venerdì 23 agosto 2019

ISOLA DI EINSTEIN

Dopo due anni di attesa ritorna l’Isola di Einstein, il festival di spettacoli scientifici
unico in Europa
Dal 30 agosto al 1 settembre, all’Isola Polvese del Lago Trasimeno, 100 appuntamenti in tre giorni con divulgatori e scienziati da sette paesi europei

Cento appuntamenti in tre giorni con divulgatori e scienziati da sette paesi europei. Torna così in grande stile, e dopo due anni, l’attesissimo festival, sempre più internazionale, di spettacoli scientifici unico in Europa: dal 30 agosto al 1 settembre, ‘L’Isola di Einstein’ si svolgerà nella consueta e suggestiva cornice dell'Isola Polvese, con cinque palchi a cielo aperto, per un fine settimana immersi nella natura nel cuore del Lago Trasimeno all'insegna del divertimento intelligente.



 L’edizione 2019 dell’Isola di Einstein è stata presentata venerdì 23 agosto nella sala Falcone e Borsellino della Provincia di Perugia. Sono intervenuti alla conferenza stampa Sandro Pasquali (vice presidente Provincia di Perugia), Irene Biagini (presidente Psiquadro), Lorenzo Mariani (direttore regionale di Confcooperative Umbria), Rosalba Padula (coordinatore programma scientifico Centro Cambiamento Climatico e Biodiversità in ambienti lacustri e aree umide Arpa Umbria), Fabio Duca (assessore ai Trasporti e Parco del Trasimeno del Comune di Castiglione del Lago), Valter Sembolini (vice presidente CdA GAL Trasimeno Orvietano), Patrizia Cenci (direttore Sezione di Perugia dell’INFN), Carlo Alberto Brunori (INGV) e Federico Cenci per l’associazione Avanti Tutta.


Dopo che la presidente di Psiquadro Biagini ha annunciato i numerosi partner che hanno permesso di realizzare un “ricco e variegato programma” e dopo aver illustrato le novità, come iniziative e come location, ha preso la parola il vice presidente della Provincia di Perugia: 

“L’Isola di Einstein oltre che come singolo evento –
ha detto Pasquali – va interpretata come una chiave di lettura del territorio perché ha contribuito a creare un’attenzione particolare intorno alla Polvese e al Trasimeno unendo ricerca, ambiente e sviluppo”. Anche per l’assessore di Castiglione del Lago Duca, “il connubio tra scienza e cultura è fondamentale per lo sviluppo del territorio”. 

L’Assessore ha annunciato che una corsa straordinaria, prevista per il sabato alle 23.15 da Isola verso Castiglione del Lago, si aggiungerà ai servizi di navigazione già previsti. Facendo un plauso all’iniziativa pure il presidente del Gal Trasimeno Orvietano ha messo l’accento sul percorso da fare per riportate il Trasimeno al centro dell’attenzione “con il Gal che ha voluto sostenere l'evento promuovendo tutte le aziende del Trasimeno”. 

Di un evento “a tutti gli effetti di cooperazione fra soggetti diversi, fra cooperative e realtà che si occupano di eccellenze del territorio” ha poi parlato Mariani, definendolo come “un nuovo punto di partenza” per il rilancio del Trasimeno. 

“L’accesso per tutti alla cultura scientifica è importante e per questo l’INFN sostiene l’evento” ha sottolineato Patrizia Cenci per la sezione di Perugia, ricordando inoltre l’impegno a promuovere la nuova edizione della FameLab Einstein Cup, gara di public speaking per ricercatori realizzata in collaborazione con British Council Italia. 

“L’evento sarà un’occasione straordinaria per mostrare come si fa ricerca all’interno del centro ARPA” ha sottolineato Rosalba Padula. Mentre Brunori dell’INGV ha affermato: “Se ci fossero state più Isole di Einstein quando eravamo piccoli oggi forse non ci sarebbe bisogno di azioni eclatanti per salvare il pianeta”.

Tra gli ospiti e partner internazionali, Ian Russell e Science Made Simple (Regno Unito), Michael Bradke (Germania), Hisa Eksperimentov (Museo della Scienza di Lubiana, Slovenia), Copernicus Science Centre (Museo della Scienza di Varsavia, Polonia - uno dei più grandi musei della scienza in Europa), Big Van Ciencia (Spagna), a testimonianza della dimensione internazionale dell’evento, che quest’anno gode del patrocinio dell’Ambasciata Britannica in Italia. Tra gli enti di ricerca nazionali partner, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - INFN, l’Istituto Nazionale di Astrofisica - INAF e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - INGV (quest'ultimo per la prima volta ospite della manifestazione).

Spettacoli dedicati alla fisica e alla giocoleria, ma anche al suono, prodotto trasformando il corpo umano in strumento musicale, o alle reazioni chimiche più sorprendenti utilizzate per scoprire le proprietà degli elementi e festeggiare il compleanno della tavola periodica, pubblicata da Mendeleev 150 anni fa. Dalla farina che prende fuoco alle bolle di sapone che assumono le forme più insolite, dal mondo bizzarro della meccanica quantistica, insieme ai ricercatori del CNR, alle sfide dei cambiamenti climatici: dalla mattina fino a notte inoltrata, i prati dell’isola ospiteranno esperimenti che divertono, invitando anche a riflettere sui temi più attuali della ricerca scientifica. 


Per la prima volta l’Isola di Einstein ospiterà un museo interattivo a cielo aperto, formato dai numerosi strumenti musicali ad acqua che compongono la WaterOrchestra del divulgatore e musicologo tedesco Michael Bradke, dalle decine di installazioni allestite da Hisa Eksperimentov e dal giardino dedicato alla matematica, con rompicapo e giochi di abilità presentati da Psiquadro. Per la prima volta, tutte le attività saranno documentate in tempo reale e dal vivo dal collettivo Becoming X, attraverso un comic reporting della manifestazione realizzato dai disegnatori, mentre venerdì 30 settembre, presso Impact 0 Beach Bar, presenteranno il loro spettacolo di live drawing e dj set.

L’Isola di Einstein sarà per due sere il punto di partenza per l’esplorazione dello Spazio e dei fenomeni più affascinanti dell’Universo. 
Si comincia venerdì 30 agosto con due appuntamenti speciali: per la prima volta sul Trasimeno saranno organizzate crociere astronomiche, in collaborazione con INAF, Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta e Planetario Ignazio Danti di Perugia, con Stefano Sandrelli, responsabile didattica e divulgazione dell’INAF, e lo scienziato e divulgatore Lorenzo Pizzuti. Partenza in barca dal molo di San Feliciano alle 20.30 e alle 22.00, per prendere il largo lontano dall’inquinamento luminoso: nel corso della navigazione si ascolteranno storie di pianeti e lune, per poi fermarsi in mezzo al lago a osservare le stelle, sotto la guida esperta di un astronomo. 

Sull’Isola, sempre venerdì 30, l’appuntamento è invece con lo storico, divulgatore e youtuberAdrian Fartade che accompagna il pubblico alle 21.30 alla scoperta della storia dell’Apollo 11 nella conferenza spettacolo ‘Un piccolo Grande Passo’. Sabato 31 agosto alle 21.15 sarà la volta de ‘L’Universo in una scatola – Racconto in musica fuori e dentro il palco’, a cura dell’INFN. Tra fisica delle particelle, fusione di stelle ed eventi cosmici impressionanti, si dipanerà un dialogo tra lo scienziato Fernando Ferroni, l’attrice Maria Giulia Scarcella e le improvvisazioni musicali della Banda dell’Uku.

