giovedì 7 febbraio 2019

CASA SERENA GIARDINO DEI 5 SENSI


A Casa Serena gli anziani avranno il “Giardino dei cinque sensi”
Firmato un protocollo d’intesa tra Comune di Magione e Fondazione Zefferino Rinaldi per la realizzazione del progetto

- Un giardino in grado di stimolare i cinque sensi nelle persone anziane è il progetto che la Fondazione Casa serena Zefferino Rinaldi sta portando avanti con la collaborazione e il contributo dell’amministrazione comunale. L’impegno al riguardo ha portato alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra il sindaco Giacomo Chiodini, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Magione e Adriano Sorci, presidente della Fondazione. Presente alla firma anche l’assessore comunale alle politiche sociali, Eleonora Maghini.

Nel documento viene definita anche la possibilità, a conclusione dei lavori, dell’utilizzo occasionale della corte e relativo giardino per lo svolgimento di manifestazioni culturali e di animazione sociale organizzate dal Comune o dalla stessa Fondazione aperte al pubblico e soprattutto a beneficio della comunità locale.

Finalità della progettazione, curata dalla studio agronomico Martina Pedrazzoli, è la creazione di un luogo piacevole che può essere vissuto con tutti i cinque sensi: la vista con i colori dei fiori e i vecchi mosaici presenti sul manufatto in pietra che verranno restaurati, l’udito con lo zampillo dell’acqua della fontana e con i suoni proveniente da una voliera, il tatto tramite i diversi materiali che verranno utilizzati e le piante specifiche, il gusto con i frutti degli alberi che vi verranno piantati e l’olfatto con il profumo delle piante aromatiche. Con il bel colonnato che si rincorre lungo tutte le mura che lo circondano, il giardino di Casa Serena ha anche caratteristiche di notevole interesse architettonico che verranno valorizzate proprio con i lavori di ristrutturazione.

“Nello svolgere un’attività di accoglienza per le persone anziane – spiega il presidente Sorci – abbiamo sempre posto la massima attenzione alla salvaguardia del patrimonio, al mantenimento degli equilibri annuali di gestione garantendo contestualmente la qualità dei servizi offerti”. “In questa ottica – fa sapere – al fine di garantire il miglior servizio di benessere degli ospiti, intendiamo sistemare una zona dell’area verde di nostra proprietà per realizzare il “giardino dei cinque sensi”. Il progetto, che prevede la riqualificazione dello spazio, nasce con lo scopo di rispondere ai bisogni degli anziani che presentano difficoltà psicomotorie e perdita delle capacità percettive”.

Nella progettazione sarà data la massima attenzione alla sicurezza degli ospiti con rampe dotate di pavimentazione antiscivolo e corrimano a doppia altezza dotato di maniglie. Elemento caratterizzante sarà la presenza di spazi riservati agli orti allo scopo di rendere l’utente autonomo nella coltivazione di piccoli ortaggi e erbe aromatiche con fioriere rialzate e appositamente progettate per consentire di effettuare lavori di giardinaggio anche a persone impossibilitate alla deambulazione.

All’interno del giardino una piccola piazza sarà luogo di incontro per iniziative sia private che pubbliche.

mercoledì 6 febbraio 2019

Cioccolato e cashmere per San valentino Lovers
Sabato 9 Febbraio 2019 dalle ore 10 alle ore 19 presso il Factory Store Lamberto 

Losani.Lamberto Losani e Spagnoli Confiserie du chocolat, hanno creato per l’evento annuale uno special gift per San valentino Lovers.
“L’idea – spiegano gli organizzatori - è nata dall’incontro di due abilità che lavorano in ambiti diversi e ciò che li unisce è il gusto, la piacevolezza dei loro prodotti, chi per il palato, chi per il piacere di indossare un bel “pul Lovers”.Creatività, qualità delle materie prime e il saper fare sono gli ingredienti base e il “credo” sia di Luisa che di Lamberto e la loro iniziativa e intraprendenza li contraddistingue nel mercato italiano ed internazionale”.

Sabato sarà l’occasione per poter gustare e vedere le loro creazioni presso il Factory Store Lamberto Losani Via Frà Filippo Longo, 48, Magione.

