martedì 13 aprile 2021

A #SEILIVE GIOVANNI DOZZINI CON “QUI DOVEVO STARE”


Incontro mercoledì 14 aprile sul social Facebook e canale You Tube


Il giornalista e scrittore Giovanni Dozzini ospite del format online #SeiLive per presentare il suo ultimo libro  Qui dovevo stare Fandango libri. Appuntamento mercoledì 14 alle 19 sulla pagina Facebook Magione cultura e sul canale Yuo Tube Stampa Magione.

#Seilive / Incontri, presentazioni e r-esistenze tra le righe, è il nuovo format di approfondimento culturale interamente in diretta promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Magione.

Dopo il romanzo E Baboucar guidava la fila, il tema dell’immigrazione torna in questo nuovo romanzo di Dozzini Qui dovevo stare attraverso l’ininterrotto flusso di pensiero del protagonista Luca Bregolisse, detto Brego. Anche qui i personaggi si muovono in luoghi che per un perugino sono riconoscibili: Casaglia, Monteluce, Fontivegge, il centro di Perugia.

Per tutto il libro ascoltiamo il pensiero del Brego. La sua rabbia contro marocchini albanesi rumeni che hanno distrutto il senso di sicurezza del paese portando problemi come droga e furti nelle case.
Quella realtà fatta di ideali e certezze non c'è più e per Luca Bregolisse, con un passato tra centri sociali e kefia rossa al collo, a quarant’anni, diventato un “padroncino”, qualche cosa cambia.

Lo seguiamo nel suo ininterrotto flusso di pensieri scoprendo la storia del suo dipendente, il marocchino Nabil e della sua famiglia; del rapporto senza più interesse con la moglie Pam-Pamela; delle vicende del Tordo, amico d'infanzia; di quel padre colpevole della svolta che ha dato fine alla storia del Pci.

Una storia personale ma collettiva in cui i rapporti familiari, di lavoro, amicizia e amore non tengono più e la scelta è quella di capovolgere tutto, di andare nella direzione opposta.

Tutti i video degli appuntamenti rimangono in rete e sono visibili tramite la pagina social Magione Cultura e il canale You Tube Stampa Magione.

Link per seguire la diretta:
Facebook https://streamyard.com/nbam98x53n

You Tube https://www.youtube.com/watch?v=kQioNOgtBko

L'AUTORE

nato a Perugia. Giornalista e traduttore, suoi articoli sono stati pubblicati su Europa, Huffington Post Italia, Pagina99, OndaRock. Ha scritto altri tre romanzi: Il cinese della piazza del pino (Midgard 2005), L’uomo che manca (Lantana 2011) e La scelta (Nutrimenti 2016). È tra gli organizzatori del festival di letteratura in lingua spagnola Encuentro.

mercoledì 7 aprile 2021

REDDITO DI CITTADINANZA. ATTIVATI I PRIMI DUE PROGETTI PER LAVORI DI PUBBLICA UTILITÀ

Gli ambiti sono l’area lavori pubblici e orientamento dell’utenza degli uffici comunali.

Promossi dall’area socioeducativa del Comune di Magione due progetti di inclusione per gli aventi diritto al reddito di cittadinanza e finalizzati a lavori di pubblica utilità.

Gli ambiti in cui verranno svolte le mansioni previste a sostegno e integrazione alle attività ordinariamente svolte dal Comune sono nell’area lavori pubblici e manutenzione del verde, e a supporto dell’orientamento degli utenti degli uffici comunali.

Le attività, come per legge, prevedono almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16 e sono tenuti ad offrire la propria disponibilità allo svolgimento delle attività nell'ambito dei Progetti utili alla collettività, i beneficiari del reddito di cittadinanza che abbiano sottoscritto un Patto per il lavoro o un Patto per l'inclusione sociale.

Le domande possono essere presentate autonomamente tramite patronati o accedendo al portale Inps. Quest’ultimo istruisce le pratiche in base al reddito Isee. Le richieste saranno indirizzate successivamente, in base alle caratteristiche del nucleo familiare, ai centri per l’impiego o all’area servizi sociali del Comune che provvede alla presa in carico, monitoraggio ed eventuale realizzazione di progetti personalizzati.

