giovedì 29 ottobre 2020

EMERGENZA COVID. MISERICORDIA E COMUNE CONSEGNANO MASCHERINE E ALTRO MATERIALE PER LA PREVENZIONE NELLE SCUOLE

L’acquisto grazie ad un bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Consegnata alla dirigente del Circolo didattico di Magione, Francesca Volpi, una fornitura di mascherine lavabili che verranno distribuite ai bambini della primaria di tutti i plessi scolastici, due per ogni alunno, dall’assessore ai servizi scolastici del Comune, Eleonora Maghini, e dai volontari della Misericordia di Magione tra cui il vicepresidente Filippo Rigucci.

L’acquisto è stato reso possibile grazie ad un bando promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia a cui avevano partecipato l’amministrazione comunale e la confraternita.

Grazie a questo fondo è stato possibile anche acquistare atomizzatori per la sanificazione sia per il Circolo didattico che per l’Istituto omnicomprensivo, termoscanner manuali e dispenser per il gel.

“Il materiale che abbiamo fornito – commenta l’assessore Maghini – è un ulteriore contributo a fare in modo che la scuola possa andare avanti. Non è semplice visto il momento. Alunni, insegnanti e tutto il personale non docente stanno facendo un lavoro enorme. La scuola è e deve continuare ad esser un luogo da vivere in sicurezza”

“Durante tutta l’emergenza abbiamo fatto, e stiamo facendo, il possibile – aggiunge Rigucci – per dare il nostro supporto a tutta la popolazione. In questo caso abbiamo voluto pensare ai ragazzi, a coloro che rappresentano il nostro futuro e la nostra speranza”.

100 DELITTI PER RICOSTRUIRE LE CRONACHE CHE LEGANO LE VICENDE UMBRE ALLA STORIA NAZIONALE

Presentazione online, pagina fb Magione cultura, del libro di Alvaro Fiorucci “100 delitti. L’Umbria in mezzo secolo di cronaca italiana”
100 DELITTI PER RICOSTRUIRE LE CRONACHE CHE LEGANO LE VICENDE UMBRE ALLA STORIA NAZIONALE
Con l’autore ne parleranno il magistrato Giuliano Mignini e il segretario della camera penale Marco Brusco. Ambedue si sono occupati di molti dei casi ricostruiti nel libro tra cui l’omicidio di Meredith Kercher.

Diretta Fb venerdì 30 ottobre, ore 18, sulla pagina Magione cultura per la presentazione del libro del giornalista Alvaro Fiorucci “100 delitti. L’Umbria in mezzo secolo di cronaca italiana” (Morlacchi editore). 
Con Alvaro Fiorucci ne parleranno il magistrato Giuliano Mignini e il segretario della camera penale Marco Brusco. Ambedue si sono occupati di molti dei casi ricostruiti nel libro tra cui l’omicidio di Meredith Kercher.
Saluti istituzionali del sindaco Giacomo Chiodini. Coordina Luigina Miccio.


Attraverso la scelta di fatti di cronaca che dagli anni Settanta ad oggi hanno costituito un fil rouge che ha legato molto spesso l’Umbria a vicende di carattere nazionale, Alvaro Fiorucci, abbandonando lo stile prettamente giornalistico – la notizia deve essere nelle prime righe – per una scrittura da giallista in grado di agganciare il lettore con il “non dire” iniziale, ci narra storie concluse in sé ma che aprono a diverse letture e interpretazioni degli avvenimenti stessi.

I fatti più eclatanti di cronaca nera che hanno riempito pagine di giornali e talk show degli ultimi anni come il mostro di Foligno, il caso Narducci, l’omicidio di Meredith Kercher; le vicende politiche che hanno visto protagonisti esponenti dell’estrema destra e sinistra come le stragi di Stato, gli attentati delle Brigate Rosse; i casi di mafia femminicidi rapimenti, diventano mezzo di riflessioni storiche, politiche, sociologiche, giornalistiche.


ALVARO FIORUCCI

Alvaro Fiorucci, giornalista, ha esercitato la professione di cronista nei quotidiani «Paese Sera» e «La Repubblica». In Rai ha ricoperto l’incarico di caporedattore del TGR dell’Umbria. Ha scritto nel 2005 con Edimond Le donne trafficate; successivamente per Morlacchi Editore sono usciti i seguenti titoli: Il cacciatore di bambini. Biografia non autorizzata del mostro di Foligno (2008); Fuorionda. Genesi, cronologia e analisi della questione radiotelevisiva italiana (2008); Un bambino da fare a pezzi. Rapimento e liberazione di Augusto De Megni (2009); 48 small. Il dottore di Perugia e il mostro di Firenze (2012); Il sangue delle donne (2014); con Luca Fiorucci Reperto 36. Anatomia giudiziaria dell’omicidio di Meredith Kercher (2015); Shaken. La bambina che attraversò il muro del pianto (2017); con Raffaele Guadagno Il divo e il giornalista. Giulio Andreotti e l’omicidio di Carmine Pecorelli: frammenti di un processo dimenticato (2018).

GIULIANO MIGNINI
Pubblico ministero di Perugia è conosciuto per il suo coinvolgimento come il pubblico ministero nelle indagini sulla morte del dottor Francesco Narducci trovato morto nel lago Trasimeno nel 1985 e nell’omicidio di Meredith Kercher nel 2007.

MARCO BRUSCO
Segretario della Camera penale Marco Brusco. Come penalista ha seguito l’omicidio della studentessa Meredith Kercher, ritrovata priva di vita la mattina del 2 novembre 2007 nella propria camera da letto, all’interno della casa che condivideva con altri studenti. L’avvocato. Brusco, sin dalla prima ora, ha fatto parte del team difensivo di Raffaele Sollecito.

INFO
Diretta live dalla pagina fb di Magione Cultura:
https://www.facebook.com/Magione-Cultura-934470106583285
I video delle interviste resteranno visibili anche successivamente, nella sezione video della medesima pagina fb.

L’incontro che doveva tenersi al teatro Mengoni viene organizzato online in conseguenza del nuovo decreto ministeriale per l’emergenza sanitaria da Covid19

VIDEO






COPERTINE LIBRI FIORUCCI

 

 


martedì 27 ottobre 2020

CULTURA IN RETE: PROMOZIONE DELLA LETTURA, PRESENTAZIONI DI LIBRI E PERCORSI DI FORMAZIONE PER MAGIONE CITTÀ CHE LEGGE

Vanni Ruggeri
Riprendono gli appuntamenti sulla pagina fb. Magione cultura. Ruggeri: “Scongiurare in ogni modo il depotenziamento dell’offerta culturale”


 Con le nuove limitazioni imposte agli eventi in presenza a causa del permanere dell’emergenza da Covid19, per iniziativa dell’assessorato alla cultura del Comune di Magione riprendono gli appuntamenti sulla pagina Fb Magione cultura con presentazione di libri, incontri con esponenti del mondo della cultura, progetti di promozione della lettura.

“Forte del riconoscimento ministeriale di Città che legge 2020/2021 – spiega l’assessore alla cultura vanni Ruggeri – il Comune di Magione ha attivato una serie di iniziative inserite nel quadro del programma regionale di promozione della lettura, per le quali ha ottenuto anche il cofinanziamento della Regione Umbria. Più che mai in questa fase – prosegue – è essenziale scongiurare il rischio di depotenziamento dell’offerta culturale che si muove intorno alla Biblioteca Vittoria Aganoor e non solo, con progetti e appuntamenti rivolti al vasto pubblico, ma in particolare a studenti, genitori ed educatori, proposti in rete sui canali social, facilmente accessibili e che diventano altrettanti contenuti liberamente fruibili in ogni momento”.

Primo appuntamento mercoledì 28 ottobre alle 18 con Michele Volpi, formatore professionale Nati per Leggere su “Quando nasce un lettore: lettura ad alta voce in età precoce” in cui verranno presentati i benefici della lettura ad alta voce nell’età 0-6 anni, del perché sia importante continuare l’attività di lettura ad alta voce anche successivamente (6-10 anni e oltre) e di cosa significhi diventare promotori della lettura.
Saranno inoltre illustrate le modalità di partecipazione e i contenuti del corso gratuito "Quando nasce un lettore: lettura ad alta voce in età precoce", rivolto a genitori, educatrici, educatori e insegnanti, o semplici interessati, organizzato dal Comune di Magione, assessorato alla cultura, e realizzato con il contributo della Regione Umbria.