SCOPERTO AUTORE ABBANDONO RIFIUTI

Le indagini della Polizia locale di Magione scoprono un altro responsabile di abbandono di rifiuti
Il materiale, segnalato in varie parti del territorio, era stato lasciato dal titolare di una ditta che effettua tinteggiature

 Gli agenti della polizia locale di Magione sono intervenuti nei giorni 29 e 31 settembre in località Casenuove e zona autodromo dove sono stati rinvenuti una notevole quantità di rifiuti speciali e pericolosi abbandonati. Le due discariche sono state individuate su segnalazione di un privato cittadino e di guardie ambientali. Le indagini effettuate dagli agenti sul materiale abbandonato hanno attestato che tutti i rifiuti erano riconducibili a un unico responsabile subito individuato. Si tratta di un imbianchino titolare di una ditta nella zona. Il materiale abbandonato proviene dai cantieri dove ha lavorato
. L’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica.

venerdì 1 febbraio 2019

LAVORI PONTE CAINA

Ponte torrente Caina, chiusura temporanea del traffico per i lavori di ampliamento
L’allargamento consentirà il transito in piena sicurezza dei tanti veicoli, compresi bus e mezzi agricoli

Chiusura al traffico della strada comunale Villa - torrente Caina, località Pucciarella di Magione, da lunedì 4 al 18 febbraio per il completamento dei lavori di ampliamento del ponte. La chiusura riguarda sia il traffico veicolare che quello pedonale.

I lavori, partiti lo scorso mese di ottobre, riguardano l’ampliamento della sede stradale del ponte sul Caina a Collesanto di Magione. Il “nuovo” ponte avrà due corsie di almeno 3 metri di larghezza e un passaggio pedonale laterale: elementi che garantiranno finalmente il transito in piena sicurezza dei tanti veicoli, compresi bus e mezzi agricoli, che quotidianamente lo utilizzano.

L’opera, finanziata con fondi propri e regionali, è stata interamente progettata dall’ufficio lavori pubblici del comune di Magione.

mercoledì 30 gennaio 2019

TRASIMENO MUSIC FESTIVAL 2019

Trasimeno Music Festival 2019 – Dal 29 giugno al 5 luglio 2019 si svolgerà la 15a edizione del Trasimeno Music Festival organizzato dall’omonima associazione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt.

I LUOGHI – La Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi, il Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione, la Basilica di San Pietro e la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, il Teatro Signorelli a Cortona, accoglieranno grandi interpreti della musica classica di fama internazionale e giovani musicisti di talento che nell’arco di una settimana si avvicenderanno sul palcoscenico in un’atmosfera serena, apprezzata dagli attenti spettatori provenienti da tutto il mondo.

GLI ARTISTI – Oltre Angela Hewitt, si esibiranno al TMF 2019: Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi – Matthew Halls, direttore – Anu e Piia Komsi, soprani – Anna Bonitatibus, mezzo soprano – Diego Godoy, tenore – Christian Senn, basso – Gloria Campaner, pianoforte – William Crane, harmonium – Mark Simpson, clarinetto – Rodney Prada, viola da gamba – Camerata RCO (solisti della Royal Concertgebouw Orchestra, Amsterdam) – Il Pomo d’Oro, orchestra – Emöke Baráth, soprano – Francesco Corti, clavicembalo e direttore orchestra Il Pomo d’Oro. (A tale elenco di musicisti andrà aggiunto il nome di colui che suonerà la tiorba).

IN PROGRAMMA:
Gioachino Rossini: Petite Messe Solennelle
Johann Sebastian Bach: Quattro Toccate – Do minore BWV 911 – Sol maggiore BWV 916 – Fa diesis minore BWV 910 – Mi minore BWV 914
Wolfgang Amadeus Mozart: Sonata in Do minore, K. 457 * Ludwig van Beethoven: Sonata in Do minore, Op. 111
François Couperin: Leçons de Ténèbres pour le Mercredi Saint Bohuslav Martinů: La revue de cuisine, sestetto per clarinetto, fagotto, tromba, violino, violoncello e pianoforte
Camille Saint-Saëns: Settimino per pianoforte, tromba e archi,
Op. 65
Antonín Dvořák: Quintetto per archi n. 2 in Sol maggiore, Op. 77
composizioni della cantante e compositrice veneziana Barbara Strozzi e del suo maestro Francesco Cavalli
Ludwig van Beethoven: Mit einem gemalten Band, Op. 83 n. 3 – T´intendo, sì, Op. 82 n. 2 – L´amante impaziente, Op. 82 n. 3 – Resignation – Sehnsucht – Neue Liebe, neues Leben, Op. 75 n. 2 Johannes Brahms: Sonata in Mi bemolle maggiore per clarinetto e pianoforte, Op. 120 n. 2
Fryderyk Chopin/Pauline Viardot: L´oiselet – Coquette – Berceuse – La jeune fille
Fryderyk Chopin: una selezione di pezzi per pianoforte (da definire)
Franz Schubert: Der Hirt auf dem Felsen, D. 965
Mark Simpson: Barkham Fantasy (per pianoforte)
Kaija Saariaho: From the Grammar of Dreams (per due soprani) Jovanka Trbojevic: Sky Shopping – Homage to Brahms (per soprano e violoncello)
Mark Simpson: Darkness Moves (per clarinetto eseguita dal compositore)
Matthew Whittall: brani da Leaves of Grass (Preludi per pianoforte)
Samuel Barber: Adagio mesto e Fuga dalla Sonata per pianoforte Op. 26
Johann Sebastian Bach: Tre Toccate – Re minore BWV 913 – Sol minore BWV 915 – Re maggiore BWV 912
Johann Sebastian Bach: Fantasia cromatica e fuga BWV 903
Wolfgang Amadeus Mozart: Sonata in Re maggiore, K. 576 Maurice Ravel: Le tombeau de Couperin.