Le liste degli aventi diritto sono in evoluzione costante in base alla condizione economica del nucleo familiare, rilevabile tramite l’attestazione Isee dagli uffici di cittadinanza.
“Stiamo da tempo lavorando a progetti di inclusione per le persone che percepiscono il reddito di cittadinanza – afferma Eleonora Maghini, assessore ai servizi sociali del Comune di Magione – nella convinzione che sia uno strumento indispensabile per far uscire le persone da una forma di assistenzialismo ed acquisire un’autonomia lavorativa in cui possono essere messe in campo competenze personali o acquisirne delle altre. Con questo obiettivo attiveremo nei prossimi mesi altri progetti utili alla collettività”.
“Non tutti gli aventi diritto possono esser impiegati in quanto molti beneficiari percepiscono un reddito di cittadinanza molto esiguo a integrazione del reddito familiare, altri invece sono esonerati perché persone fragili o con disabilità.”

BILANCIO DI PREVISIONE E RISORSE. FONDAMENTALE SAPERE LE DECISIONI DEL GOVERNO

Eliminati i diritti di segreteria anagrafici per favorire i pagamenti online con il sistema PagoPa


“Anche quest’anno abbiamo dovuto impostare un bilancio di previsione in una situazione di parziale incertezza a causa dell’emergenza sanitaria” afferma Massimo Lagetti, vicesindaco con delega al bilancio, in merito al bilancio di previsione 2021 approvato nell’ultimo consiglio comunale tenutosi, causa Covid, in streming. La manovra di attesa è stata concordata anche con i sindacati con i quali l’amministrazione si confronterà in fase di variazione bilancio nel secondo semestre.

“Per quello che riguarda la spesa corrente – spiega Lagetti – dobbiamo parlare di bilancio “in attesa” dal momento che non è ancora chiara la politica 2021 del nuovo governo e di conseguenza non sono ancora noti i ristori destinati ai Comuni e, indirettamente, a cittadini e imprese. Abbiamo ritenuto opportuno stare in stand-by per poi intervenire in fase di assestamento di bilancio nella seconda metà dell’anno anche perché è in quella fase che vengono emessi i vari pagamenti dei tributi comunali”.
“Va però evidenziata – aggiunge – la crescita della difficoltà di riscossione dei vari tributi a carico di cittadini e imprese ed è per questo che abbiamo modificato alcuni obiettivi di gestione tra cui: il processo di riduzione delle tempistiche per il recupero dell’evasione e/o del non riscosso, il lavoro costante di bonifica ed informatizzazione delle banche dati al fine di ridurre progressivamente i disallineamenti con altre banche dati (es. catasto, anagrafe, agenzia entrate) e facilitare il controllo delle singole posizioni/contribuenti, l’intento di adottare una modalità d’azione volta alla collaborazione tra ente e contribuenti. Azioni che tendono a limitare le disparità tra contribuenti”.
Per quello che riguarda azioni di supporto a cittadini e imprese in questo momento di difficoltà l’amministrazione comunale ha già previsto la possibilità di uscire con bandi legati a sconti sulla Tari sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche e la possibilità di un nuovo bando affitti per venire incontro alle attività commerciali che occupano immobili non di proprietà.

“Abbiamo anche intrapreso una serie di attività di modernizzazione dei servizi comunali – conclude Lagetti – in modo da incentivare l'utilizzo dei servizi e dei pagamenti on-line. Sono stati soppressi i diritti di segreteria anagrafici su certificati di qualunque natura, atti di notorietà, nulla osta di qualunque specie e autenticazione di firme in carta semplice: € 0,26 e in carta da bollo pari ad € 0,52 che a fronte dell’esiguità delle somme costituisce un aggravio e un disincentivo all'utilizzo di modalità telematiche da parte dei cittadini”.



ACCADDE AL TRAMONTO. IL “GIALLO” CHE FA SCOPRIRE IL TRASIMENO

Presentazione del libro venerdì 9 aprile in diretta su Facebook e You Tube con l’autore Marco Pareti

 Scoprire il Trasimeno seguendo le vicende di Carlo e della sua cagnolina Bimba, protagonisti dell’ultimo libro di Marco Pareti “Accadde al tramonto” pubblicato da CoreBook improvvisamente catapultati in una vicenda dai toni avvincenti e serrati a causa dell'evolversi di eventi delittuosi legati al mondo dell'arte e a quello dei giovani

L’occasione la presentazione che del volume che verrà fatta online venerdì 9 aprile, ore 18, in diretta sulla pagina Facebook Magione cultura e sul canale Yuo Tube Stampa Magione.

