giovedì 22 agosto 2019

LAVORI PUBBLICI ANTRIA

 Antria: un nuovo volto per il XXV° del Ss. Crocifisso
Prevista la ripavimentazione di vie e piazze interne del paese per i festeggiamenti del 2020

Il piccolo borgo di Antria sarà oggetto di un progetto di risistemazione della viabilità interna in vista dei festeggiamenti per il XXV del Ss.Crocifisso in programma dal 21 al 28 giugno 2020.
I lavori, progettati e finanziati dal Comune di Magione, prevedono la ripavimentazione in pietra del percorso interno alle antiche mura da via Antica fino a piazza Antonio Bonciari salvaguardando il bordo storico in mattoni antichi.


Il rifacimento del manto stradale sarà anche occasione per l’interramento dei sottoservizi con la volontà, previo accordo con Enel e Telecom, di riuscire a far passare sottoterra anche i cavi elettrici e della telefonia.
“Si tratta di un importante intervento – commenta l’assessore ai lavori pubblici, Massimo Ollieri –, che va a riqualificare un borgo ricco di storia e per il quale è previsto un investimento di circa 200mila euro”. “Intanto – fa sapere – con gli operai del comune, su sollecitazione della comunità locale, abbiamo provveduto a liberare da una vegetazione cresciuta in modo disordinato un tratto delle antiche mura in prossimità della Quattrocentesca chiesa di san Rocco. Un primo intervento, effettuato con risorse interne all’amministrazione, che ha restituito decoro a un luogo di particolare bellezza”.


mura liberate dalla vegetazione

La progettazione ha visto anche l’impegno del Comitato per il XXV del Ss. Crocifisso Antria 2020 che ha seguito da vicino le idee che sono alla base dei futuri lavori.

Il borgo di Antria ha avuto negli ultimi anni un crescendo di interesse anche grazie alle iniziative che le associazioni del posto hanno messo in essere. 
Accanto alla tradizionale sagra si sono aggiunti eventi, come il presepe vivente, che hanno permesso ad un numero sempre maggiore di persone di conoscerlo. 
Importanti anche le pubblicazioni uscite sulla storia e sui personaggi che qui sono nati.

mercoledì 21 agosto 2019

NIDO PAPERINO

Apertura anticipata per il nido comunale di Magione “Paperino”
Grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione Umbria la struttura riaprirà il 26 agosto invece del 2 settembre

Apertura anticipata al 26 agosto, invece che il previsto 2 settembre, per il nido comunale Paperino. L’anticipazione, riservata ai bambini già frequentanti, e’ stata possibile grazie al trasferimento regionale del Fondo per il Sistema Integrato dei Servizi di Educazione e Istruzione, e pensata per agevolare le famiglie che riprendono le attività lavorative. Inoltre, sarà di conseguenza possibile anticipare alla prima settimana di settembre, anche il periodo di inserimento dei nuovi iscritti.
Con la stessa misura da cui provengono i fondi utilizzati per aprire prima la scuola è stato possibile anche ridurre del 10% la quota fissa delle rette da gennaio a giugno 2019.
L’asilo nido comunale, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 17.30, ha una disponibilità di 54 posti. Ad oggi sono otto le domande in lista di attesa.

lunedì 19 agosto 2019

LAVORI UMBRA ACQUE VILLA

Partiti i lavori per allacciare oltre 60 abitazioni di Villa alla fognatura pubblica
Importante investimento di Umbra Acque nel comune di Magione nell’ambito del Programma degli interventi su rete idrica 2016-2019

Iniziati da Umbra Acque a Villa di Magione i lavori per allacciare oltre cinquanta abitazioni alla fognatura pubblica.
L'intervento di risanamento consisterà nella realizzazione di oltre 1300 metri di condotte a gravità fino ad una stazione di sollevamento prossima al raccordo Perugia-Bettole. Da qui con altri 600 metri a pressione le tubazioni si agganceranno alla rete principale fino al depuratore di Montesperello.

La nuova conduttura permetterà anche di eliminare uno scarico a cielo aperto presente lungo i campi tra il paese e la superstrada non lontano dalla zona archeologica etrusca di Colle Arsiccio (Fontonaca).

Si tratta di un importante investimento di Umbra Acque, arrivato dopo ripetute segnalazioni e facente parte del Programma degli interventi su rete idrica 2016-2019 approvato da Auri (Autorità umbra rifiuti e idrico).