Gli appuntamenti proseguono venerdì 30 ottobre, ore 18, con la presentazione del libro del giornalista e scrittore Alvaro Fiorucci “100 delitti. L’Umbria in mezzo secolo di cronaca italiana”. Al dibattito interverranno il magistrato Giuliano Mignini e Marco Brusco, segretario Camera penale.

INFO

Diretta live dalla pagina fb di Magione Cultura:
https://www.facebook.com/Magione-Cultura-934470106583285
I video degli eventi resteranno visibili anche successivamente, nella sezione video della medesima pagina Fb.

CENTRO STORICO. NUOVE APERTURE TRA CUI UN NEGOZIO SPECIALIZZATO IN FUMETTI


Mattia_Vagnetti_Silvia_Burzigotti
Centro storico. Nuove aperture tra cui un negozio specializzato in fumetti

Le tre attività hanno partecipato al bando per l’erogazione di incentivi finanziari per l’insediamento di attività economiche nel centro storico del capoluogo

Tre nuove attività, tutte gestite da giovani, hanno aperto le saracinesche nel centro di Magione partecipando al bando per l’erogazione di incentivi finanziari per l’insediamento di attività economiche nel centro storico del capoluogo.

Tra le nuove aperture, oltre le attività di abbigliamento Chèrie di Laura Gradassi e il Beans traditional tattoo Magione con il tatuatore Celso Fagioli, anche un negozio specializzato in fumetti, La Fumetteria - Comics & More, del disegnatore Mattia Vagnetti che punta con questa scelta: “a diventare un nuovo punto di riferimento per chiunque voglia immergersi in questa straordinaria realtà, facendo, così, tornare le persone a ripopolare il centro storico di questo paese che, negli anni, è riuscito a darmi tanto”. In negozio una selezione editoriale che comprende sia i capisaldi del fumetto che le novità più forti con sezioni dedicate ai giochi di ruolo, giochi di carte collezionabili e articoli di modellismo nonché oggettistica legata alla cultura nerd. A livello di personale, troverà qualcuno estremamente preparato, appassionato e soprattutto con la voglia di parlare e condividere i comuni interessi.

Una passione che nasce da bambino, “quando da piccolo – racconta Mattia -, più o meno a 4 anni, vidi per la prima volta in televisione un episodio di Dragon Ball. Terminata la puntata presi in mano un foglio e un pennarello e cominciai a disegnare”.
“Il mio primo progetto – prosegue Mattia Vagnetti era quello di riuscire a fare del disegno di fumetti la mia occupazione principale, ma, negli anni, avendo sempre lavorato al pubblico, ho scoperto una grande attitudine nel parlare con gli altri. Ora l’obiettivo è diventato quello di promuovere questa arte il più possibile a contatto con la gente. Per questo, al momento, non effettuo vendite online perché il miglior modo per far conoscere questa nuova realtà magionese è lasciare che le persone vengano fisicamente a negozio per riscoprire una diversa esperienza d'acquisto, che non si basi solo sull'acquistare ciò che si vuole ma anche di scoprire ciò che non ci si era (ancora) resi conto di volere”.
“Il bando nasce proprio con la volontà di contribuire ad aiutare i giovani nel realizzare i loro obiettivi – commenta Silvia Burzigotti, assessore alle attività produttive – in un momento così difficile per l’economia in generale. Mi auguro che i loro sforzi vengano compresi e premiati. Come amministrazione stiamo facendo il possibile perché queste piccole imprese, cuore pulsante della vita di un paese senza le quali ci ritroveremmo con centri storici senza vita, possano sostenere il duro contraccolpo che stanno subendo a seguito dell’emergenza sanitaria arrivata a colpire un settore già in difficoltà per i cambiamenti che sta subendo il commercio a livello globale”.


 

giovedì 22 ottobre 2020

AIUTI ALLE FAMIGLIE E IMPRESE. PUBBLICATI I BANDI PER AGEVOLAZIONI TARI

Messi a disposizione dal bilancio comunale circa 200mila euro

Proseguono gli interventi economici dell’amministrazione comunale di Magione per supportare famiglie e imprese in questo difficile momento a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. 
Pubblicati sul sito del Comune i bandi per agevolazione per il pagamento della tassa sui rifiuti (Tari) anno 2020 rivolto ad utenze domestiche e non domestiche con risorse messe a disposizione dal bilancio comunale di 50mila euro per le utenze domestiche e di 150mila per le non domestiche.

Per le utenze domestiche è prevista la possibilità di esenzione per le unità immobiliari adibite a civile abitazione e limitatamente ai locali direttamente abitati, come da residenza anagrafica, occupati da nuclei familiari con indicatore Isee fino a € 5.500,00. Riduzione del 50%, per le unità immobiliari adibite a civile abitazione e limitatamente ai locali direttamente abitati, come da residenza anagrafica, occupati da nuclei familiari con indicatore Isee da € 5.501,00 a € 10.000,00. Riduzione del 30%, per le unità immobiliari adibite a civile abitazione e limitatamente ai locali direttamente abitati, come da residenza anagrafica, occupati da nuclei familiari con indicatore Isee da € 10.001,00 a € 15.000,00.

È prevista invece una riduzione del 25%, per le utenze non domestiche
nell’ambito della propria attività e limitatamente ai locali direttamente ad essa adibiti.
L’agevolazione verrà riconosciuta in favore dei titolari di utenze non domestiche la cui attività è stata sospesa per effetto dei provvedimenti del Governo e/o della Regione Umbria nel periodo di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Gli stanziamenti messi a disposizione dal bilancio comunale per la Tari, si aggiungono a quelli già finanziati per il trasporto scolastico e il sostegno al pagamento dell’affitto per le microimprese, per un totale di 300mila euro.
“Stiamo operando attivamente – commenta Massimo Lagetti, vicesindaco con delega al bilancio – per supportare i nostri concittadini e le nostre imprese in un momento di grande difficoltà. Cosa non semplice per il prorogarsi dell’emergenza e per il conseguente aumento di crisi economica che ne consegue. Il nostro territorio ha saputo rispondere in maniera efficiente, grazie alla forte collaborazione anche con le associazioni del territorio, in primis Misericordia e Caritas, al primo lockdown. Cercheremo, allo stesso modo, di affrontare questa seconda fase ma dobbiamo essere coscienti che è fondamentale la collaborazione di tutti”.
Ai bandi comunali si aggiungono quelli dell’Unione dei Comuni del Trasimeno. Sono aperti quelli a sostegno della natalità e alla partecipazione ad attività sportive e culturali per i giovani del Trasimeno” (Fondo nazionale politiche giovanili anno 2019).

mercoledì 21 ottobre 2020

CHIUSI AL PUBBLICO GLI UFFICI COMUNALI PER UN CONTAGIO RILEVATO TRA I DIPENDENTI

Chiusi al pubblico gli uffici comunali di Magione a seguito della positività al Covid19 riscontrata in un dipendente.

Nelle due sedi municipali di piazza Giovanni da Pian di Carpine 16 e via Dante Alighieri 2 le attività procederanno come di consuetudine pur restando chiuse al pubblico da oggi fino a sabato 24 ottobre compreso

I colleghi entrati in contatto con la persona contagiata sono già stati posti in isolamento precauzionale.

Ad esclusione degli atti urgenti di stato civile e polizia mortuaria, i documenti e le istanze da inviare al Comune potranno essere trasmesse alla Pec comune.magione@postacert.umbria.it valida come protocollo. Sono in funzione sia le email che i numeri di telefono degli uffici.

È stata predisposta la sanificazione straordinaria dei locali delle sedi comunali.

martedì 20 ottobre 2020

SAN SAVINO, PRESTO I LAVORI PER ELIMINARE IL VECCHIO SERBATOIO IDRICO INTERNO ALLA TORRE

Torre_San_Savino
Si aprono così nuove prospettive di fruizione e valorizzazione.


