei castelli, la sezione Umbria dell’associazione ha scelto quest’anno, come luogo da portare l’attenzione, il borgo fortificato di Montecolognola nel comune di Magione. Nell’occasione verrà avviata una raccolta fondi per il restauro della cappella di Santa Lucia dipinta da Gerardo Dottori.

Il programma della giornata prevede alle 10 alle 12.30 e alle 15.30 visite guidate alla cinta muraria ed alla chiesa.
Alle ore 11, nella Chiesa di S. Maria Annunciata, Sandro Tiberini, studioso di storia locale, parlerà della vicenda storica ed architettonica del castello di Montecolognola.
Alle ore 16, nello stesso luogo, il critico d’arte Massimo Duranti, uno dei maggiori esperti di Gerardo Dottori a livello europeo, parlerà dell’artista perugino e della pittura murale di cui la chiesa conserva un’importante testimonianza. A seguire visita agli affreschi del pittore conservati nella cappella di Santa Lucia. Visto il precario stato di conservazione della cappella l’associazione ha lanciato una raccolta fondi. La somma andrà ad aggiungersi a quella già stanziata dalla sezione per avviarne con la Diocesi e il Comune il restauro.

Particolare_cappella_Santa_Lucia_Gerardo_Dottori
Raccolta fondi restauro Cappella Santa Lucia - Proprio per questa emergenza conservativa, nello spirito di un crowdfunding a sostegno dei beni storico-artistici locali, l’associazione invita a donare un libero contributo direttamente durante la Giornata o versandolo sul c/c bancario N. 5000/1000/155439 intestato a: Istituto Italiano dei Castelli – sezione Umbria – IBAN: IT90G0335901600100000155439 presso la sede di Perugia della Banca Prossima, via XX Settembre con l’indicazione “elargizione liberale alla sezione Umbria dell’IIC di… con nome e cognome.


Il castello di Montecolognola è stato recentemente oggetto di un importante lavoro di restauro che ha riguardato l’antica cinta muraria realizzata tra il XIII e il XVI secolo, grazie a una collaborazione tra pubblico e privato. Nel corso degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso le mura sono diventate patrimonio pubblico comunale. In quel periodo furono anche effettuati degli interventi grazie alle risorse provenienti dalla festa paesana a cui si aggiunsero significativi finanziamenti comunali. L’attuale restauro ha visto un investimento complessivo di 130mila euro.
Per procedere con i lavori è risultato fondamentale il contributo dei privati proprietari delle mura e del sedime a margine delle stesse per una lunghezza complessiva di oltre duecento metri. Di grande importanza è anche la donazione di oltre mille metri quadrati di terreno a margine delle mura. Quest’ultima acquisizione consentirà in seguito al Comune di realizzare un percorso pedonale in terra battuta, utile sia per una passeggiata sotto gli antichi merli che per eventuali interventi futuri di pulizia e restauro della cinta.

Castello_Montecolognola

martedì 30 aprile 2019

CATALOGO MUSEO DELLA PESCA

Presentazione sabato 4 maggio nello spazio museale a San Feliciano di Magione
Pubblicato il catalogo del Museo della pesca “Gli uomini e il lago”
Nell’occasione verrà scoperta una targa a ricordo dello studioso di dialettologia magionese Giovanni Moretti

Sabato 4 maggio, ore 16.30, a San Feliciano di Magione, Museo della pesca e del Lago Trasimeno, presentazione del volume “Gli uomini e il lago”, Morlacchi editore, catalogo del nuovo allestimento del museo, ripensato nell’impostazione e negli apporti tecnici. Il volume, curato da Ermanno Gambini e voluto dall’Amministrazione comunale a compimento di un lungo percorso di ricerca che ha visto coinvolti negli anni decine di studiosi, racconta il lungo rapporto tra l’uomo e il Trasimeno.
Fondamentale il contributo offerto da tanti pescatori/cacciatori/donatori, dai ricercatori dell’Alli (Atlante linguistico dei laghi italiani) e da altri valenti specialisti. Il visitatore viene introdotto alla conoscenza del più antico lago italiano con le sue particolari caratteristiche geo-fisiche, un ambiente delicato e per certi aspetti unico.
La notevole documentazione disponibile (archeologica, normativa, archivistica, cartografica, di culturamateriale, di lingua e di tradizioni) consente una chiara e per certi aspetti originale lettura della grande tradizione dei pescatori e della complessa gestione del lago.
La pubblicazione si giova degli acquerelli di E. Pasquali, dei disegni di G. e M. Agabitini, di un ricco corredo fotografico e dell’impegno profuso da Morlacchi editore di Perugia.
Nell’occasione verrà anche scoperta una targa a ricordo dello studioso di dialettologia magionese Giovanni Moretti i cui studi hanno ispirato gli studi etno-linguistici e geo-linguistici dell’Alli nelle comunità di pescatori di gran parte delle acque interne del Paese.
Interverranno Giacomo Chiodini, sindaco del Comune di Magione; Vanni Ruggeri, presidente del Consiglio comunale di Magione con delega alla cultura; Valter Sembolini, vicedirettore del Gal Trasimeno-Orvietano; Ermanno Gambini, direttore scientifico del Museo della pesca e del Lago Trasimeno; Giorgio Bonamente Dipartimento di lettere-lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, Università degli Studi di Perugia. Coordina Gianluca Galli, Morlacchi editore.