Da sempre attento all’ambiente, in particolare alla sua esclusiva location, collocata all’interno del Parco Regionale del Trasimeno, l’Isola di Einstein da quest’anno annovera tra le collaborazioni quella con l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambiente dell’Umbria (Arpa), che sull’Isola Polvese ha creato il Centro Cambiamento Climatico e Biodiversità in ambienti lacustri e aree umide. Il centro sorge nell’area dell’ex convento degli Olivetani, nella parte alta dell’Isola, e ospiterà spettacoli, presentazione di libri e attività dedicate al tema della sostenibilità e del territorio, all’esplorazione dell’Universo oltre che allo studio della Terra. 

Attività realizzate in collaborazione con Feltrinelli, INFN, INGV e con la collaborazione speciale del collettivo di Lercio, che sabato 31 agosto, alle 19.00, offrirà un’insolita chiave di lettura della vita di Einstein nel dialogo tra Pietro Greco e Stefano Pisani. Presso il centro Arpa Umbria saranno inoltre allestiti dei “ristori sostenibili”, in collaborazione con Qui da noi - Cooperative Agricole, Oleificio Cooperativa Progresso, Cooperativa Pescatori del Trasimeno, Duca della Corgna Cantina del Trasimeno, Birre del Trasimeno e GAL Trasimeno Orvietano.

La costa orientale dell’Isola Polvese ospiterà invece l’Einstein Village, con una serie di attività a ciclo continuo dedicata allo sport nel suo legame con la scienza e con la salute: dalla fisica del vento scoperta attraverso la barca a vela alle forze sperimentate con l’uso dei kite-surf o in prove di arrampicata. Lo sport come fonte di benessere e possibile strumento di lotta contro il cancro è un altro dei temi presenti in quest’area, grazie alla collaborazione con Avanti Tutta Onlus: proprio in occasione dell’Isola di Einstein, infatti, si terrà l’anteprima degli Avanti Tutta Days, in programma il 7 e 8 settembre 2019 a Perugia. All’interno dell’anteprima è prevista anche una “Camminata solidale” (sabato 31 agosto, ore 16.30), in collaborazione con Piedibus, La Via del Trasimeno - Associazione Camminare guarisce, Avanti Tutta Onlus, Pink is good - Fondazione Umberto Veronesi.

A un mese dalla Notte Europea dei Ricercatori, uno dei più grandi eventi europei dedicati al valore della ricerca, in programma il 27 settembre in oltre 300 città di tutta Europa, l’Isola di Einstein ospita un’anteprima nazionale delle Notti che si svolgeranno in Italia. Saranno sull’isola i rappresentanti di quattro progetti nazionali finanziati dalla Commissione Europea nel quadro delle azioni Marie Curie: i ricercatori dei progetti B-Future, coordinato da Fondazione Neuromed, il progetto Bright guidato dall’Università di Siena, il progetto Society coordinato dal Centro di Supercalcolo CINECA e Sharper coordinato da Psiquadro in 12 città italiane. 

Negli spazi dell’Einstein Village dedicati, si svolgeranno attività e laboratori sulle neuroscienze, sull’osservazione e lo studio del sole, sulle nuove tecnologie applicate allo studio della nostra struttura ossea, sull’ecologia degli ambienti lacustri, nei quali raccogliere anche importanti informazioni sui cambiamenti climatici. La ricerca sarà anche protagonista della FameLab Einstein Cup, una gara organizzata in collaborazione con British Council Italia in cui si sfideranno i famelabbers delle precedenti edizioni, con le stesse regole di FameLab ma con più tempo per l’approfondimento e il divertimento.

L’Isola di Einstein è un evento interamente gratuito, a eccezione delle crociere astronomiche (biglietto intero 10 € / ridotto fino ai 10 anni 5 €; prenotazioni: 0754659547 / 3486976450). Il servizio pubblico di navigazione a pagamento gestito da Busitalia collega l’Isola Polvese tramite traghetti in partenza da San Feliciano e da Castiglione del Lago, secondo gli orari disponibili al link http://bit.ly/traghetti-isoladieinstein2019.

L’Isola di Einstein è un evento realizzato da Psiquadro in collaborazione con Confcooperative Umbria, ARPA Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Castiglione del Lago, Comune di Magione, Busitalia, Cooperativa Pescatori del Trasimeno, Oasi Naturalistica La Valle, GAL Trasimeno Orvietano, Umbrò e Bcc Umbria Credito Cooperativo. L’evento è realizzato con il contributo e la collaborazione di INAF, INFN, INGV, Sezione di Perugia dell’INFN e Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia e con il patrocinio di Istat ed EuroScience Open Forum – Esof ed è evento ufficiale ProEsof. Per la prima volta, l’Isola di Einstein inaugura la mediapartnership con Rai Cultura, che va ad affiancare Radiophonica e Umbria Radio.


giovedì 22 agosto 2019

LAVORI PUBBLICI ANTRIA

 Antria: un nuovo volto per il XXV° del Ss. Crocifisso
Prevista la ripavimentazione di vie e piazze interne del paese per i festeggiamenti del 2020

Il piccolo borgo di Antria sarà oggetto di un progetto di risistemazione della viabilità interna in vista dei festeggiamenti per il XXV del Ss.Crocifisso in programma dal 21 al 28 giugno 2020.
I lavori, progettati e finanziati dal Comune di Magione, prevedono la ripavimentazione in pietra del percorso interno alle antiche mura da via Antica fino a piazza Antonio Bonciari salvaguardando il bordo storico in mattoni antichi.


Il rifacimento del manto stradale sarà anche occasione per l’interramento dei sottoservizi con la volontà, previo accordo con Enel e Telecom, di riuscire a far passare sottoterra anche i cavi elettrici e della telefonia.
“Si tratta di un importante intervento – commenta l’assessore ai lavori pubblici, Massimo Ollieri –, che va a riqualificare un borgo ricco di storia e per il quale è previsto un investimento di circa 200mila euro”. “Intanto – fa sapere – con gli operai del comune, su sollecitazione della comunità locale, abbiamo provveduto a liberare da una vegetazione cresciuta in modo disordinato un tratto delle antiche mura in prossimità della Quattrocentesca chiesa di san Rocco. Un primo intervento, effettuato con risorse interne all’amministrazione, che ha restituito decoro a un luogo di particolare bellezza”.


mura liberate dalla vegetazione

La progettazione ha visto anche l’impegno del Comitato per il XXV del Ss. Crocifisso Antria 2020 che ha seguito da vicino le idee che sono alla base dei futuri lavori.

Il borgo di Antria ha avuto negli ultimi anni un crescendo di interesse anche grazie alle iniziative che le associazioni del posto hanno messo in essere. 
Accanto alla tradizionale sagra si sono aggiunti eventi, come il presepe vivente, che hanno permesso ad un numero sempre maggiore di persone di conoscerlo. 
Importanti anche le pubblicazioni uscite sulla storia e sui personaggi che qui sono nati.

mercoledì 21 agosto 2019

NIDO PAPERINO

Apertura anticipata per il nido comunale di Magione “Paperino”
Grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione Umbria la struttura riaprirà il 26 agosto invece del 2 settembre

Apertura anticipata al 26 agosto, invece che il previsto 2 settembre, per il nido comunale Paperino. L’anticipazione, riservata ai bambini già frequentanti, e’ stata possibile grazie al trasferimento regionale del Fondo per il Sistema Integrato dei Servizi di Educazione e Istruzione, e pensata per agevolare le famiglie che riprendono le attività lavorative. Inoltre, sarà di conseguenza possibile anticipare alla prima settimana di settembre, anche il periodo di inserimento dei nuovi iscritti.
Con la stessa misura da cui provengono i fondi utilizzati per aprire prima la scuola è stato possibile anche ridurre del 10% la quota fissa delle rette da gennaio a giugno 2019.
L’asilo nido comunale, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 17.30, ha una disponibilità di 54 posti. Ad oggi sono otto le domande in lista di attesa.

lunedì 19 agosto 2019

LAVORI UMBRA ACQUE VILLA

Partiti i lavori per allacciare oltre 60 abitazioni di Villa alla fognatura pubblica
Importante investimento di Umbra Acque nel comune di Magione nell’ambito del Programma degli interventi su rete idrica 2016-2019

Iniziati da Umbra Acque a Villa di Magione i lavori per allacciare oltre cinquanta abitazioni alla fognatura pubblica.
L'intervento di risanamento consisterà nella realizzazione di oltre 1300 metri di condotte a gravità fino ad una stazione di sollevamento prossima al raccordo Perugia-Bettole. Da qui con altri 600 metri a pressione le tubazioni si agganceranno alla rete principale fino al depuratore di Montesperello.