Approvato il progetto definitivo per la sistemazione del vecchio acquedotto di San Savino, Magione, collocato all’interno della storica torre triangolare risalente al XII secolo e, attualmente, suddivisa in tre livelli. Tra il secondo e il terzo livello si trova il serbatoio che funzionava da raccolta dell’acqua non più utilizzato, da qui la decisione di eliminarlo.
La cisterna, oltre a non essere più funzionale per l’erogazione di acqua potabile, costituiva un elemento avulso dalla storia del pregevole reperto storico che identifica il piccolo borgo lacustre per la sua particolarità costruttiva.
I lavori, per un importo complessivo di circa 50mila euro, riguardano la totale demolizione della cisterna-serbatoio non più in uso e dei tre solai in acciaio e tavelloni che ne sostengono la struttura, che saranno accompagnati da interventi di consolidamento strutturale delle pareti murarie dove saranno realizzate, perimetralmente, tre cerchiature interne metalliche a livello dei solai originari. In questo modo si recupera integralmente il volume interno della torre triangolare, garantendone la piena percezione verticale eliminando quelle superfici totalmente avulse dall’impianto architettonico originario e che allo stato attuale ne compromettono inevitabilmente la visibilità.


cisterna acqua
Si tratta di un intervento importante e a lungo atteso – spiega Vanni Ruggeri, assessore all’urbanistica del Comune di Magione –, inserito all’interno della programmazione annuale della società di gestione Umbra Acque S.p.a., e che giunge al termine di un complesso iter autorizzativo in quanto afferente a un bene storico-architettonico in contesto urbanisticamente e paesaggisticamente vincolato.  
Grazie ad esso si restituisce la torre di San Savino alla propria purezza architettonica originaria, liberandola da un’opera funzionale al vecchio acquedotto pubblico (inaugurato nel 1954) che ne alterava in maniera significativa la leggibilità di piani e altimetrie interne”.
“Un progetto – aggiunge - che si inserisce nel quadro più ampio della valorizzazione della torre di San Savino quale attrattore storico-culturale di rilevanza non solo locale (peraltro già bene bandiera nell’elenco dei siti culturali beneficiari dell’Art Bonus comunale), inserito all’interno di specifici itinerari e percorsi di fruizione turistica, in sinergia con la vicina Oasi naturalistica La valle, ma soprattutto capace di catalizzare progettualità di più vasta portata in grado di immaginarne nuove modalità di fruizione e di visita”.

ANNULLATA LA MANIFESTAZIONE OLIVAGANDO A MAGIONE

Olivagando 2020
Assessore Silvia_Burzigotti
Rimangono aperti il concorso La dolce goccia riservato ai produttori di olio e il concorso fotografico Le dolci colline


In ottemperanza alle disposizioni del nuovo decreto ministeriale per il contenimento della diffusione del Covid19, l’amministrazione comunale di Magione ha previsto l’annullamento della manifestazione Olivagando che doveva tenersi domenica 25 ottobre. Rimangono comunque aperti il concorso La dolce goccia riservato ai produttori di olio e il concorso fotografico Le dolci colline
“Il Comune era pronto a ripartire, con voglia ed entusiasmo – spiega Silvia Burzigotti, assessore alle attività produttive del Comune –. Con il senso di responsabilità dovuto in questo particolare momento avevamo adottato una formula ridotta che potesse garantire la promozione dei produttori olivicoli del nostro territorio sui quali, come su tante altre attività economiche, sta ricadendo pesantemente la grave crisi economica conseguente a questa emergenza sanitaria. Ogni proposta era pensata in modo tale da garantire al massimo tutte le norme di sicurezza, ma il peggiorare della situazione con casi di infezioni da Covid19 anche nel nostro comune in continuo aumento ci avevano già messo in preallarme e si stava valutando l’opportunità, o meno, di cancellare alcune iniziative in programma”.

“L’ultimo decreto ministeriale – prosegue – ci ha tolto ogni dubbio, Olivagando non si può fare sotto qualunque forma ricadendo nelle manifestazioni vietate. Le indicazioni ci obbligano a fermarci: la salute e la sicurezza di volontari, collaboratori e cittadini viene prima di tutto.Nonostante questa scelta sia fatta in conseguenza di disposizioni pienamente condivise, il dispiacere non è certo minore. Non solo perché ancora una volta ci viene a mancare l’occasione per vivere un minimo di socialità ma, soprattutto, perché quel settore economico rappresentato dai produttori di olio vede cancellata una, seppur piccola, occasione di promozione. Nell’augurarci che questi sacrifici portino in breve a risultati positivi, ricordo che tutti i frantoi sono aperti per la vendita dell’olio che quest’anno è di ottima qualità. Ai cittadini l’invito a rispettare le regole perché è l’unico modo per riuscire a fare di tutto questo periodo solo un brutto ricordo.
Il mio più sentito ringraziamento va a tutti coloro che ancora una volta hanno creduto in un progetto costantemente in crescita ed hanno sostenuto un tradizionale appuntamento storico ormai parte della vita dell’intera comunità magionese”.

LA SOMS DI MAGIONE RICORDA CON UNA TARGA ALLA MEMORIA DUE SUOI EX-PRESIDENTI

Consegna targa Irma Cesarini
Deliberati dal consiglio direttivo i riconoscimenti a Olivo Cesarini e Gianfranco Brozzi

In occasione dell’assemblea ordinaria dei soci della Società operaia di mutuo soccorso (Soms) di Magione, sono stati deliberati dal consiglio direttivo due riconoscimenti come “soci onorari alla memoria” agli ex presidenti Olivo Cesarini e Gianfranco Brozzi.
Per l’attività e l’impegno profuso nei confronti della Società operaia e della collettività di Magione è stato deciso di consegnare tale benemerenza alle due personalità che, dal secondo dopoguerra fino ai primi anni Duemila, maggiormente hanno contribuito con la loro opera alla rinascita e alla crescita della Soms.
Olivo Cesarini è stato protagonista del riacquisto dell’edificio sociale dopo l’acquisizione forzata da parte dello Stato avvenuta durante il ventennio fascista. Ha ricoperto la carica di Presidente per i periodi 1965-66, 1968-69, 1971-73 e 1977-78.

Consegna targa Roberto e Catia Brozzi
Gianfranco Brozzi
è stato invece presidente dal 1973-75, 1981-85, 1988-90 e 2005-09 e protagonista in occasione della festa per il centenario del sodalizio nel 1988 con la presenza di Luciano Lama già segretario generale della Cgil. In tempi più recenti è stato fra i maggiori promotori della ristrutturazione del palazzo in cui oggi trovano sede diverse associazioni locali.
Un atto dovuto – spiega il presidente Soms Alessandro Annetti – per due ex presidenti che ho avuto il piacere di conoscere e l’onore di commemorare. Due figure molto conosciute e molto diverse fra loro, ma accomunate dalla stessa lungimiranza e dalla volontà di impegnarsi non solo nel nostro sodalizio ma anche in molte associazioni magionesi. In questo di periodo di difficoltà diffusa dovuta alla pandemia, è proprio l’associazionismo una delle parti più deboli. È necessario ripartire dalla nostra storia ricordando chi in tempi probabilmente anche più difficili dei nostri ha saputo uscire dalle difficoltà, ripartire e rinnovarsi”.
Le benemerenze sono state consegnate dal presidente Soms Alessandro Annetti e dal vice-presidente Eric Orsini, alla presenza del sindaco Giacomo Chiodini, dell’assessore alla cultura Vanni Ruggeri e del consiglio direttivo della Soms. Le targhe alla memoria sono state ritirate per Olivo Cesarini dalla moglie Irma e per Gianfranco Brozzi dai due figli Roberto e Catia.

venerdì 16 ottobre 2020

SCOMPARE ALL’ETÀ DI 78 ANNI LO STORICO PESCATORE GIORGIO PISINICCA

Giorgio Pisinicca
Scompare all’età di 78 anni lo storico pescatore Giorgio Pisinicca
La sua esperienza tramandata a tanti giovani che andavano in barca con lui