Tuttto il programma è consultabile su:
https://trasimenomusicfestival.com/it/festival/programme/tmf-2019/u

Il festival, oltre agli 8 concerti in programma nei 7 giorni, propone al pubblico anche iniziative collaterali come:
l’incontro con lo scrittore inglese Ian McEwan, autore del romanzo “La ballata di Adam Henry” dal quale è stato tratto il film “The Children Act – Il verdetto” diretto da Sir Richard Eyre, con gli attori Emma Thompson e Stanley Tucci; la sceneggiatura è dello stesso McEwan. L’appuntamento è per martedì 2 Luglio 2019, ore 16 al Teatro Signorelli di Cortona: Angela Hewitt e Ian McEwan presenteranno il film che sarà proiettato in lingua inglese con i sottotitoli in italiano; 
“Anteprima Festival”, un concerto gratuito con giovani musicisti di talento che si terrà il 28 giugno prossimo alle ore 21 presso la piazza del borgo di San Savino (frazione del Comune di Magione) che si affaccia sul Lago Trasimeno; 
dibattiti pre-concerto moderati dal giornalista Eric Friesen (date e sedi saranno comunicate prossimamente). L’ingresso è gratuito per tutti i possessori del biglietto per il concerto serale.
Durante il periodo 25 giugno – 10 luglio 2019, tutti i possessori di un biglietto di qualsiasi concerto incluso nel programma del TMF, potranno visitare la Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia con la tariffa ridotta d’ingresso di 4 euro anziché 8 euro.

Il Trasimeno Music Festival è annoverato dalla stampa estera e nazionale come ”uno dei più prestigiosi festival in Europa”, “una piccola Onu della cultura”, “uno dei migliori festival musicali in Italia”.
Poiché moltissimi stranieri che frequentano il festival rimangono 9/10 giorni in Italia, la manifestazione artistica riveste anche un ruolo di primo piano per la promozione e valorizzazione delle città e dei borghi in cui si tengono i concerti, dal punto di vista culturale, turistico e sociale.
Per la sezione “INCONTRI” del festival, sono passati gli scorsi anni “ospiti speciali” che si sono distinti in vari settori professionali: scrittori pluripremiati, nell’opera dei quali la musica riveste un ruolo centrale come Ian McEwan, Vikram Seth, Julian Barnes, William Fiennes, Madeleine Thien – musicisti, musicologi, personalità del mondo musicale, discografici, giornalisti di settore come Michael Steinberg, Michael Berkeley, Sir Jeffrey Tate, Sir Roger Norrington, Marina Mahler, Simon Perry, Eric Friesen – lo storico photo editor di Life Magazine e The New York Times John G. Morris – gli attori Roger Allam e Simon Callow, il regista Sir Richard Eyre.
L’Associazione Trasimeno Music Festival, per la realizzazione dell’edizione 2019 ringrazia:
il Comune di Magione, Main Partner – i numerosi “Amici del Festival”, soci Donatori provenienti da tutto il mondo – la Regione Umbria per il contributo economico – la Galleria Nazionale dell’Umbria, Partner della manifestazione – il Sovrano Militare Ordine di Malta per la disponibilità ad ospitare i concerti al Castello di Magione – la Fondazione per l’Istruzione Agraria per la concessione dell’Abbazia e la Basilica di San Pietro di Perugia – l’Associazione Culturale Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco Assisi per il concerto del 29 giugno – il Comune di Cortona per le iniziative del 2 luglio – l’Associazione Turistica Pro Magione – la Pro Loco San Savino – Fazioli Pianoforti e Umbra Label per la sponsorizzazione del festival.
La manifestazione si avvale del patrocinio dei Comuni di Assisi, Perugia, Magione e Cortona.