La nuova conduttura permetterà anche di eliminare uno scarico a cielo aperto presente lungo i campi tra il paese e la superstrada non lontano dalla zona archeologica etrusca di Colle Arsiccio (Fontonaca).

Si tratta di un importante investimento di Umbra Acque, arrivato dopo ripetute segnalazioni e facente parte del Programma degli interventi su rete idrica 2016-2019 approvato da Auri (Autorità umbra rifiuti e idrico).

SAGRA DEL GAMBERO

Terrazza panoramica
 Nella frazione di Magione ha preso il via la Sagra del gambero e del pesce di lago
A San Savino con la sagra che valorizza il Trasimeno 
e investe nel paese
Fino a domenica 25 agosto cucina tradizionale e musica dal vivo ogni sera

“Da anni stiamo rilanciando e valorizzando i piatti locali a base di pesce di lago e devo dire che piacciono sempre più, riscuotendo enorme successo. Non a caso ci vengono a trovare da tutta l’Umbria e anche da fuori regione”

È la cucina il pezzo forte della Sagra del gambero e del pesce del lago Trasimeno come racconta il presidente della proloco di San Savino Maurizio Orsini. 

Ma a testimoniarlo sono proprio i diversi accenti che si odono tra i tavoli, dei turisti provenienti dai vari angoli d’Italia che, se in vacanza al Trasimeno, lo confermano loro stessi, non rinunciano a farvi tappa. 

Insomma, buona la prima a San Savino dove è in corso la 33esima edizione della Sagra del gambero: tavoli tutti pieni, centinaia di coperti serviti e grande apprezzamento per il menù e per gli spettacoli musicali dal vivo. Un fiume di persone che si riversa in questo piccolo paese del comune di Magione e che permette alla stessa proloco di reperire importanti fondi che vengono poi regolarmente reinvestiti nel paese. 


Museo della comunicazione del Novecento

Ne sono prove tangibili il campo da calcio a 7 in manto sintetico inaugurato l’anno scorso e il suggestivo Museo della comunicazione del Novecento 900.com’ realizzato poche settimane fa nella struttura delle ex scuole elementari, ristrutturata di recente anche questa grazie alla Sagra del gambero e ai finanziamenti della proloco. 




“Il campo sportivo funziona molto bene – ha voluto sottolineare Orsini – e siamo orgogliosi di questo museo realizzato in collaborazione con il Museo del gioco e del giocattolo di Perugia. Quando riapriranno le scuole, sarà un importante punto di riferimento per le scolaresche che lo potranno visitare in concomitanza con l’Oasi naturalistica ‘La valle’ che si trova proprio qui vicino”.

Antipasto di pesce di lago

Fino a domenica 25 agosto, gli amanti degli spiedini di persico, della tinca affumicata, del guazzetto di gambero e delle fritture di pesce avranno il loro punto di riferimento al Trasimeno a San Savino dove ogni sera verrà anche proposta musica dal vivo e dj per tutti i gusti, dal ballo liscio al folk, passando per il rock, l’hip-pop e la dance.

Da segnalare, tra gli eventi collaterali, il trekking storico-naturalistico in programma domenica 18 agosto alle 9 con un’escursione guidata nelle terre di San Savino, al costo di 8 euro e con aperitivo finale offerto dalla proloco (prenotazioni entro giovedì 15 agosto chiamando il 340.7116514). Tutte le informazioni sul sito www.prolocosansavino.it.

lunedì 5 agosto 2019

LAVORI CHIESA SAN FELICIANO

Chiesa di San Feliciano, nuovi lavori con l’8% proveniente dagli oneri di urbanizzazione
L’iniziativa possibile grazie ad un’apposita convenzione tra Comune di Magione e Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve

Destinati alla ristrutturazione del presbiterio della chiesa di San Feliciano l’8% dei proventi dagli oneri di costruzione del comune di Magione pari a 11.930,89 euro.

Un’operazione resa possibile da una legge della Regione Umbria in cui si stabilisce che: “il Comune, previa intesa con le organizzazioni religiose i cui rapporti sono regolati con lo Stato, destina una quota pari al 8% dei proventi degli oneri di urbanizzazione secondaria, risultanti dalla relazione annuale consuntiva allegata al bilancio, per chiese ed altri edifici per servizi religiosi. I rapporti tra il comune e le organizzazioni religiose istituzionalmente competenti, derivanti dalla destinazione della quota dei proventi, sono oggetto di apposita convenzione”.

Convenzione che tra Comune di Magione e Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve ha stabilito che “il contributo verrà utilizzato per la ristrutturazione e ricomposizione del presbiterio della chiesa parrocchiale della Parrocchia di S.Feliciano quale prolungamento del piano di massima esercizio finanziario 2017”.

lunedì 29 luglio 2019

RIDUZIONE TARIFFE SCOLASTICHE


Riduzioni tariffarie iscritti 2019-2020 per gli aventi diritto devono essere presentate entro il 30 settembre

MAGIONE 29 luglio 2019 - I genitori, in possesso dei requisiti previsti, possono richiedere riduzioni tariffarie per i servizi di mensa scolastica e trasporto, per: appartenenza alle fasce Isee così come previsto dal “Regolamento comunale per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate”; secondo o terzo figlio che usufruisce dello stesso servizio, così come previsto dal “Regolamento sul servizio di trasporto scolastico e di ristorazione scolastica”. Gli aventi diritto devono presentare annualmente apposita richiesta entro la scadenza del 30 settembre 2019, pena l’esclusione.

Tutta la modulistica è scaricabile sul sito del comune, sezione modulistica, e disponibile presso gli uffici dell’area socio educativa del comune di Magione in Viale Dante Alighieri n.2. La stessa, una volta compilata e corredata dalla documentazione necessaria, dovrà essere inviata e/o consegnata agli uffici dell’area socio educativa o all’ufficio protocollo del comune di Magione il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 13; il mercoledì dalle 15 alle 18.

venerdì 26 luglio 2019

DECEDUTO LO SCRITTORE ENNIO CRICCO

Deceduto lo scrittore Ennio Cricco cittadino onorario di Magione
Figura di grande cultura e umanità ha sempre mantenuto vivo il suo legame con la comunità magionese

La comunità di Magione, con la scomparsa a 98 anni del maestro-scrittore Ennio Cricco perde uno dei più importanti testimoni della sua cultura. L’amministrazione comunale che nel 2008 gli conferì la cittadinanza onoraria, si unisce al cordoglio di familiari e amici per la perdita di una figura  di grande spessore culturale unita a una grande umanità.

Ennio Cricco nasce il 7 giugno 1921 a Bolzano dove il padre ferroviere viene trasferito. Così, Cricco stesso, con ironia, raccontava la sua nascita:
“mi chiamo Enio, Hugo, Nando Cricco, figlio di Costanzo, detto Corrado, di Sant’Andrea delle Fratte e di Rosa Marchesi, magionese. Enio, con una enne, per colpa del prete tedesco che raccolse la denuncia della mia nascita”. 