lunedì 29 aprile 2019

C'ERA UNA VOLTA LA MERENDA



Spettacoli, giochi, laboratori, danza aerea, musica e tante deliziose merende per una giornata all’insegna del divertimento e delle buone abitudini alimentari
A Magione C’era una volta la merenda, una domenica tra divertimento e sana alimentazione
Domenica 5 maggio il centro storico si trasforma nel Paese delle Meraviglie. Una giornata ricca di divertimento, tra laboratori creativi, passeggiate e spettacoli

Spettacoli, giochi, musica e tante deliziose merende per una giornata all’insegna del divertimento e delle buone abitudini alimentari, immersi nel racconto fantastico di Lewis Carroll. Torna domenica 5 maggio, nel centro storico di Magione dalle 9 fino alle 17, “C’era una volta la merenda”, l'evento nato per sensibilizzare bambini e famiglie sul tema della corretta e sana alimentazione.
Una gustosa e vivace iniziativa che darà la possibilità a grandi e bambini di trascorrere una giornata di festa tra i personaggi di Alice nel paese delle meraviglie e la tavola del “non compleanno” con le merende preparate dalle associazioni del territorio in collaborazione con le aziende agricole partner dell’iniziativa.

 Il programma della giornata prende il via alle 9 con la passeggiata nel bosco incantato con gli alunni della scuola d’infanzia del Circolo didattico di Magione, a cura dell’associazione l’Olivo e la ginestra. Dalle 10 alle 19, con Ama l'avventura, si potranno effettuare le passeggiate sui pony dell’azienda agraria di Valvasone, insieme a Capitan Libeccio. 

La mattina prosegue con il laboratorio teatrale SiriParte, a cura di Città del Sole, e con le letture ad alta voce, a cura della Biblioteca dei ragazzi di Magione (ore 11).

L’associazione laboratorio Magione dà appuntamento a grandi e piccini alle 15 per un gustoso laboratorio di cucina e, sempre alle 15 si terrà il laboratorio ludico creativo alla scoperta delle merende salutari, a cura della scuola materna Danzetta.

A partire dalle ore 16, non mancherà lo spazio riservato alle nuove tecnologie grazie alla start-up Ideattivamente che con un creativo laboratorio di robotica – Tinkering Lab – accompagnerà i più piccoli nel fantastico mondo della scienza; con A&M Bijoux i bambini impareranno, invece, a tagliare, cucire e giocare con le proprie creazioni.

E ancora, il laboratorio artistico a cura dell’asilo nido comunale Paperino, alle 16.30; quello musicale dell’asssociazione Doremilla alle 17 e la caccia al tesoro a squadre, a cura di Città del Sole (prenotazione obbligatoria 075 5733206), che regalerà al primo classificato una prelibata cena con prodotti tipici del Trasimeno.

Evento speciale di questa edizione: Alice in Wonderland! Un “folle” gruppo di artisti animerà le viedel centro storico con danze aeree e trampolieri.  
La bella tavola del "Non compleanno" di Alice nel Paese delle meraviglie sarà a disposizione di grandi e piccini con tante le sane merende da degustare preparate con i migliori prodotti del territorio. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Magione e finanziata con la misura 16.4.2. PSR2014/2020 nell’ambito del progetto Trasimeno Sana alimentazione e Sano stile di vita.

PROGRAMMA E MERENDE