Scompare all’età di 78 anni il pescatore Giorgio Pisinicca socio della Cooperativa pescatori del Trasimeno. Il padre, Giuseppe Pisinicca, è stato uno dei fondatori della cooperativa e colui che ha trasmesso al figlio non solo un sapere centenario sul mestiere della pesca, ma una passione che ne ha caratterizzato tutta la vita come ricorda chi lo ha conosciuto sin dalla giovane età o, più di recente, nell’ambito del lavoro della cooperativa.
“Per Giorgio – ricorda Aurelio Cocchini, presidente della Cooperativa pescatori – le reti, il lago, la pesca, erano la sua vita. Come molti del nostro paese, dopo la guerra, per necessità, andarono a lavorare in fabbrica. Ricordo che lui faceva i turni di notte così il giorno poteva aiutare il padre, già anziano, a pescare. Una volta andato in pensione ha dedicato la sua vita solo a questo. Chi fa questo mestiere sa che alle otto ore in cui lanci e ritiri le reti ce ne sono altrettante per il lavoro a terra. Ma per lui non esisteva un tempo che non riguardasse la pesca. Posso dire, senza paura di essere smentito, che per tutti noi lui era il pescatore più rappresentativo di questo mestiere”.
“Viene a mancare con lui non solo una figura storica della cooperativa – aggiunge Valter Sembolini, amministratore delegato della cooperativa – ma anche un importante maestro per i giovani che vogliono avvicinarsi a questo mestiere. Giorgio non si fidava ad uscire solo a pesca, scelta su cui forse sarebbe importante fare una riflessione, per cui le nuove leve potevano contare su un maestro che non solo aveva esperienza sulle tecniche di pesca ma che conosceva benissimo il lago, i luoghi in cui si pescava di più. Infatti era tra quelli che tornavano sempre con tantissimo pescato. Nel momento in cui abbiamo affrontato il quarto ricambio generazionale all’interno della cooperativa lui ha svolto un ruolo fondamentale nella preparazione delle nuove leve”.

FABRIZIO ALUNNI NUOVO GOVERNATORE DELLA MISERICORDIA DI MAGIONE

Governatore_Alunni_Sindaco_Chiodini
Fabrizio Alunni nuovo Governatore della Misericordia di Magione

L’importante incarico dopo 30 anni di volontariato nella confraternita

Fabrizio Alunni è il nuovo Governatore della Misericordia di Magione sostituendo Roberto Dolciami che lascia dopo ….. anni la carica. L’importante incarico dopo 30 anni di volontariato nella confraternita come consigliere e, negli ultimi anni, come vicepresidente.

Non un semplice titolo ma una grande responsabilità in un’associazione che è un punto di riferimento importante nel territorio comunale per il settore socio-assistenziale come dimostrano gli oltre 3000 servizi sanitari tra trasporto disabili, trasporti per ricoveri ordinari e d’urgenza, trasporto plasma, servizi di Protezione civile in occasioni di pubbliche calamità e di pronto soccorso effettuati ogni anno. Un’attività che si è fatta ancora più incisiva in occasione dell’emergenza sanitaria da Covid19 dove la Misericordia svolge un servizio di supporto fondamentale. Nella fase di lockdown sono stati oltre 500 i servizi effettuati con la mobilitazione di 567 volontari.
“Non nascondo la mia preoccupazione per un incarico così gravoso – commenta il neo eletto presidente – soprattutto visto il momento difficile che stiamo vivendo e che vede i nostri volontari impegnati nei servizi di aiuto alle persone, o famiglie in quarantena. Ad esempio, dopo averlo interrotto, abbiamo ripreso la consegna di medicinali e della spesa per le persone che a causa della quarantena non possono uscire di casa”. “Abbiamo comunque individuato vari ambiti di competenza – spiega Alunni –, con uno o due responsabili per ogni settore proprio perché l’attività è diventata ampia e complessa e necessita di un’organizzazione che possa garantirne l’efficienza. Con loro mi confronterò per risolvere i problemi che si presenteranno singolarmente mentre con il mio vice, Filippo Rigucci che è anche il responsabile della sezione della nostra protezione civile, insieme a tutto il consiglio, valuteremo le decisioni da prendere nel complesso”. “Quello di cui sono certo – conclude – è la grande passione e il forte legame che unisce noi volontari alla Confraternita e alla nostra missione. Per questo, oltre a ringraziare a nome di tutti il governatore uscente, Roberto Dolciami, voglio esprimere la mia gratitudine ai confratelli per questa dimostrazione di fiducia.”

 

consiglio Misericordia
Il nuovo consiglio direttivo della Misericordia di Magione è composto da
: Fabrizio Alunni, governatore; Filippo Rigucci, vicegovernatore e dai consiglieri: Sergio Brozzi, Giovanni Negrini, Claudio Pellegrini, Mauro Caporalini, Sofia Cavalagio, Enrico Sfera; Carlo Valeri, Gianluigi Alunni, Andrea Pierini. Sindaci revisori: Moreno Chiappini, Rita Papacchini, Sante Cacchiata, Collegio probiviri: Roberto Bianchi, Corrada Pompili, Roberto Dolciami.

I responsabili dei servizi sono: Sergio Brozzi, tesoriere; Giovanni Negrini e Enrico Spera, servizi esterni; Sofia Cavalaglio, magazzino; Mauro Caporalini e Andrea Pierini, formazione; Gianluigi A.Tullini e Enrico Spera, automezzi: Claudio Pellegrini e Gianluigi A.Tullini, servizi ordinari; Fabrizio Alunni e Carlo Valeri, servizio civile; Filippo Rigucci, protezione civile; Gianluigi A.Tullini, Giovanni Negrini e Carlo Valeri, logistica; Monica Braconi e Sofia Cavalaglio, segreteria.



MAGIONE SEMPRE PIÙ ANIMAL FRIENDLY, IL DOG PARK È REALTÀ

 Luna di Sauro Piccioni al dog park
Magione sempre più animal friendly, il Dog Park è realtà

Assieme alla gestione delle colonie feline rappresenta un grande segno di civiltà per la comunità magionese

Magione sempre più amica degli animali. È infatti in fase di completamento l’area sgambamento cani che l’amministrazione comunale sta realizzando nella zona del Palazzetto dello sport.
“La creazione di questo spazio – commenta la consigliera comunale Francesca Breccolenti impegnata anche nella cura delle colonie feline – un grande segno di civiltà per la comunità magionese che da molto tempo chiedeva un’area dedicata ai cani. Oltre ad aver dato finalmente la possibilità a chi ha un cane di poter avere uno spazio dedicato in cui farlo passeggiare senza guinzaglio è da sottolineare che il cambio di destinazione data a quest’area ha permesso di recuperare all’uso pubblico una zona dismessa e in semi abbandono. A lavori ultimati l’area avrà luce, acqua, panchine e attrezzi per percorsi di agility. Un vero luogo di relax per cani e padroni. Un parco protetto dove vigeranno regole precise per potervi accedere e dove Asl e vigili urbani potranno effettuare controlli sui chip per la garanzia degli animali e di chi lo frequenta”.

 

area dog park
L’area in cui stiamo realizzando il dog park, o 'Zampe in libertà' come si chiamerà questo spazio, – aggiunge Massimo Ollieri, assessore ai lavori pubblici del comune di Magione – è interessata da altri progetti in sintonia con la zona caratterizzata dalla presenza di impianti sportivi. 
Quello a cui puntiamo e la creazione di una zona relax in cui si potrà passeggiare da soli o con i propri amici animali nello spazio a questo dedicato. In progetto anche un patto civico per la manutenzione e la pulizia”.


lunedì 12 ottobre 2020

CELEBRATA IN FORMA RIDOTTA LA GIORNATA DEI CADUTI SUL LAVORO

Celebrata in forma ridotta la Giornata dei caduti sul lavoro

Anmil e Amministrazione comunale hanno reso omaggio al monumento che ne ricorda le vittime

 Seppur in forma ridotta a causa dell’emergenza sanitaria che sta vivendo il Paese, l’Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro (Anmil) e l’amministrazione comunale di Magione hanno voluto ricordare le vittime del lavoro in occasione della 70° Giornata nazionale mutilati e caduti sul lavoro.