Pur trascorrendo tutta la vita a Bolzano Cricco non dimenticò mai i luoghi di origine della sua famiglia dove passò lunghi periodi durante le vacanze

A proposito di Magione ebbe a dire: 
“Magione fu per me, ragazzo, un mondo fantastico e meraviglioso, dove ogni momento era propizio per scoprire qualcosa o qualcuno”. 
A Ennio Cricco il Comune di Magione con l’allora sindaco Massimo Alunni Proietti, conferì nel 2008 la cittadinanza onoraria e, quello di Perugia, l’onorificenza del “baiocco”, concessa ad esponenti di spicco del mondo dell’arte e della cultura. Si deve al suo profondo lavoro la rivalutazione del dialetto perugino-magionese fatto attraverso le traduzioni di importanti opere letterarie, pubblicate grazie al contributo della proloco di Magione, come quella dell’Inferno di Dante raccontato ai Perugini (1988). La grandezza di quest’opera sta nel fatto di avere dato la possibilità a tutti i magionesi e perugini di fare proprio quel patrimonio dell’umanità rappresentano dalla Divina Commedia.
A questa hanno fatto seguito, ‘Ndreino, trasposizione in dialetto magionese della celebre novella del Boccaccio Andreuccio da Perugia (inserita nel volume Perugia e l su dialetto, n amor da faje l vèrzo, a cura di Sandro Allegrini e Walter Pilini). Ventiquattro composizioni poetiche di Ennio Cricco comparvero anche nel volume “Magione, venti secoli di storia, cultura, ritratti e spiritualità” (2001) sempre edito dalla proloco di Magione.

Nel cuore dei magionesi è rimasta la serata organizzata in suo onore dalla proloco di Magione nel 2013 durante la Settimana magionese che vide la presenza del maestro-scrittore. 

Serata di grande commozione con lo spettacolo omaggio “L mi’ paese: Ennio Cricco racconta la sua Magione” proposto dal Trio del Dònca nella piazzetta di Casalta luogo legato, in maniera particolare, alla vita dello scrittore che da bambino passava qui le sue estati. 
Voce guida alle letture di Fausta Bennati, Leandro Corbucci e Gian Franco Zampetti componenti del Trio del Dònca fu Sandro Allegrini, curatore per Morlacchi editore della pubblicazione di Cricco “Scritti in lingua magionese perugina”. 

Nel dialetto tanto amato dall’autore, in merito al quale ebbe a dire: 
“Vorrei che si ricordasse che, coltivando il nostro dialetto, noi useremo il mezzo più semplice, concreto e diretto, per conservare la memoria del nostro passato” 
vennero ricordati i diversi momenti della sua vita, dalla casuale nascita a Bolzano, ai diversi eventi che ebbero come protagonista lui o la sua famiglia.

giovedì 25 luglio 2019

FESTA DEL GIACCHIO 2019

La manifestazione, organizzata proloco di San Feliciano, si terrà da 26 luglio al 4 agosto
Nel paese dei tramonti tra sport, arte, cultura e buona cucina con la Festa del giacchio
Sabato 27 al Museo della pesca inaugurazione della mostra AM/FM con opere di Fabrizio Segaricci e Massimo Dalla Pola

Non solo l’ottima cucina a base di pesce di lago ma anche sport, arte e cultura animeranno il piccolo borgo di San Feliciano, noto anche come il paese dei tramonti, dal 26 luglio al 4 agosto con la tradizionale Festa del giacchio organizzata dalla locale proloco.

Lo spettacolo pirotecnico, il lancio del giacchio, e la fiaccolata delle barche illumineranno il lago con le tradizioni di San Feliciano.

Giorni di divertimento sportivo tra gare podistiche, la festa si apre con il “9° Trofeo del giacchio”; possibilità di avvicinarsi al mondo della vela con la locale sezione della Lega navale o scoprire l’affascinate mondo dei pescatori con l’iniziativa "Diventa Rematore per un giorno” promossa dal Circolo pescatori. E sarà ancora uno dei pescatori storici di San Feliciano, Rino Gatti, a fare da guida a uno dei musei più affascinati per scoprire la storia del Trasimeno e di uno dei suoi più antichi mestieri: la pesca. I visitatori potranno finire intrappolati nella tipica rete usata un tempo dai pescatori, il giacchio. che dà il nome alla festa arrivata alla 36° edizione.

Per gli appassionati di arte da non perdere la mostra AM/FM con opere di Fabrizio Segaricci e Massimo Dalla Pola a cura di Arianna Beretta che sarà inaugurata sabato 27 luglio, ore 17.30. nelle sale espositive del Museo della pesca. 


Nella sala Barca la mostra personale di Gaetano Mongiardi About the lake. Gli appassionati di fumetto rimarranno affascinati dalla mostra che racconta come nasce un graphic novel nella mostra "Un fumetto al lago Trasimeno".
Silvia Vecchini e Sualzo hanno infatti voluto condividere con i lettori la fase creativa che ha portato alla nascita della loro ultima pubblicazione "21 giorni alla fine del mondo" a cui fa da sfondo proprio il Trasimeno luogo non solo molto amato dai due artisti ma anche paese in cui hanno scelto di vivere e lavorare. La tradizione dell’artigianato la fa da padrona con i lavori realizzati a filet modano dalla locale scuola di merletto.

Oltre al magnifico spettacolo offerto dalla natura, il lago Trasimeno offre alcuni dei più spettacolari tramonti del mondo, sono tanti gli appuntamenti musicali e teatrali che accompagnano le serate a cui si aggiungono iniziative per i più piccoli, serate di beneficenza e danzanti. Tutte le sere sarà possibile degustare i piatti tipici della cucina locale a base di pesce di lago cucinati dalle donne e dagli uomini del posto.







venerdì 12 luglio 2019

TARGA STELLA DELLO SPORT A CITTADINI







Originario di Sant’Arcangelo gioca attualmente nell’Alma pallacanestro Trieste
Al cestista Alessandro Cittadini la targa “Stella dello sport Magionese”  2018 
Nel 2003 vince la medaglia di bronzo con la nazionale italiana di pallacanestro nel 2005 l’oro

Al cestista Alessandro Cittadini la targa “Stella dello sport Magionese” istituito dall’assessorato allo sport del Comune di Magione istituita dal comune di Magione per portare a conoscenza del territorio comunale personaggi dello sport che si sono distinti nelle diverse discipline sportive.
La consegna avrà luogo lunedì 15 luglio alle 18 nella sala del consiglio comunale di Magione alla presenza del sindaco Giacomo Chiodini e del vicesindaco con delega allo sport, Massimo Lagetti.
Cittadini, nato a Sant’Arcangelo di Magione
Classe 1979 Cittadini, giocatore di pallacanestro attualmente con l’Alma Pallacanestro Trieste, società di Legadue, esordisce in serie A nel 1997. È originario di Sant’Arcangelo frazione del comune di Magione dove la sua famiglia, anche dopo la recente scomparsa del padre, ancora vive. Partitone giovanissimo per intraprendere la carriera sportiva è comunque un luogo dove, compatibilmente con i suoi impegni sportivi, torna spesso.
Nel suo palmares si conta una medaglia di bronzo nel 2003 agli europei in Svezia con la nazionale italiana di pallacanestro; l’oro ai Giochi del Mediterraneo disputatesi ad Almeria nel 2005.
“Oltre a voler esprimere l’orgoglio per queste eccellenze sportive - spiega il vicesindaco Massimo Lagetti - attraverso questo premio desideriamo dare, come Comune, un riconoscimento agli atleti del nostro territorio che, con i loro meriti sportivi, ne diventano anche importanti testimoni soprattutto nel caso di Alessandro sportivo di fama internazionale ”.


mercoledì 26 giugno 2019

RIFIUTI ABBANDONATI

Rifiuti abbandonati, la polizia locale di Magione scopre i furbetti
Grazie agli elementi acquisiti dagli agenti si è potuto risalire alla ditta
e al trasportatore dei rifiuti speciali lasciati nella zona dell’autodromo


Denunciati all’autorità giudiziaria il proprietario di una ditta di Città di Castello e un albanese residente a Magione per abbandono di rifiuti speciali nella zona dell’autodromo di Magione.
Gli elementi acquisiti dagli agenti della polizia locale di Magione hanno consentito, nella stessa giornata del rinvenimento della discarica abusiva, di risalire ai colpevoli. Il materiale abbandonato: barattoli contenenti schiume di poliuretano, calcinacci e parti di infissi provenienti dalla lavorazione del legno e del ferro della ditta tifernate, invece che essere regolarmente smaltiti attraverso ditte specializzate sono stati dati in carico a un privato senza nessun permesso che ha provveduto alla vendita delle parti in ferro e in legno abbandonando poi tutto il materiale residuo che non poteva smaltire regolarmente. 