Ne parleranno con l’autore Francesca Caproni, direttrice del GAL Trasimeno-Orvietano, Sonia Bagnetti, direttrice tecnica di CoreBook, Carla Medici, illustratrice e Alessandro Mastrini, operatore video. Interverrà l’assessore alla cultura del Comune di Magione, Vanni Ruggeri.

Il romanzo giallo, o per meglio dire il docu-crime, "Accadde al tramonto" di Marco Pareti, vuol essere un libro per tutti, agile, facile e scorrevole, senza tralasciare i colpi di scena che si alternano a pillole culturali e artistiche sui luoghi in cui la storia è ambientata.

Nel corso dell'appassionante racconto, la valorizzazione della bellezza artistica, dei paesaggi e della cultura dei borghi del lago Trasimeno, è in netta contrapposizione con la disonesta brutalità di alcuni trafficanti d'arte senza scrupoli.

Il docu-crime, nel suo dipanarsi, cita alcuni capolavori d'arte pittorica locali, luoghi storici e paesaggistici, con apposite note a corredo e con possibilità di approfondimento grazie ai supporti multimediali richiamabili tramite QR Code. Le illustrazioni di Carla Medici impreziosiscono l'opera e l'utilizzo di un font ad Alta Leggibilità facilita nella lettura i dislessici (D.S.A.) e chiunque abbia difficoltà visive.
Per chi volesse leggerlo, lo può trovare presso le principali librerie e i book shop online (eBay, Feltrinelli, CoreBook, Amazon, ibs.it, libreriauniversitaria.it,…).

Link per seguire la diretta
:
FACEBOOK

https://www.facebook.com/934470106583285/posts/4212489692114627/

 

YUO TUBE https://www.youtube.com/watch?v=_ydl64ve2Xo 


EMERGENZA COVID E SOSTEGNI. PARTE L’INIZIATIVA PER…DONARE

Emergenza Covid e sostegni. Parte l’iniziativa Per…donare. Caritas, Comune e Misericordia si rivolgono alla grande distribuzione alimentare


Creare un’ulteriore rete di aiuti a sostegno delle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria da Covid 19. Questa la finalità del progetto “Per… donare” che parte in questi giorni su iniziativa di Caritas Magione. L’iniziativa vede coinvolti l’Area socio assistenziale del Comune di Magione e la locale Misericordia con una richiesta di collaborazione ai soggetti economici operanti nel territorio comunale nel settore della grande distribuzione organizzata.

La proposta prevede un servizio di ritiro una volta a settimana dei prodotti in scadenza che saranno consegnati agli assistiti con convocazioni mirate nella sede della Caritas o della Misericordia in giorni e orari definiti.

Un’azione con cui si intende dare aiuto alle persone in stato di necessità, Caritas attualmente assiste 50 famiglie bisognose pari a 150 persone; evitare sprechi di prodotti che diversamente rimarrebbero in carico ai supermercati con relativi costi di smaltimento, consentire ai supermercati di avere agevolazioni fiscali sulle donazioni effettuate; stimolare un senso civico che combatta lo spreco nella consapevolezza che ogni bene è una ricchezza che non deve essere distrutta perché può essere donata a chi ne ha bisogno.

L’assistenza data dai volontari della Caritas si concretizza nella consegna di un pacco alimentare mensile contenente beni di prima necessità, prevalentemente secchi, che vengono ritirati con il mezzo messo a disposizione dalla Misericordia presso il Banco Alimentare di Lidarno – Perugia. Al pacco così composto possono essere aggiunte integrazioni provenienti da donazioni o acquisti mirati a seconda di eventuali esigenze specifiche.

“Con questo ulteriore strumento di supporto – spiegano gli organizzatori – vorremmo donare una speranza a quanti si trovano in condizioni disagiate diffondendo la consapevolezza nella Comunità che certe azioni arricchiscono tutti noi.”