La cerimonia di deposizione di una corona si è tenuta presso il Monumento che ne ricorda le vittime alla presenza di Claudio Bargelli, presidente regionale Anmil; Alvaro Burzigotti, presidente provinciale Anmil; Massimo Lagetti, vicesindaco Comune di Magione; Adelmo Proietti e Armando Monteforti, sezione Anmil Magione.
“Doveroso celebrare una giornata che ricorda le vittime sul lavoro – commenta il vicesindaco Lagetti –. Una piaga che, purtroppo, non si riesce ad eliminare. È stata inoltre l’occasione per onorare i medici, assistenti sanitari, infermiere e infermieri che hanno perso la vita nel drammatico periodo in cui la pandemia ha colpito con più violenza il nostro paese”.

venerdì 9 ottobre 2020

PER OLIVAGANDO TORNA IL CONCORSO FOTOGRAFICO “LE DOLCI COLLINE”

Per Olivagando torna il concorso fotografico “Le dolci colline” 

In occasione della manifestazione “Olivagando 2020. Festa dell’olio e dei sapori d’autunno” che avrà luogo a Magione il 25 ottobre, viene indetto, in collaborazione con Assoprol Umbria, il premio fotografico “Le dolci colline” incentrato sulla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, in particolare di quello olivicolo nei comuni ricadenti nel bacino del Lago Trasimeno.

Le fotografie dovranno essere scattate nel territorio ricadente nei comuni di: Magione, Passignano del Trasimeno, Tuoro sul Trasimeno, Castiglione del Lago, Panicale, Città della Pieve, Paciano, Piegaro e Corciano.
Il vincitore sarà decretato da una giuria composta da Lorenzo Dogana, fotografo; Angela Canale, agronomo, rappresentante di Assoprol Umbria, Silvia Burzigotti, assessore attività produttive del comune di Magione.
Ai vincitori saranno assegnati i seguenti premi: al primo classificato un premio del valore di 300 euro, al secondo classificato 200 euro, tutti in prodotti agricoli a chilometri zero.
L’esito delle selezioni sarà comunicato in occasione della cerimonia di premiazione che si svolgerà il 25 ottobre, ore 16.30, al teatro Mengoni di Magione, a cura di Lorenzo Dogana - Studio fotografico Difoto.
I risultati del premio fotografico saranno pubblicati on line sulla pagina facebook della manifestazione. La partecipazione al premio è gratuita. Regolamento disponibile sul sito www.comune.magione.pg.it










giovedì 8 ottobre 2020

OLIVAGANDO. A MAGIONE IN FORMA RIDOTTA TORNA LA FESTA DELL’OLIO E DEI SAPORI D’AUTUNNO

Olivagando. A Magione in forma ridotta torna la festa dell’olio e dei sapori d'autunno

Su prenotazione visite ai frantoi, laboratori. Premi ai migliori oli, concorsi di pittura e fotografia.

Anche se in forma ridotta Olivagando, festa dell’olio e dei sapori d'autunno, si terrà il 25 ottobre senza i percorsi di degustazioni.

Su prenotazione di potranno visitare, durante la giornata, i frantoi del territorio: Centumbrie ad Agello, Mancianti a San Feliciano, Fattoria Luca Palombaro a Monte del lago, Poetia a Montebitorno, che sveleranno i segreti dell’olio con degustazioni e guide all’assaggio. Nell’azienda Pucciarella anteprima il 23 ottobre con un percorso organolettico con gli oli del Trasimeno curato da Assoprol che sarà anche a San Savino, sala polivalente, mercoledì 28 ottobre, ore 19, con un percorso di assaggi di oli novelli.

Passeggiate a piedi e a cavallo, laboratori per bambini, mostre d’arte itineranti, estemporanea di pittura e menù degustativi a tema nei ristornati del centro storico caratterizzeranno la giornata della manifestazione.
Assessore_Silvia_Burzigotti

Per valorizzare i migliori oli anche quest’anno sarà organizzato il concorso “La Dolce Goccia”. 
Riproposte anche l’estemporanea di pittura e il concorso fotografico “Le Dolci Colline” che premierà lo scatto che meglio saprà raccontare i luoghi di produzione e questo meraviglioso albero che è l’olivo.
La giornata si chiude al teatro Mengoni, alle 19, con il concerto di Le Div4s, Italian Sopranos.
“Sarà, ancora una volta – commenta Silvia Burzigotti, assessore alle attività produttive del Comune di Magione –, l’occasione per apprezzare uno dei prodotti simbolo del nostro territorio nei luoghi in cui l’oliva viene raccolta e macinata con passione dai produttori. 
Perché proprio la passione di chi lo lavora fa dell’olio un prodotto unico del nostro territorio 
Tutti speriamo che la situazione si possa normalizzare e se il programma porta in sé i limiti di questo difficile periodo, noi lo proponiamo con uno sguardo positivo verso il futuro pensando a un’edizione 2021 fuori dall’emergenza sanitaria.”
Tutte le attività sono con prenotazione obbligatoria e svolte nel rigoroso rispetto delle linee guida Covid19 regionali e nazionali.

PROGRAMMA
23 ottobre 2020
Anteprima
ore 17,30 – Loc. Villa – Az. agr. Pucciarella
Saggiassaggi
Percorso organolettico con gli oli del Trasimeno
a cura di AssoProl Umbria
Info e prenotazioni: 3356871130

25 ottobre 2020
ore 09,00 Palazzetto dello Sport
Olivagando a cavallo
passeggiata tra gli olivi nelle dolci colline del Trasimeno
a cura del Centro Ippico Crazy Horse
Info e prenotazioni: 3404922520

ore 9,15 Piazza Matteotti
Trekking degli olivi
camminando tra storia e tradizione
a cura de Le Storie di Loz
Info e prenotazioni: 3407116514

ore 10,30 Giardini pubblici
Bimbi, olivi e storie
passeggiata dei bambini tra gli olivi ascoltando le storie dell’olio
Letture a cura di Andreina Panico
Info e prenotazioni: 3356871130

Olivagando nei frantoi visite e degustazioni presso i frantoi:



CM Centumbrie
dalle ore 12.00 PRANCH il gustoso brunch domenicale firmato Centumbrie
dalle ore 17.00 “Polpa Bianca: Giuliano Tartufi, i suoi diamanti e un filo d’olio” un viaggio tra racconto e degustazione
Info e prenotazioni: 3388079302







Azienda agricola Poetia
dalle ore 10.00 alle ore 18.00 degustazioni gratuite in collaborazione con le aziende agrarie l’orto di Michi e Caseificio Pira
Info e prenotazioni: 3477221507 –3477033808






Fattoria Luca Palombaro
dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 degustazioni gratuite nell’antico frantoio affacciato sul lago Trasimeno
Info e prenotazioni: 0758400122 - 3929668724 - 3356061886











Frantoio Faliero Mancianti
dalle ore 10.00 alle ore 17.00 degustazioni gratuite. Tutte le sfumature di sapore dell’olio del Trasimeno
Info e prenotazioni: 0758476045





ore 16,30 Teatro Mengoni
Premiazione concorso fotografico Le Dolci Colline
a cura di Lorenzo Dogana - Studio fotografico Difoto
Info e prenotazioni: 3356871130

ore 16,00 Piazza Don Minzoni Sala Parrocchiale
Pannolio
laboratorio di cucito creativo
a cura di A&M Bijoux
Info e prenotazioni: 3317888840

ore 18,00 Piazza Don Minzoni Sala Parrocchiale
Play Oil
laboratorio in inglese per bambini
a cura della scuola Helen Doron
Info e prenotazioni: 335477929

Le dita nell’olio

Piazza Don Minzoni Sala Parrocchiale
Esposizione elaborati realizzati dai bambini del Circolo Didattico di Magione e dalla scuola Danzetta

ore 17,00 - 20,00 vie del centro storico
La Fumetteria
Live drawing in collaborazione con Becoming X - Art and Sound Collective

ore 18,30 Sala Carpine
Premiazione estemporanea di pittura L’Olio: Tradizioni ed Emozioni
Info e prenotazioni: 3356871130

ore 18,30 Teatro Mengoni
LE DIV4S - Italian Sopranos - In concerto

Dall’Opera al pop, l’Italia a tempo di musica
in collaborazione con l’associazione culturale Doremilla
Info e prenotazioni: 3356871130

Olioassaggi
menù di degustazione dei ristoratori del centro storico:
La Cantinaccia, Bistro’ 1970, La taverna di Isa, Gelateria Sottozero, I Cento passi, Pub Franci.