Al proprietario della ditta, come prevede la normativa relativa ai danni ambientali, è stato notificato l’obbligo di ripulire tutta la zona per non incorrere in un reato di tipo penale. A questa va aggiunta la sanzione di 6500 euro. La zona dove il materiale è stato abbandonato era stata ripulita neanche un mese fa da un’altra discarica abusiva. Anche in questo caso gli agenti erano riusciti ad individuare i responsabili ma i costi per la rimozione sono stati a carico del Comune.
“I nostri agenti fanno un attimo lavoro – commenta l’assessore all’ambiente
del comune Silvia Burzigotti – ma il fenomeno dell’abbandono di rifiuti
provenienti dal lavoro di aziende che per risparmiare non utilizzano le
ditte specializzate per questo tipo di smaltimento, sta diventando un
problema non solo ambientale ma anche economico. La rimozione di rifiuti
speciali, laddove non si riesca a trovare il colpevole o dove questo non
provveda a rimuoverli, è totalmente a carico del comune con un costo che
inevitabilmente ricade su tutta la cittadinanza. Naturalmente proseguiremo
nell’installazione di foto trappole che ci auguriamo possano funzionare da
deterrente ma quello che noi auspichiamo è un maggior senso civico da parte
di tutti”.

lunedì 17 giugno 2019

SECONDO MANDATO CHIODINI

Lagetti vice. Ruggeri, Maghini, Burzigotti e Ollieri assessori. Raspati presidente consiglio
Magione, al via il secondo mandato Chiodini
Il sindaco: “Programma concreto e squadra di qualità”

"Un programma concreto, una squadra affiatata, una realtà economicamente attrattiva, una qualità dei servizi da difendere e promuovere: buone basi su cui iniziare un lavoro collettivo per la nostra comunità e il suo territorio".

Parte sotto i migliori auspici il secondo mandato del sindaco di Magione Giacomo Chiodini che nel discorso di insediamento del consiglio comunale guarda con ottimismo al futuro del Trasimeno e del distretto economico sull'asse Perugia - Corciano - Trasimeno.

Gli assessori con le rispettive deleghe
Eletto con oltre il 69 per cento, circa 5400 voti, Chiodini ha provveduto a nominare la propria giunta. Ecco tutti gli assessori con le rispettive deleghe. Massimo Lagetti, vicesindaco: bilancio, tributi, innovazione, sport e sicurezza. Vanni Ruggeri: urbanistica, cultura e fondi europei. Eleonora Maghini: servizi sociali, istruzione, personale e protezione civile. Silvia Burzigotti: ambiente, commercio e attività produttive. Massimo Ollieri: lavori pubblici e patrimonio. Il sindaco tiene per sé le deleghe relative all'Unione dei Comuni del Trasimeno, alla comunicazione e alla discarica di Borgogiglione.

I consiglieri delegati
Due i consiglieri delegati: Daniele Raspati, eletto presidente del consiglio comunale, al turismo; Cristina Tufo, capogruppo di maggioranza, alla toponomastica e allo statuto comunale.

I consiglieri comunali
Gli altri consiglieri comunali della maggioranza eletta attraverso la lista civica di centrosinistra "Magione Viva" sono: Nicola Macchiarini, Francesca Breccolenti, Andrea Baldassarri e Marina Sorci.
Sul versante dell'opposizione – dopo la scelta del candidato sindaco del centrodestra Michele Carrozza di dimettersi – entra Elisa Pietropaoli, prima dei non eletti, che insieme a Michela Alvisi, Marco Menconi, Francesco Rubeca e Marco Poggioni compone un gruppo di minoranza guidato come capogruppo da Menconi. Quest'ultimo è infatti il consigliere comunale più longevo all'interno dell'attuale consiglio.

Illustrate le linee programmatiche di mandato
Nella seduta – oltre al giuramento, all’illustrazione delle linee programmatiche di mandato, all’elezione di Raspati come presidente del consiglio – l’assemblea ha provveduto alla costituzione delle commissioni consiliari e all’elezione dei rappresentanti presso l’Unione dei Comuni del Trasimeno, con la maggioranza che ha indicato Andrea Baldassarri e la minoranza che ha optato per il capogruppo Marco Menconi.









giovedì 6 giugno 2019

21 GIORNI ALLA FINE DEL MONDO

 Diventa una mostra il graphic novel sull’amicizia, sui segreti e il silenzio, sul diventare grandi 
Al Museo della pesca i disegni del fumetto “21 giorni alla fine del mondo”
San Feliciano fa da sfondo all’ultimo lavoro di una delle coppie più importanti e consolidate del fumetto italiano e internazionale per ragazzi

Al Museo della pesca di San Feliciano, Magione, si inaugura sabato 8 giugno alle ore 17, la mostra di disegni del nuovo graphic novel “21 giorni alla fine del mondo” con tavole, schizzi preparatori, storyboard e oggetti.

Scritto da una delle coppie più importanti e consolidate del fumetto italiano e internazionale per ragazzi, Silvia Vecchini e Sualzo (Antonio Vincenti), il fumentto narra le vicende che vede i due protagonisti, Lisa e Ale, diventare amici, perdersi e ritrovarsi in un luogo molto amato dai due autori, San Feliciano, piccolo borgo lacustre in cui vivono e lavorano.
Sarà possibile ammirare le belle tavole che narrano di amicizia ma anche di dolorose verità, quelle verità dell’adolescenza che spesso si ha paura a rivelare perché gli altri non potrebbero capire, e allora si fugge. Ma la vita riporta dove il filo si è spezzato. Ed è al lago che torna Ale per rincontrare Lisa. Le cose non sono più uguali ma l’amicizia gli sopravvive. Il filo si riallaccia. In 21 giorni si riveleranno i segreti? Un’occasione per scoprirlo è la bella mostra di con la guida speciale degli stessi autori. In occasione della presentazione esibizioni aperte a tutti dell’accademia di arti marziali di Perugia, e di Kung fu e Tai chi chuan sport praticati dai protagonisti del libro.


Silvia_Vecchini_Antonio_Sualzo_Vincenti
GLI AUTORI
Silvia Vecchini è autrice di albi illustrati e romanzi per ragazzi, poesie, rubriche per riviste e fumetti. Progetta percorsi per le scuole, incontra bambini e ragazzi in biblioteca e nelle librerie per letture e laboratori di scrittura.

Antonio Sualzo Vincenti è autore, illustratore e fumettista. Con L’improvvisatore ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura del Festi’BD di Moulins 2009 ed è stato tra i cinque finalisti del Premio Micheluzzi 2010.
Insieme hanno scritto La zona rossa (Il Castoro), che ha vinto il Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto per ragazzi 2018 e che a breve sarà pubblicato negli Stati Uniti da Abrams, poi in Cile e Corea, e Fiato sospeso (Tunué), Premio Boscarato 2012 e Premio Orbil 2013.

giovedì 23 maggio 2019

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE MAGIONE VIVA

Chiusura campagna elettorale della lista “Magione Viva”
Venerdì 24 iniziative in piazza a San Feliciano e Magione capoluogo per il candidato sindaco Giacomo Chiodini

Venerdì 24 maggio, per la giornata di chiusura della campagna elettorale della lista “Magione Viva” guidata dal candidato sindaco Giacomo Chiodini, appuntamento alle ore 18 a San Feliciano e alle 21 in piazza della Repubblica a Magione.