#SEILIVE. PRIMO APPUNTAMENTO CON GLI “ILLUSTRI SCONOSCIUTI”

Dal 7 aprile al 12 maggio tanti appuntamenti in occasione del Maggio dei libri

Riprende il format di promozione della lettura. Ospite lo scrittore e giornalista Elio Clero Bertoldi

 

 Il libro “Sconosciuti illustri ed eroi dimenticati” dello scrittore e giornalista Elio Clero Bertoldi, Serapar editore, ospite del primo appuntamento del format #SeiLive in programma mercoledì 7 aprile, ore 19, sulla pagina Facebook Magione Cultura e sul canale Yuo Tube Stampa Magione. L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Magione per la promozione della lettura nell’ambito delle iniziative per il Maggio dei libri. Magione è Città che legge 2020-2021.

 

L’incontro sarà occasione per conoscere personaggi storici minori, come afferma l’autore, e vicende spesso dimenticate che restituiscono, attraverso brevi narrazioni di ogni singolo evento, la complessità del periodo storico preso in considerazione.

Un mondo variegato e curioso in cui si intrecciano storie di Papi come Innocenzo III o Benedetto XI; di famiglie come i Baglioni o i Della Corgna; di intrighi avvelenamenti e rivolte. I singoli episodi, tutti contestualizzati, vanno all’incirca dall’anno Mille fino ai primi del Seicento.

 

Cronache che l’autore ha rintracciato rileggendo grandi autori del passato come Dante e Machiavelli ma anche “spulciando” tra le cronache del canonico Crispolti o del Bonazzi. Fonti dirette e indirette che restituiscono un Medioevo umbro ricco sicuramente di curiosità della storia locale ma con importanti rimandi a vicende nazionali.

 
Gli appuntamenti proseguono con cadenza settimanale, ogni mercoledì alle 19, fino al 19 maggio. Tra i prossimi incontri mercoledì 14 aprile Qui dovevo stare, Fandango Libricon l’autore Giovanni Dozzini. Il 21 aprile Se avessi una piccola casa mia. Giorgio Bassani, il racconto di una figlia, Edizioni La nave di Teseocon l’autrice Paola Bassani.

SALUTE PUBBLICA. ORDINANZA PER PREVENIRE E CONTROLLARE IL PROLIFERARE DELLE ZANZARE

Alcune specie presenti nel territorio sono responsabili della trasmissione all’uomo di numerose malattie infettive

Pubblicata dal Comune di Magione, su invito dell’Azienda Usl Umbria n.1, l’ordinanza per la prevenzione e il controllo della diffusione della zanzara tigre (Aedes albopictus) e della zanzara autoctona Culex pipiens responsabili della trasmissione di numerose malattie infettive all’uomo di origine tropicale.

L’intervento principale per la prevenzione di queste malattie è la massima riduzione possibile della popolazione delle zanzare. L’intervento è attuabile attraverso la rimozione dei focolai larvali e adeguati trattamenti larvicidi nei luoghi in cui queste depongono le uova e dove si sviluppano le larve costituiti da qualsiasi sito nel quale è presente acqua stagnante.

Per raggiungere tale scopo nel periodo che va dall’8 aprile al 31 ottobre è fatto obbligo a cittadini, soggetti pubblici, amministratori condominiali, società che gestiscono le aree di centri commerciali, artigianali, industriali, di effettuare controlli affinché non vi siano situazioni in cui l’acqua possa raccogliersi e ristagnare. Trattare con prodotti adeguati, e modalità corrette, l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque, ricorrendo a prodotti contro le larve di zanzara, acquistabili presso farmacie e rivendite di prodotti per l’agricoltura.

La mancata osservanza di tali disposizioni è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.
La vigilanza viene effettuata dalla Polizia municipale intercomunale, il dipartimento di prevenzione, della USL Umbria 1, il servizio di controllo degli organismi infestanti, nonché gli agenti della forza pubblica tramite sopralluoghi e riscontro dei documenti di acquisto dei prodotti per la disinfestazione da parte dei soggetti pubblici e privati interessati alla presente ordinanza o degli attestati di avvenuta bonifica rilasciati da imprese specializzate.