OlivagArte in centro storico
esposizione diffusa opere nelle attività commerciali degli artisti:
Matteo Agabitini, Giuliano Andreassi, Lucia Baldassarri, Giovanni Beccari, Christine Carrié, Moreno Chiacchiera, Giorgio Lupattelli, Fabrizio Segaricci, Diego Strappaghetti, Meri Tancredi, Gianni Vagnetti, Mattia Vagnetti.

OlivagArte in Viale Umbria
mostra fotografica diffusa nelle attività commerciali
a cura di Studio Difoto

Olivagando continua….
Sala Polivalente di San Savino
mercoledì 28 ottobre alle ore 17.30
Premiazione VI edizione concorso oleario La Dolce Goccia
a seguire un percorso di assaggi di oli novelli a cura di Angela Canale - AssoProl Umbria
degustazione prodotti tipici del territorio
Info e prenotazioni: 3356871130



martedì 6 ottobre 2020

BRUNO CEPPITELLI LASCIA L’INCARICO DI CONSIGLIERE IN UMBRA ACQUE

Ceppitelli_Chiodini
Al Trasimeno investiti nel quinquennio dalla società oltre 25 milioni di euro

Bruno Ceppitelli lascia l’incarico di consigliere in Umbra Acque
Realizzate dall’azienda importanti opere per il miglioramento e l’estensione della rete idrica e depurazione delle acque

 Con il rinnovo del consiglio di amministrazione di Umbra Acque Bruno Ceppitelli, già sindaco di Magione, lascia l’incarico di consigliere dell’azienda che, in questo quinquennio, ha realizzato nell’area del Trasimeno importanti opere per il miglioramento e l’estensione della rete idrica e depurazione delle acque reflue al Trasimeno con un investimento complessivo di oltre 25 milioni di euro. A questo si aggiunge l’installazione, nel solo territorio del comune di Magione, di due fontanelle per la distribuzione dell’acqua potabile con notevoli vantaggi soprattutto per quello che riguarda il risparmio nell’utilizzo della plastica.

Tra i lavori più significativi realizzati a livello intercomunale si ricorda la tratta del collettamento e accorpamento degli impianti depurazione di Castiglione del Lago, la potabilizzatore a Borghetto di Tuoro, il collettamento e nuovo impianto di depurazione a Città della Pieve e Tavernelle-Panicale, la rimozione dell’impianto di depurazione a Sant’Arcangelo di Magione. A ciò vanno aggiunti interventi territoriali che hanno rimosso diverse criticità nei singoli comuni dell’area. Per quello che riguarda il territorio comunale di Magione sono da ricordare il collettamento delle reti fognanti a Monte Buono, San Savino e Villa. Il trattamento reflui di Monte Sperello ed altre manutenzioni di carattere straordinario.

Nel nuovo piano, in corso di verifica, sono indicati nuovi significativi investimenti su tutta l’area. Per Magione dovrebbe trovare soluzione il collettamento della frazione di Agello un’opera fondamentale che da tempo aspetta una soluzione, come pure altre criticità quali, ad esempio, la rete idrica in località Monte Bitorno da tempo all’attenzione dell’amministrazione comunale ma non di facile soluzione anche per le condizioni poste dalle autorità di controllo.

“Sono stati cinque anni di importanti soddisfazioni – commenta Ceppitelli – durante i quali sono state rimosse problematiche importanti quali il piano di liquidazione ai Comuni degli affitti delle reti che erano fermi al 2011, il piano investimenti raddoppiato da 15 milioni a circa 30 milioni nel 2019 e che saranno confermati nel triennio 2020/22 in corso di verifica all’Auri. Investimenti che hanno iniziato ad incidere sul recupero perdite sceso sotto al 50 per cento anche se il dato impone un impegno considerevole nei prossimi anni. Significativo anche il processo di digitalizzazione e informatizzazione esteso a tutta la fase operativa (Acea2.0), uno sforzo sul piano umano e finanziario che comincia a registrare buoni risultati. Da ultimo, non per importanza, è corretto sottolineare il proficuo rapporto tra il management aziendale, gli operatori tutti ed i Comuni soci che ci auguriamo non mancherà in futuro.”

lunedì 5 ottobre 2020

SCUOLA. LA VISITA DELLA VICEMINISTRA DELL’ISTRUZIONE ANNA ASCANI

Iunti_Ascani_Chiodini
Scuola. La visita della viceministra dell’istruzione Anna Ascani

Illustrato il progetto e lo stato di avanzamento dei lavori di realizzazione di una nuova scuola dell'infanzia a Caserino

 Illustrato al viceministro dell’istruzione Anna Ascani progetto e stato di avanzamento dei lavori di realizzazione di una nuova scuola dell'infanzia a Caserino in occasione della visita istituzionale a Magione.
Un'opera, quasi interamente finanziata dal Ministero dell'Istruzione per 1,5 mln di euro, che consentirà a Magione di disporre di una struttura all'avanguardia, pensata a misura di bambino. Il nuovo plesso eviterà ogni possibile rischio di insufficienza di spazi per la fascia 3-6 anni, preservando le scuole del capoluogo dal sovraffollamento.


Caserino_nuova_scuola_materna

In corso anche la sopraelevazione della scuola primaria di Villa-Soccorso. Progetto interamente a carico del Comune che sta procedendo rapidamente anche grazie alla decisione, maturata assieme alle imprese, di lavorare in orario serale. Una scelta presa per evitare la sovrapposizione con gli orari di presenza dei bambini a scuola e garantita da un sistema di fari e illuminazioni notturne del cantiere.


Lavori_in_notturna_Scuola_Villa_Soccorso

“Non è stato possibile effettuare il sopralluogo nei due cantieri a causa del maltempo – commenta il sindaco Giacomo Chiodini – ma l'incontro, tenutosi nella sala del consiglio comunale, è stato comunque utile per fare un punto sulle scuole a livello territoriale e per avere, grazie all'intervento del viceministro, una panoramica generale sull'istruzione pubblica in Italia al tempo dell'emergenza sanitaria”.
All'incontro con la viceministra Anna Ascani erano presenti la dirigente dell'Ufficio scolastico regionale Antonella Iunti; la preside del circolo didattico di Magione Francesca Volpi; la giunta comunale, a partire dagli assessori all'istruzione Eleonora Maghini e ai lavori pubblici Massimo Ollieri; consiglieri comunali e dipendenti degli uffici interessati; le aziende coinvolte nei lavori.

Video dell'incontro





venerdì 2 ottobre 2020

LO STORICO HOTEL SILVANA TRASFORMATO IN RESIDENZA PER ANZIANI

Inaugurazione_ Corbucci_Lagetti_Chiodini_Ruggeri
Lo storico Hotel Silvana trasformato in residenza per anziani

Potrà ospitare fino a 16 ospiti autosufficienti e fornirà servizi medici, socioassistenziali e alla persona