Si chiude così una campagna elettorale che ha visto i candidati della lista “Magione Viva” incontrare gli abitanti di tutte le frazioni del comune di Magione per la presentazione del programma in cui, in dieci punti, vengono spiegati gli obiettivi su sui il candidato sindaco e i consiglieri eletti si impegneranno.

Tra gli obiettivi del prossimo mandato:
il Trasimeno visto come “bene comune” da proteggere e promuovere attraverso il lavoro dell’Unione dei comuni per superare i campanilismi, favorire una gestione meno rigida del lago e un’economia turistico-ricettiva sostenibile; un piano particolareggiato per il centro storico di Magione capoluogo; l’estensione della videosorveglianza con interazioni tra le diverse forze dell’ordine e interventi per la sicurezza stradale; prosecuzione nel miglioramento delle strutture scolastiche anche con la realizzazione di nuovi edifici e mantenimento del tempo pieno; rafforzamento dei servizi a sostegno delle persone in difficoltà, degli anziani e dei non autosufficienti; sostegno all’associazionismo anche aumentando gli spazi aggregativi e culturali; impegno per un nuovo modello di gestione dei rifiuti.

LEGGI TUTTO IL PROGRAMMA SU:
 https://www.giacomochiodini.it/programma-2019/

FANFARA REGIONALE UMBRA A MATERA



Aggiungi didascalia
La città dei “Sassi” ha ospitato il 67° raduno nazionale Associazione nazionale bersaglieri
La Fanfara regionale umbra dei bersaglieri presente a Matera
Nel 2020 le “piume nere” saranno a Roma 2020 in occasione del centocinquantesimo anniversario della Breccia di Porta Pia

Il 2019 è l’anno di Matera. E proprio Matera è stata il palcoscenico che ha visto andare in scena il 67° Raduno nazionale bersaglieri. Protagoniste le 60 fanfare italiane Anb (Associazione nazionale bersaglieri), tra cui anche la Fanfara regionale umbra.

Nata esattamente trent’anni fa, la Fanfara Regionale Umbra è stata fondata proprio a Magione e rappresenta da sempre motivo d’orgoglio per il paese. Con un organico di circa 30 elementi provenienti da tutta la regione, questa fanfara è unica nel suo genere anche per la presenza delle “gigogin”: le ragazze che aprono il passaggio dei fanti piumati in fascia tricolore. A Matera, la Fanfara regionale umbra dei bersaglieri è stata guidata dal vice-capofanfara Giulio Ottavio Macchiarini, sfilando in affascinante divisa storica del 1871.

Nella giornata di domenica 19 maggio, la città dei Sassi si è popolata di piume nere al vento che hanno saputo scaldare gli animi del folto pubblico accorso nei 2.500 mt di percorso. La parata è culminata in Piazza Vittorio Veneto, con il passaggio davanti alla tribuna d’onore, alla presenza di numerose autorità politiche e militari: il sottosegretario di Stato alla difesa, Angelo Tofalo, e il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Salvatore Farina, unitamente alle principali cariche Anb a partire dal Presidente, generale di brigata Ottavio Renzi.

Come ogni anno, il raduno nazionale bersaglieri rappresenta anche l’occasione per fare rete con il territorio della regione che ospita la manifestazione e creare sinergie che talvolta innescano gemellaggi e collaborazioni. Così fanfare, simpatizzanti e accompagnatori sono stati ospitati dai diversi paesi del territorio lucano, e la Fanfara regionale umbra ha goduto della generosa ospitalità del Comune di Calvello (PZ).

Sabato 18 maggio, i bersaglieri si sono esibiti a passo di corsa per le vie e nelle piazze principali della cittadina, concludendo la serata con un concerto che ha riscosso grande apprezzamento da parte della gremita folla intervenuta: brillanti musiche bersaglieresche e brani virtuosistici, diretti dal maestro Andrea Cavallucci Cavallacci. In questa occasione, la sezione bersaglieri di Magione, con il presidente Daniele Bogna, ha portato i saluti dell’amministrazione comunale di Magione al sindaco di Calvello, Maria Anna Falvella, con l’augurio di futuri incontri.

“Il raduno nazionale è un appuntamento immancabile per la Fanfara Regionale Umbra, – commenta il Presidente della fanfara, Gian Carlo Canonico – che si impegna tutto l’anno con dedizione per portare alto il nome della nostra regione in questo atteso evento. Ringrazio i bersaglieri dell’Umbria che ci hanno accompagnato e i nostri rappresentanti Anb, oltre al Comune di Magione che ci dimostra sempre la propria vicinanza; ma il grazie più grande va certamente a tutto il gruppo, bersaglieri, gigogin, capofanfara, maestro, per la passione messa in ogni nota e in ogni passo di corsa. Il prossimo anno ci aspetta Roma 2020, il raduno che celebrerà il centocinquantesimo anniversario della Breccia di Porta Pia: noi siamo già pronti”.

giovedì 16 maggio 2019

PRESENTAZIONE PROGRAMMA LISTA MAGIONE VIVA

La lista “Magione Viva” alle elezioni amministrative del Comune di Magione 2019
Giacomo Chiodini e la sua squadra proseguono il tour nel territorio comunale per la presentazione del programma di mandato
Prossimi appuntamenti a Magione, rione Caserino, sabato 18 ore18 e San Feliciano ore 20.30

MAGIONE – Proseguono a Magione le assemblee della lista del candidato sindaco Giacomo Chiodini nelle diverse frazioni del territorio comunale per la presentazione del programma di mandato e dei sedici candidati della lista “Magione viva”

LE ASSEMBLEE - Proseguendo nella linea tenuta nei cinque anni di mandato, che hanno visto gli amministratori confrontarsi spesso con i propri concittadini sulle scelte dell’amministrazione, il sindaco uscente, e la squadra che lo sostiene, hanno già incontrato gli abitanti di Montecolognola, Montemelino, Antria-Collesanto, Sole Pineta, Magione rione stazione, Monte del lago, Soccorso, Casenuove, San Savino, Vignaia e Vallupina.
Gli incontri proseguiranno nei prossimi giorni con assemblee a: Magione rione Caserino, sabato ore 18 e San Feliciano alle 20.30; Agello domenica alle ore 20.30; Montesperello martedì 21 ore 20.30; Torricella mercoledì 22, giovedì 23 e venerdì 24 con un incontro alle 18 a San Feliciano e alle 21, per la chiusura della campagna elettorale, in piazza a Magione.

IL PROGRAMMA - Dieci i temi salienti affrontati in maniera dettagliata nel programma di mandato. Un programma con cui i cittadini possono confrontarsi, valutare gli obiettivi che si vogliono raggiungere, condividere le scelte sul futuro del territorio. 
Una visione complessiva che va dal Trasimeno ai centri storici, dal problema dei rifiuti alla tutela del paesaggio; dall’attenzione all’associazionismo e al volontariato ai servizi socio assistenziali e sanitari; dalle infrastrutture alla pubblica amministrazione. Un programma fatto di proposte concrete che guardano a tutto il territorio comunale e a tutte le fasce d’età

TUTTO IL PROGRAMMA SU

venerdì 10 maggio 2019

TEATRO DI FIADDA A MAGIONE


Magione Teatro Mengoni - Torna il teatro di Fiadda con “Gli Affamati”
Attori udenti e non udenti portando in scena la finitezza umana

Torna il Teatro di FIADDA Umbria che ogni anno propone nuove e interessanti rappresentazioni con una compagnia affiatata composta da ragazzi udenti e non udenti (con protesi o impianti cocleari) pronti a calcare le scene come veri attori professionisti. 