SAGRA DEL GAMBERO

Terrazza panoramica
 Nella frazione di Magione ha preso il via la Sagra del gambero e del pesce di lago
A San Savino con la sagra che valorizza il Trasimeno 
e investe nel paese
Fino a domenica 25 agosto cucina tradizionale e musica dal vivo ogni sera

“Da anni stiamo rilanciando e valorizzando i piatti locali a base di pesce di lago e devo dire che piacciono sempre più, riscuotendo enorme successo. Non a caso ci vengono a trovare da tutta l’Umbria e anche da fuori regione”

È la cucina il pezzo forte della Sagra del gambero e del pesce del lago Trasimeno come racconta il presidente della proloco di San Savino Maurizio Orsini. 

Ma a testimoniarlo sono proprio i diversi accenti che si odono tra i tavoli, dei turisti provenienti dai vari angoli d’Italia che, se in vacanza al Trasimeno, lo confermano loro stessi, non rinunciano a farvi tappa. 

Insomma, buona la prima a San Savino dove è in corso la 33esima edizione della Sagra del gambero: tavoli tutti pieni, centinaia di coperti serviti e grande apprezzamento per il menù e per gli spettacoli musicali dal vivo. Un fiume di persone che si riversa in questo piccolo paese del comune di Magione e che permette alla stessa proloco di reperire importanti fondi che vengono poi regolarmente reinvestiti nel paese. 


Museo della comunicazione del Novecento

Ne sono prove tangibili il campo da calcio a 7 in manto sintetico inaugurato l’anno scorso e il suggestivo Museo della comunicazione del Novecento 900.com’ realizzato poche settimane fa nella struttura delle ex scuole elementari, ristrutturata di recente anche questa grazie alla Sagra del gambero e ai finanziamenti della proloco. 




“Il campo sportivo funziona molto bene – ha voluto sottolineare Orsini – e siamo orgogliosi di questo museo realizzato in collaborazione con il Museo del gioco e del giocattolo di Perugia. Quando riapriranno le scuole, sarà un importante punto di riferimento per le scolaresche che lo potranno visitare in concomitanza con l’Oasi naturalistica ‘La valle’ che si trova proprio qui vicino”.

Antipasto di pesce di lago

Fino a domenica 25 agosto, gli amanti degli spiedini di persico, della tinca affumicata, del guazzetto di gambero e delle fritture di pesce avranno il loro punto di riferimento al Trasimeno a San Savino dove ogni sera verrà anche proposta musica dal vivo e dj per tutti i gusti, dal ballo liscio al folk, passando per il rock, l’hip-pop e la dance.

Da segnalare, tra gli eventi collaterali, il trekking storico-naturalistico in programma domenica 18 agosto alle 9 con un’escursione guidata nelle terre di San Savino, al costo di 8 euro e con aperitivo finale offerto dalla proloco (prenotazioni entro giovedì 15 agosto chiamando il 340.7116514). Tutte le informazioni sul sito www.prolocosansavino.it.

lunedì 5 agosto 2019

LAVORI CHIESA SAN FELICIANO

Chiesa di San Feliciano, nuovi lavori con l’8% proveniente dagli oneri di urbanizzazione
L’iniziativa possibile grazie ad un’apposita convenzione tra Comune di Magione e Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve

Destinati alla ristrutturazione del presbiterio della chiesa di San Feliciano l’8% dei proventi dagli oneri di costruzione del comune di Magione pari a 11.930,89 euro.

Un’operazione resa possibile da una legge della Regione Umbria in cui si stabilisce che: “il Comune, previa intesa con le organizzazioni religiose i cui rapporti sono regolati con lo Stato, destina una quota pari al 8% dei proventi degli oneri di urbanizzazione secondaria, risultanti dalla relazione annuale consuntiva allegata al bilancio, per chiese ed altri edifici per servizi religiosi. I rapporti tra il comune e le organizzazioni religiose istituzionalmente competenti, derivanti dalla destinazione della quota dei proventi, sono oggetto di apposita convenzione”.

Convenzione che tra Comune di Magione e Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve ha stabilito che “il contributo verrà utilizzato per la ristrutturazione e ricomposizione del presbiterio della chiesa parrocchiale della Parrocchia di S.Feliciano quale prolungamento del piano di massima esercizio finanziario 2017”.

lunedì 29 luglio 2019

RIDUZIONE TARIFFE SCOLASTICHE


Riduzioni tariffarie iscritti 2019-2020 per gli aventi diritto devono essere presentate entro il 30 settembre

MAGIONE 29 luglio 2019 - I genitori, in possesso dei requisiti previsti, possono richiedere riduzioni tariffarie per i servizi di mensa scolastica e trasporto, per: appartenenza alle fasce Isee così come previsto dal “Regolamento comunale per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate”; secondo o terzo figlio che usufruisce dello stesso servizio, così come previsto dal “Regolamento sul servizio di trasporto scolastico e di ristorazione scolastica”. Gli aventi diritto devono presentare annualmente apposita richiesta entro la scadenza del 30 settembre 2019, pena l’esclusione.