Lo storico Hotel Silvana diventa una residenza per anziani autosufficienti gestita dalla società cooperativa Il Mosaico che da anni opera nel sociale, in particolare con servizi rivolti, fino ad ora, all’infanzia e all’adolescenza. All’inaugurazione della nuova struttura sono intervenuti il sindaco Giacomo Chiodini, il vicesindaco Massimo Lagetti, l’assessore Vanni Ruggeri.
“Questo nuovo servizio – spiega il vicepresidente della cooperativa Filippo Corbucci – amplia le nostre attività e si rivolge all'accoglienza, temporanea o permanente, di persone anziane autosufficienti over 65 di ambo i sessi, che non necessitano di prestazioni sanitarie complesse”.
“L'obiettivo principale
– aggiunge – oltre all'ospitalità e l’assistenza, è quello di promuovere l'autonomia di ciascun individuo, andando a creare una vera e propria integrazione all'interno di un sistema di comunità con una particolare attenzione al mantenimento delle relazioni familiari e con il contesto sociale esterno attivando e promuovendo momenti d'incontro”.
Nell’edificio, tutto completamente rinnovato, sono presenti due camere singole e sette doppie ognuna con bagno privato, che consentono di ospitare fino a 16 persone, spazi comuni, e un ufficio per servizi accessori.
È prevista, inoltre la possibilità d'inserire, limitatamente ai posti disponibili, anche due persone adulte di età inferiore ai 65 anni che, per particolari motivi di disagio oppure difficoltà, abbiano necessità di supporto socio-assistenziale, rendendo opportuno l'inserimento in residenza
“La Residenza servita – prosegue il presidente – basa il suo operato su un'assistenza H24 sette giorni su sette affinché la persona ospitata non si senta mai abbandonata a sé stessa ma può contare sempre su una o più operatori a disposizione. Servizi compresi nella retta includono l'accompagnamento e il trasporto esterno della struttura presso presidi medici sanitari per usufruire delle diverse cure mediche ma anche per accesso ai servizi pubblici quali ad esempio sportelli bancari o postali oppure per recarsi ad acquistare beni di prima necessità, servizio di animazione basato sull'organizzazione di attività ricreative nonché culturali collettive, giochi di gruppo e intrattenimento individuale.”
Servizi compresi nella retta includono: l'accompagnamento e trasporto esterno della struttura presso presidi medici sanitari per usufruire delle più disparate cure mediche ma anche per accesso ai servizi pubblici quali ad esempio sportelli bancari o postali oppure per recarsi ad acquistare beni di prima necessità, servizio di animazione basato sull'organizzazione di attività ricreative nonché culturali collettive, giochi di gruppo e intrattenimento individuale. 
Servizi alberghieri comprensivi di vitto ed alloggio, servizi alberghieri quali la portineria, la pulizia degli ambienti e servizio di lavanderia, servizio di assistenza medica professionale di base, assistenza religiosa, linea telefonica a disposizione degli ospiti. Sussiste la possibilità di accedere ad altri servizi, esclusi dalla retta di base, come: podologo, parrucchiere/barbiere, fisioterapista, accompagnamento in strutture sanitarie per visite specialistiche richieste dal medico, possibilità di pernottamento limitato per parenti in visita, lavanderia per indumenti personali.



ACD CALCIO MAGIONE “STELLA DELLO SPORT MAGIONESE 2020”

Acd Calcio Magione “Stella dello sport magionese 2020”

La squadra ha vinto il campionato di Prima categoria 2019/2020 salendo nel campionato di Promozione. Nel 2024 festeggerà i 100 anni dalla costituzione

Consegnata all’Acd Calcio Magione, squadra vincitrice del campionato di Prima categoria 2019/2020 con conseguente passaggio nel campionato di Promozione, la targa “Stella dello sport magionese 2020” istituita dall’assessorato allo sport del Comune di Magione per portare a conoscenza del territorio comunale personaggi che si sono distinti nelle diverse discipline sportive.
Sono stati il sindaco Giacomo Chiodini e il vicesindaco con delega allo sport Massimo Lagetti, che ha voluto l’istituzione di questo riconoscimento, a consegnare la targa al presidente dell’associazione sportiva, Alvaro Rugelli, e all’allenatore, mister Maurizio Valentini.
Al conferimento della targa erano presenti tutti i componenti della squadra e gli assessori comunali.
“Una vittoria certo inconsueta – ha commentato il presidente Alvaro Rugelli – perché l’emergenza Covid ha bloccato tutti i campionati sportivi premiando o penalizzato ma, soprattutto, non ci ha permesso di vivere come squadra la vittoria. Non ho potuto neanche salutare i miei calciatori e questo è stato l’aspetto più triste”.

 

Nel parlare del futuro della squadra Rugelli fa sapere che molti dei calciatori sono nuovi. “Abbiamo puntato sui giovani e questo forse un po’ ci penalizzerà ma noi crediamo in queste nuove leve anche se sarà un percorso più difficoltoso”. Nel 2024 l’associazione festeggerà i cento anni dalla costituzione.
“Come amministrazione – ha fatto sapere Massimo Lagetti – oltre a complimentarci per questo bel risultato, voglio ricordare che proseguono gli interventi per il miglioramento delle strutture sportive tra cui la realizzazione del campo in sintetico di Magione. Ma tutta l’area dove si trova il campo sportivo e il palazzetto dello sport è oggetto, da parte dell’ufficio lavori pubblici, di un progetto di riqualificazione per rendere più sicura e fruibile l’intera area sportiva”.



 

venerdì 25 settembre 2020

La Virtus Magione festeggia la ripresa delle attività al Palazzetto dello sport

Con i diversi corsi di ginnastica artistica la struttura ospita settimanalmente oltre 100 iscritti

La Virtus Magione festeggia la ripresa delle attività al Palazzetto dello sport – Grande festa al Palazzetto dello sport di Magione per la ripresa delle attività sportive invernali gestite dall’Associazione Asd Virtus Magione che opera da anni nella struttura accogliendo settimanalmente circa 100 iscritti tra bambini e adolescenti suddivisi in vari corsi, dalla psicomotricità alla baby gym per i più piccolini fino al corso avanzato di agonismo (silver-silvertop-gold) insegnando loro la disciplina della ginnastica artistica sotto la guida di validissimi istruttori capitanati del responsabile tecnico Jessica Grasso.

Alla ripresa delle attività, oltre ad una rappresentanza degli iscritti ai vari corsi, le famiglie e gli istruttori; sono intervenuti il sindaco Giacomo Chiodini; Massimo Lagetti, vicesindaco con delega allo sport.
“La chiusura improvvisa a marzo di tutte le attività sportive – ha commentato il primo cittadino – è stato di grande impatto per tutti, per questo poter rivedere in questo palazzetto riprendere l’attività di ginnastica artistica ha un particolare significato.”
L’Asd Virtus Magione sta vivendo attualmente una fase di notevole espansione, con nuove sedi sul territorio del Trasimeno (Castiglione del Lago–Passignano sul Trasimeno–Città della Pieve-Mugnano) che coinvolgono sempre più atleti, appassionati, amatori e spettatori.

Questa crescita, senza dubbio positiva, ha richiesto alla Società dei grandi sforzi che sono stati fatti negli anni precedenti e che sono culminati nel gennaio del 2020 con l’ingresso della stessa ai Campionati federali nazionali con il massimo livello “Gold” a cui ha partecipato con ottimi risultati fino ad arrivare alla fase interregionale purtroppo rimandata a causa del Covid.

Tanti i risultati conseguiti nell’anno 2020 come fa sapere la responsabile Jessica Grasso: 
 “abbiamo ottenuto un primo posto con una squadra junior alle regionali Fgi svoltesi a Torgiano, un primo e un secondo posto al campionato Csen a Città di Castello, un primo posto alle regionali LC3 Fgi a Perugia. Ma vogliamo e crediamo che questo sia solo l’inizio di una lunga e fortunata serie di vittorie ma soprattutto di soddisfazioni per le nostre “piccole grandi promesse. Vogliamo alimentare il fuoco della passione che anima i nostri atleti, quella passione che è energia vitale per il mondo dell’in-line, quel mondo che permette ad un bimbo di realizzare il sogno di diventare un ginnasta. Vogliamo giovani che non corrono in punta di joystick, ma che si confrontino in competizioni vere e che alla fine stringano la mano ad un avversario in carne ed ossa.”

giovedì 24 settembre 2020

RUBA UN PORTAFOGLIO MA VIENE BLOCCATO DURANTE LA FUGA

Ruba un portafoglio ma viene bloccato durante la fuga

Gli agenti della polizia locale riconoscono in lui l’autore di un furto avvenuto lo scorso 27 agosto

 Ruba un portafoglio ma viene fermato dopo un inseguimento. Gli accertamenti della polizia locale di Magione attribuiscono allo stesso uomo il furto fatto in un’autovettura il 27 agosto scorso nella stessa località.

Dietro un gentile signore di mezza età che si offre di portare la spesa in casa ad un’anziana signora si nascondeva in realtà un lesto ladro. Il fatto è avvenuto nella frazione di Torricella di Magione dove la signora vittima del furto risiede. Tornata da fare la spesa la donna era salita in casa per un’urgenza lasciando sul tavolo da cucina la propria borsa e la spesa in macchina. Nel tornare alla vettura per prendere la spesa si è trovata davanti un signore sulla cinquantina che si è reso disponibile a portare le pesanti buste dentro l’abitazione. Rassicurata dall’aspetto gentile la signora ha accettato l’aiuto.