La prossima rappresentazione si terrà sabato 11 maggio (ore 21) nel teatro Mengoni di Magione e si intitola "Gli Affamati" con la regia di Domenico Matera. 

 "Gli affamati", è una tragedia comica sulla storia di un gruppo di sciagurati presi dalla disperazione della fame. Nello sfondo c’è la triste realtà della guerra che indurisce e tira fuori il lati profondi e sconvolgenti dell’animo umano. Proprio questo hanno dovuto fare gli attori della compagnia teatrale di Fiadda, misurasi con i proprio limiti umani, con la finitezza dell’uomo che spesso cade nell’errore di sentirsi invulnerabile quando vive nei suoi agi e nelle sue sicurezze. Una sfida difficile per i giovani attori che attraverso un palco cercano di lanciare messaggi importanti sui problemi quotidiani della realtà. Vi aspettiamo... "affamati" ovviamente! (Info gliaffamati.11maggio@gmail.com Tel. 3478117063).

martedì 7 maggio 2019

GIORNATA NAZIONALE DEI CASTELLI

Giornata_nazionale_dei_castelli_Montecolognola
La sezione Umbria dell’Istituto nazionale dei castelli quest’anno presenta all’attenzione del pubblico il borgo fortificato del comune di Magione 
Montecolognola protagonista della Giornata nazionale dei castelli
Appuntamento sabato 11 maggio con visite guidate e conferenze. Raccolta fondi per la cappella di Santa Lucia

Sabato 11 maggio in occasione della Giornata nazionale dei castelli che si celebra in tutta Italia organizzata dall’Istituto nazionale dei castelli, la sezione Umbria dell’associazione ha scelto quest’anno, come luogo da portare l’attenzione, il borgo fortificato di Montecolognola nel comune di Magione. Nell’occasione verrà avviata una raccolta fondi per il restauro della cappella di Santa Lucia dipinta da Gerardo Dottori.

Il programma della giornata prevede alle 10 alle 12.30 e alle 15.30 visite guidate alla cinta muraria ed alla chiesa.
Alle ore 11, nella Chiesa di S. Maria Annunciata, Sandro Tiberini, studioso di storia locale, parlerà della vicenda storica ed architettonica del castello di Montecolognola.
Alle ore 16, nello stesso luogo, il critico d’arte Massimo Duranti, uno dei maggiori esperti di Gerardo Dottori a livello europeo, parlerà dell’artista perugino e della pittura murale di cui la chiesa conserva un’importante testimonianza. A seguire visita agli affreschi del pittore conservati nella cappella di Santa Lucia. Visto il precario stato di conservazione della cappella l’associazione ha lanciato una raccolta fondi. La somma andrà ad aggiungersi a quella già stanziata dalla sezione per avviarne con la Diocesi e il Comune il restauro.

Particolare_cappella_Santa_Lucia_Gerardo_Dottori
Raccolta fondi restauro Cappella Santa Lucia - Proprio per questa emergenza conservativa, nello spirito di un crowdfunding a sostegno dei beni storico-artistici locali, l’associazione invita a donare un libero contributo direttamente durante la Giornata o versandolo sul c/c bancario N. 5000/1000/155439 intestato a: Istituto Italiano dei Castelli – sezione Umbria – IBAN: IT90G0335901600100000155439 presso la sede di Perugia della Banca Prossima, via XX Settembre con l’indicazione “elargizione liberale alla sezione Umbria dell’IIC di… con nome e cognome.


Il castello di Montecolognola è stato recentemente oggetto di un importante lavoro di restauro che ha riguardato l’antica cinta muraria realizzata tra il XIII e il XVI secolo, grazie a una collaborazione tra pubblico e privato. Nel corso degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso le mura sono diventate patrimonio pubblico comunale. In quel periodo furono anche effettuati degli interventi grazie alle risorse provenienti dalla festa paesana a cui si aggiunsero significativi finanziamenti comunali. L’attuale restauro ha visto un investimento complessivo di 130mila euro.
Per procedere con i lavori è risultato fondamentale il contributo dei privati proprietari delle mura e del sedime a margine delle stesse per una lunghezza complessiva di oltre duecento metri. Di grande importanza è anche la donazione di oltre mille metri quadrati di terreno a margine delle mura. Quest’ultima acquisizione consentirà in seguito al Comune di realizzare un percorso pedonale in terra battuta, utile sia per una passeggiata sotto gli antichi merli che per eventuali interventi futuri di pulizia e restauro della cinta.

Castello_Montecolognola

martedì 30 aprile 2019

CATALOGO MUSEO DELLA PESCA

Presentazione sabato 4 maggio nello spazio museale a San Feliciano di Magione
Pubblicato il catalogo del Museo della pesca “Gli uomini e il lago”
Nell’occasione verrà scoperta una targa a ricordo dello studioso di dialettologia magionese Giovanni Moretti

Sabato 4 maggio, ore 16.30, a San Feliciano di Magione, Museo della pesca e del Lago Trasimeno, presentazione del volume “Gli uomini e il lago”, Morlacchi editore, catalogo del nuovo allestimento del museo, ripensato nell’impostazione e negli apporti tecnici. Il volume, curato da Ermanno Gambini e voluto dall’Amministrazione comunale a compimento di un lungo percorso di ricerca che ha visto coinvolti negli anni decine di studiosi, racconta il lungo rapporto tra l’uomo e il Trasimeno.
Fondamentale il contributo offerto da tanti pescatori/cacciatori/donatori, dai ricercatori dell’Alli (Atlante linguistico dei laghi italiani) e da altri valenti specialisti. Il visitatore viene introdotto alla conoscenza del più antico lago italiano con le sue particolari caratteristiche geo-fisiche, un ambiente delicato e per certi aspetti unico.
La notevole documentazione disponibile (archeologica, normativa, archivistica, cartografica, di culturamateriale, di lingua e di tradizioni) consente una chiara e per certi aspetti originale lettura della grande tradizione dei pescatori e della complessa gestione del lago.
La pubblicazione si giova degli acquerelli di E. Pasquali, dei disegni di G. e M. Agabitini, di un ricco corredo fotografico e dell’impegno profuso da Morlacchi editore di Perugia.
Nell’occasione verrà anche scoperta una targa a ricordo dello studioso di dialettologia magionese Giovanni Moretti i cui studi hanno ispirato gli studi etno-linguistici e geo-linguistici dell’Alli nelle comunità di pescatori di gran parte delle acque interne del Paese.
Interverranno Giacomo Chiodini, sindaco del Comune di Magione; Vanni Ruggeri, presidente del Consiglio comunale di Magione con delega alla cultura; Valter Sembolini, vicedirettore del Gal Trasimeno-Orvietano; Ermanno Gambini, direttore scientifico del Museo della pesca e del Lago Trasimeno; Giorgio Bonamente Dipartimento di lettere-lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, Università degli Studi di Perugia. Coordina Gianluca Galli, Morlacchi editore.


lunedì 29 aprile 2019

C'ERA UNA VOLTA LA MERENDA



Spettacoli, giochi, laboratori, danza aerea, musica e tante deliziose merende per una giornata all’insegna del divertimento e delle buone abitudini alimentari
A Magione C’era una volta la merenda, una domenica tra divertimento e sana alimentazione
Domenica 5 maggio il centro storico si trasforma nel Paese delle Meraviglie. Una giornata ricca di divertimento, tra laboratori creativi, passeggiate e spettacoli

Spettacoli, giochi, musica e tante deliziose merende per una giornata all’insegna del divertimento e delle buone abitudini alimentari, immersi nel racconto fantastico di Lewis Carroll. Torna domenica 5 maggio, nel centro storico di Magione dalle 9 fino alle 17, “C’era una volta la merenda”, l'evento nato per sensibilizzare bambini e famiglie sul tema della corretta e sana alimentazione.
Una gustosa e vivace iniziativa che darà la possibilità a grandi e bambini di trascorrere una giornata di festa tra i personaggi di Alice nel paese delle meraviglie e la tavola del “non compleanno” con le merende preparate dalle associazioni del territorio in collaborazione con le aziende agricole partner dell’iniziativa.