Tutta la modulistica è scaricabile sul sito del comune, sezione modulistica, e disponibile presso gli uffici dell’area socio educativa del comune di Magione in Viale Dante Alighieri n.2. La stessa, una volta compilata e corredata dalla documentazione necessaria, dovrà essere inviata e/o consegnata agli uffici dell’area socio educativa o all’ufficio protocollo del comune di Magione il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13; il mercoledì dalle 15 alle 18.

venerdì 26 luglio 2019

DECEDUTO LO SCRITTORE ENNIO CRICCO

Deceduto lo scrittore Ennio Cricco cittadino onorario di Magione
Figura di grande cultura e umanità ha sempre mantenuto vivo il suo legame con la comunità magionese

La comunità di Magione, con la scomparsa a 98 anni del maestro-scrittore Ennio Cricco perde uno dei più importanti testimoni della sua cultura. L’amministrazione comunale che nel 2008 gli conferì la cittadinanza onoraria, si unisce al cordoglio di familiari e amici per la perdita di una figura  di grande spessore culturale unita a una grande umanità.

Ennio Cricco nasce il 7 giugno 1921 a Bolzano dove il padre ferroviere viene trasferito. Così, Cricco stesso, con ironia, raccontava la sua nascita:
“mi chiamo Enio, Hugo, Nando Cricco, figlio di Costanzo, detto Corrado, di Sant’Andrea delle Fratte e di Rosa Marchesi, magionese. Enio, con una enne, per colpa del prete tedesco che raccolse la denuncia della mia nascita”. 

Pur trascorrendo tutta la vita a Bolzano Cricco non dimenticò mai i luoghi di origine della sua famiglia dove passò lunghi periodi durante le vacanze

A proposito di Magione ebbe a dire: 
“Magione fu per me, ragazzo, un mondo fantastico e meraviglioso, dove ogni momento era propizio per scoprire qualcosa o qualcuno”. 
A Ennio Cricco il Comune di Magione con l’allora sindaco Massimo Alunni Proietti, conferì nel 2008 la cittadinanza onoraria e, quello di Perugia, l’onorificenza del “baiocco”, concessa ad esponenti di spicco del mondo dell’arte e della cultura. Si deve al suo profondo lavoro la rivalutazione del dialetto perugino-magionese fatto attraverso le traduzioni di importanti opere letterarie, pubblicate grazie al contributo della proloco di Magione, come quella dell’Inferno di Dante raccontato ai Perugini (1988). La grandezza di quest’opera sta nel fatto di avere dato la possibilità a tutti i magionesi e perugini di fare proprio quel patrimonio dell’umanità rappresentano dalla Divina Commedia.
A questa hanno fatto seguito, ‘Ndreino, trasposizione in dialetto magionese della celebre novella del Boccaccio Andreuccio da Perugia (inserita nel volume Perugia e l su dialetto, n amor da faje l vèrzo, a cura di Sandro Allegrini e Walter Pilini). Ventiquattro composizioni poetiche di Ennio Cricco comparvero anche nel volume “Magione, venti secoli di storia, cultura, ritratti e spiritualità” (2001) sempre edito dalla proloco di Magione.

Nel cuore dei magionesi è rimasta la serata organizzata in suo onore dalla proloco di Magione nel 2013 durante la Settimana magionese che vide la presenza del maestro-scrittore. 

Serata di grande commozione con lo spettacolo omaggio “L mi’ paese: Ennio Cricco racconta la sua Magione” proposto dal Trio del Dònca nella piazzetta di Casalta luogo legato, in maniera particolare, alla vita dello scrittore che da bambino passava qui le sue estati. 
Voce guida alle letture di Fausta Bennati, Leandro Corbucci e Gian Franco Zampetti componenti del Trio del Dònca fu Sandro Allegrini, curatore per Morlacchi editore della pubblicazione di Cricco “Scritti in lingua magionese perugina”. 

Nel dialetto tanto amato dall’autore, in merito al quale ebbe a dire: 
“Vorrei che si ricordasse che, coltivando il nostro dialetto, noi useremo il mezzo più semplice, concreto e diretto, per conservare la memoria del nostro passato” 
vennero ricordati i diversi momenti della sua vita, dalla casuale nascita a Bolzano, ai diversi eventi che ebbero come protagonista lui o la sua famiglia.