L’uomo doveva però aver seguito le sue mosse perché invece di attenderla ha accelerato il passo portando velocemente le buste all’interno della casa dove si è impadronito del portafoglio tentando la fuga lungo la salita che da Torricella porta a Magione. Comprendendo immediatamente cosa era accaduto la donna ha chiesto l’aiuto della nipote che insieme ad un cliente del vicino bar ha rincorso il ladro che, forse per l’età non più giovanissima, è stato in breve raggiunto.

Su segnalazione della centrale di Città della Pieve sul posto è intervenuta la Polizia municipale di Magione che ha identificato e denunciato l’uomo. A seguito di ulteriori accertamenti effettuati dagli agenti della municipale è emerso che l’uomo, un italiano proveniente da un’altra regione e residente a Assisi, era l’autore di un furto in una macchina avvenuto in una spiaggia della stessa località lacustre.

In quel caso il cinquantenne, ripreso da una telecamera a circuito chiuso, aveva aperto l’autovettura e prelevato un borsello. Grazie alle immagini è stato possibile effettuare un confronto con l’arrestato che ha dato esito positivo. Il ladro è stato denunciato per i due furti all’autorità giudiziaria.

IL TEATRO NON SI FERMA MA RIPARTE DALLE FAMIGLIE CON POLLICINO SENTIERI TEATRALI

Il teatro non si ferma ma riparte dalle famiglie con Pollicino sentieri teatrali

Sette spettacoli di compagnie professioniste riportano il pubblico in sala. Il 27 settembre la rassegna si apre con un evento gratuito in piazza Carpine

Riprende domenica 27 settembre, con l’evento gratuito “Le Rodariadi” (una maratona di filastrocche e racconti brevi di Gianni Rodari) in Piazza Carpine a Magione alle 17.30, la stagione teatro ragazzi “Pollicino sentieri teatrali. In caso di maltempo lo spettacolo si terrà il Teatro Mengoni.

La rassegna prosegue con un doppio appuntamento domenicale, sei spettacoli sul palco del Teatro Mengoni di Magione e uno all’Auditorium Urbani di Passignano, alle ore 11.00 e alle ore 17.30, il 4 e il 18 ottobre, il 1°, 15 e 29 novembre, il 6 e 20 dicembre con attori, muppets, pupazzi e ombre; per raccontare fiabe note e nuove divertenti storie, Raperonzolo, Biancaneve, le avventure di Robinson Crusoe, i cattivi delle fiabe, il goffo lupo di Cappuccetto Rosso, Zac lo scrittore di storie d’avventura e il piccolo Michele che farà il suo percorso di crescita tra le braccia di una dolce mamma lupa. Una rassegna rivolta alle famiglie in questo finale di 2020, per poi declinarsi per le scuole nel 2021.
I piccoli spettatori potranno partecipare al concorso “Disegna lo spettacolo” per vincere biglietti ingresso gratuiti e un regalo dedicato.

Pollicino, sentieri teatrali, è la rassegna di teatro per ragazzi organizzata da Panedentiteatro con il patrocinio e il sostegno del Comune di Magione e di Passignano e gli sponsor Umbra Label, Umbria Pompe, Il Ristoro e La Bottega di Sant’Arcangelo; otto gli appuntamenti in totale da fine settembre a fine dicembre.
Necessario prenotare il proprio posto così da garantire il distanziamento. Prima dell’ingresso in teatro sarà misurata la temperatura. L’uso della mascherina sarà obbligatorio dall’entrata sino al raggiungimento del posto assegnato. I locali e le poltrone saranno sempre sanificati secondo le normative di prevenzione. Il programma completo è consultabile sul sito www.panedentiteatro.it o la pagina facebook Pollicino Teatro. Costo del biglietto per gli spettacoli €5 ad eccezione del primo evento ad ingresso libero.

Assessore_Vanni_Ruggeri
“Torniamo a teatro e riapriamo i luoghi dell’emozione proprio a partire da famiglie e bambini –
commenta Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione – in piena sicurezza e con la consapevolezza della necessità, pur con tutte le difficoltà del momento presente, di non depauperare l’offerta culturale e le opportunità formative rivolte in modo particolare alla popolazione scolastica. Un progetto, quello del teatro ragazzi, che conferma l’alta qualità di una proposta capace di strutturarsi in un cartellone ricco e plurale, capace di allargarsi anche ad altre realtà territoriali e che trova un forte radicamento nel coinvolgimento programmatico delle istituzioni educative, in sinergia con l’assessorato alle politiche sociali, per avvicinare sempre più i giovani all’esperienza teatrale”

LIBRI DI TESTO. CONTRIBUTI CON FONDI COMUNALI PER L’ACQUISTO

Assessore_Eleonora_Maghini
Libri di testo. Contributi con fondi comunali per l’acquisto

Rivolto a famiglie dei ragazzi del territorio comunale, che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado

 Il Comune di Magione, attraverso l’utilizzo di fondi propri di bilancio, intende sostenere economicamente nell’acquisto dei libri di testo, le famiglie dei ragazzi del territorio comunale, che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado non rientranti per limiti di reddito ISEE nel bando della Regione Umbria. Requisiti e modello di domanda possono essere consultati su sito del comune. Scadenza 30 ottobre.
“La scuola ha riaperto – commenta Eleonora Maghini, assessore alle politiche scolastiche – e stiamo tornando lentamente alla normalità ma non possiamo dimenticare quello che questo lungo periodo di chiusura ha rappresentato e rappresenta per tante famiglie del nostro Comune. L’acquisto dei libri di testo rappresenta da sempre un’ingente spesa per l’economia delle famiglie ma oggi questa si somma a tante altre difficoltà. Per questo come amministrazione abbiamo ritenuto opportuno fare questa scelta aggiungendo al contributo regionale una fetta delle finanze locali cosi da ampliare la fascia di reddito e, di conseguenza, gli aventi diritto”.

DECEDUTO A 87 ANNI GIUSEPPE VECCHINI PROPRIETARIO DELLO STORICO RISTORANTE “DA SETTIMIO”

Giuseppe_Vecchini_con_il_figlio_Francesco
Deceduto a 87 anni Giuseppe Vecchini proprietario dello storico ristorante “Da Settimio”

Da oltre cento anni questo locale rappresenta l’eccellenza per la cucina a base di pesce di lago.

 San Feliciano, Magione, piange uno degli uomini simbolo del paese. È deceduto ieri all’età di 87 anni, li aveva compiuti lo scorso 23 luglio, il cavaliere e commendatore del lavoro Giuseppe Vecchini da tutti conosciuto con il nome dello storico ristorante “Da Settimio”. Oltre ai riconoscimenti per il suo lavoro di ristoratore, Giuseppe Vecchini era una persona molto amata dai suoi compaesani per la partecipazione al mondo associativo e il contributo che dava alle iniziative del paese.

Il ristorante, posto in bella posizione sul lungolago della frazione lacustre, è quello che si può definire un “locale storico” con oltre cento anni di vita di cui Giuseppe Vecchini, insieme alla moglie Marida, ne rappresenta una gran parte anche se l’attività venne avviata dai suoi genitori Quello che sarebbe diventato un luogo di elezione per chi vuole mangiare la cucina tipica a base di pesce di lago nasce infatti per iniziativa di Settimio Vecchini, da cui il nome del locale rimasto immutato nel tempo e la moglie Amalia discendente di Donan Eufrasia che sul finire dell’Ottocento apri in questa località un’osteria. Agli inizi del Novecento il padre di Giuseppe avviò una piccola attività di servizio di taxi come barcantina per i cacciatori che venivano a caccia al lago, allora uno sport per cui il bacino lacustre era molto conosciuto, come dimostrano le frequentazioni di tanti nobili e ricchi borghesi dell’epoca. Mentre Settimio portava i clienti in giro per il lago la moglie Amalia cucinava nel piccolo locale adiacente l’abitazione acquistando, in poco tempo, la notevole fama che avrebbe permesso l’ampliarsi dell’attività di ristorazione. Al figlio Giuseppe si devono gli ampliamenti del locale e la prosecuzione della tradizione della cucina a base di pesce di lago ripresa dal figlio Francesco che, insieme a tutta la famiglia, oggi lo gestisce mantenendo viva una tradizione centenaria sia culinaria che di sostegno alle attività del paese.