 Il programma della giornata prende il via alle 9 con la passeggiata nel bosco incantato con gli alunni della scuola d’infanzia del Circolo didattico di Magione, a cura dell’associazione l’Olivo e la ginestra. Dalle 10 alle 19, con Ama l'avventura, si potranno effettuare le passeggiate sui pony dell’azienda agraria di Valvasone, insieme a Capitan Libeccio. 

La mattina prosegue con il laboratorio teatrale SiriParte, a cura di Città del Sole, e con le letture ad alta voce, a cura della Biblioteca dei ragazzi di Magione (ore 11).

L’associazione laboratorio Magione dà appuntamento a grandi e piccini alle 15 per un gustoso laboratorio di cucina e, sempre alle 15 si terrà il laboratorio ludico creativo alla scoperta delle merende salutari, a cura della scuola materna Danzetta.

A partire dalle ore 16, non mancherà lo spazio riservato alle nuove tecnologie grazie alla start-up Ideattivamente che con un creativo laboratorio di robotica – Tinkering Lab – accompagnerà i più piccoli nel fantastico mondo della scienza; con A&M Bijoux i bambini impareranno, invece, a tagliare, cucire e giocare con le proprie creazioni.

E ancora, il laboratorio artistico a cura dell’asilo nido comunale Paperino, alle 16.30; quello musicale dell’asssociazione Doremilla alle 17 e la caccia al tesoro a squadre, a cura di Città del Sole (prenotazione obbligatoria 075 5733206), che regalerà al primo classificato una prelibata cena con prodotti tipici del Trasimeno.

Evento speciale di questa edizione: Alice in Wonderland! Un “folle” gruppo di artisti animerà le viedel centro storico con danze aeree e trampolieri.  
La bella tavola del "Non compleanno" di Alice nel Paese delle meraviglie sarà a disposizione di grandi e piccini con tante le sane merende da degustare preparate con i migliori prodotti del territorio. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Magione e finanziata con la misura 16.4.2. PSR2014/2020 nell’ambito del progetto Trasimeno Sana alimentazione e Sano stile di vita.

PROGRAMMA E MERENDE
 

 

giovedì 11 aprile 2019

MERCATONE UNO

Presentata la domanda di concordato da parte della Shernon Holding che ha acquistato lo storico marchio
Mercatone Uno, in forse la riapertura. Per il sindaco di Magione: “un fulmine a ciel sereno”
“Sarò a Roma il 18 aprile per difendere questi posti di lavoro e l’idea che il punto vendita riapra come era nei programmi”

“Un fulmine a ciel sereno ma noi continueremo ad essere al fianco dei lavoratori perché il Mercatone Uno del nostro territorio possa riaprire il prima possibile”. 
Così il sindaco di Magione, Giacomo Chiodini, commenta la notizia che la Shernon Holding, società che solo 9 mesi fa ha acquisito 55 punti vendita dello storico marchio, ha deciso di presentare domanda di ammissione al concordato preventivo, procedura a cui possono aderire aziende in crisi per arrivare a un risanamento.

“Una novità veramente inaspettata – spiega il primo cittadino – visto che poco tempo fa i dipendenti riassunti avevano seguito un corso di formazione in vista della riapertura. Inoltre, visti i contatti sempre aperti da parte della società con la proprietà dello stabile e con l’amministrazione comunale, era prevista la presenza dell’amministratore delegato del gruppo, insieme ai rappresentanti delle sigle sindacali e dei lavoratori, all’inaugurazione della rotonda allo svincolo di Magione, opera che ha sicuramente garantito una migliore appetibilità della zona. C’erano quindi tutti i presupposti per confermare quanto messo nero su bianco nelle diverse comunicazioni date dalla Shernon in merito alla riapertura del punto vendita di Magione prevista tra giugno e luglio”.

“È difficile comunque in questo momento – prosegue – capire le reali condizioni del gruppo. Cioè se si tratta di un concordato preventivo in attesa di un aumento di capitale che possa garantire un migliore rilancio, oppure un concordato preventivo che è legato a una difficoltà di liquidità. La cosa certa è che sarò presente, come fatto in tutti quelli precedenti, all’incontro convocato a Roma dai sindacati per il 18 aprile al Ministero dello sviluppo economico per cercare di raccogliere personalmente informazioni non solo dai sindacati ma anche dalla proprietà. Dobbiamo difendere questi posti di lavoro e l’idea che il Mercatone Uno riapra, come era nei programmi, il prima possibile con la dotazione organica che, con grande difficoltà, in questi mesi si è riusciti a garantire grazie alla trattativa serrata che i sindacati hanno portato avanti a livello nazionale”.

mercoledì 10 aprile 2019



Si parla di invecchiamento precoce nell’ultimo appuntamento dell’iniziativa “La salute vien… parlando”
Interverranno la direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno, Simonetta Simonetti, e la geriatra Emanuela Costanzi

Venerdì 12 aprile, ore 17.30, Agello, sala Don Antonio Fedeli, per l’ultimo appuntamento dell’iniziativa “La salute vien… parlando” la direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno, Simonetta Simonetti, e la geriatra Emanuela Costanzi parleranno di invecchiamento precoce.
L’incontro fa parte del progetto nato con la volontà di aprire un confronto tra le diverse componenti della società – famiglie, giovani, donne, anziani – sul tema della salute in cui sono stati affrontati argomenti che sono sempre più di attualità: dipendenze, violenza di genere e cultura del rispetto, salute della donna, problemi alimentari, invecchiamento attivo, solo per citarne alcuni. Gli incontri si sono tenuti in diverse frazioni del comune e differenti spazi aggregativi del territorio comunale: circoli ricreativi, scuole, strutture sportive, spazi teatrali e museali coinvolgendo le associazioni per la promozione.
“Questo ciclo di incontri – è il commento di Simonetta Simonetti, direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno – è stato costruito ascoltando i bisogni di salute della comunità e seguendo le indicazioni del Piano regionale di prevenzione 2014-2018 con l’obiettivo di veicolare un concetto di salute non soltanto fisica bensì bio-psico-sociale restituendo alla persona una visione olistica del proprio benessere”.
L’iniziativa è promossa  dal Gruppo integrato di promozione della salute del Trasimeno con il patrocinio del Comune di Magione e  dell’Usl Umbria1 e la collaborazione del Cesvol.

mercoledì 27 marzo 2019

Vicolo_Magione_centro_storico
Incentivi per chi apre nel centro storico di Magione capoluogo
Previsto un contributo economico e l’esenzione dalla Tari per il triennio 2109/2021.

Pubblicato dal comune di Magione il bando per l’ erogazione di incentivi finanziari per l’insediamento di attività economiche nel centro storico di Magione capoluogo.
Gli incentivi prevedono un contributo economico e l’esenzione dalla Tari per il triennio 2109/2021. Tra i requisiti richiesti la dichiarazione di impegno a proseguire l’attività nei locali del centro storico almeno per un triennio, pena la restituzione del contributo.

Gli incentivi economici, tutti con relativa documentazione, possono essere richiesti per diverse tipologie di interventi quali: ristrutturazione, utenze, attrezzature, adeguamento degli impianti o canone di locazione fino ad un massimo di 1.500 euro.

Tra le attività non ammesse a contributo e cause di esclusione vi sono la vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo, inclusi i fuochi d’artificio; la vendita attraverso distribuzione automatica; le attività di scommesse e gioco che comprendono anche parzialmente apparecchi automatici; le attività di “compro oro” e quelle rumorose che non rientrino nella fascia dei centri storici del piano di zonizzazione acustica.
L’istruttoria delle domande, la formulazione della graduatoria sarà curata dall’area attività produttive e culturali del Comune.