INFORMAZIONI – BIGLIETTERIA – PREVENDITA – PRENOTAZIONI ALBERGHIERE:
Associazione Trasimeno Music Festival
Tel. e Fax +39 075 5153024 * Mob. +39 393 9458554
info@trasimenomusicfestival.com -maria@trasimenomusicfestival.com

lunedì 28 gennaio 2019

GEO&GEO AL TRASIMENO

Il Trasimeno protagonista nella trasmissione Geo&Geo in onda giovedì 31 gennaio

 Il Trasimeno protagonista della trasmissione televisiva Geo&Geo su RaiTre condotta da Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi. Il primo dei due servizi realizzati a seguito delle riprese effettuate in più sessioni tra la primavera e l’autunno dello scorso anno andrà in onda giovedì 31 gennaio, ore 18.10.

Nelle due puntate previste dal programma saranno protagonisti i paesi lacustri con le loro specificità ambientali, storiche e culinarie.

Tra le riprese fatte nel comune di Magione anche l'attività svolta dalla Cooperativa pescatori di San Feliciano e l'Oasi naturalistica La Valle di San Savino

martedì 22 gennaio 2019

GIORNATA DELLA MEMORIA - TEATRO MENGONI

Vittoria_Corallo
Re-cordis esperimenti per riportare al cuore ciò che non ha conosciuto
Al teatro Mengoni un incontro guidato da Vittoria Corallo in occasione della Giornata della Memoria. Ingresso libero

In occasione della Giornata della Memoria 2019, venerdì 25 gennaio, alle 11 e alle ore 21, al Teatro Mengoni di Magione il Comune di Magione e il Teatro Stabile dell’Umbria presentano Re-cordis esperimenti per riportare al cuore ciò che non ha conosciuto, un incontro guidato da Vittoria Corallo.

Come possiamo avere memoria di quello che non abbiamo vissuto? 
Se la “memoria” è quell’attività cerebrale che, attraverso l’immaginazione, ci permette di ripercorrere e rievocare esperienze del passato, quali tracce seguiamo nella Giornata della memoria, se nessuno di noi è stato presente durante i fatti che vogliamo ricordare?

Ci viene incontro l’etimologia del verbo “ricordare” recordari, che contiene la parola “cor” che significa cuore, e il prefisso “re” che indica qualcosa che si fa di nuovo, “ri-cuore” (?), di nuovo cuore, di nuovo al cuore, o come articolò Eduardo Galeano “Ripassare dalle parti del cuore”.

Il teatro è un’attività molto simile a quella della memoria, si innesca attraverso la metafora, la traduzione metaforica di sentimenti, storie, personaggi, e si ricrea, ed evoca in chi partecipa, sia negli attori che negli spettatori, un’esperienza, immaginata, ma che lascia tracce dentro di noi come se fosse accaduta davvero. 

vorrei proporre un percorso da fare insieme a chi sarà presente in platea,
“Per questa Giornata della memoria – dice Vittoria Corallo - vorrei proporre un percorso da fare insieme a chi sarà presente in platea, un esperimento a cui partecipare in tanti attivamente, per avvicinarci a una storia orribile dell’umanità, lontana da noi nel tempo, ma che possiamo intravedere anche nel nostro presente. Utilizzerò diversi strumenti teatrali, letture interpretazioni esercizi o percorsi creativi per attivare l'empatia nei confronti di una storia, in questo caso per avvicinarci all'Olocausto. I testi che verranno presentati, o su cui svilupperò la mia esplorazione, hanno come fulcro la comunicazione che veniva fatta, o che non veniva fatta, in Germania e in Italia, sui Lager. E allo stesso tempo su testimonianze che non si allineavano a quella comunicazione". 
Io mi chiedo se la nostra indifferenza o la nostra partecipazione può far pendere la storia da una parte o dall' altra, e vorrei che questa domanda con fosse consegnata a chi ci sarà. 
"Vorrei indagare  prosegue  sulla consapevolezza delle persone per cui quella storia era presente; come veniva adulata o fortemente manovrata dalla stampa e dalla propaganda, e domandarci se anche oggi questo possa essere rilevante. Cercherò di affacciarmi a storie parallele, che esistono in altre circostanze storiche, di simili crimini contro l'umanità, anche più recenti, anche odierne, che sono passate in sordina o sono state comunicate nel loro presente in modo inadeguato. Per cercare di capire se oggi possiamo guardare con orrore al nazismo, e coltivare lo stesso orrore per quel seme di violenza e atrocità che forse si cela da qualche parte anche nel nostro presente. Io mi chiedo se la nostra indifferenza o la nostra partecipazione può far pendere la storia da una parte o dall' altra, e vorrei che questa domanda con fosse consegnata a chi ci sarà. 

La questione dell’umanità: quando lottiamo per qualcosa che va oltre il nostro proprio bene; e quando invece ci fermiamo, forse, di fronte alle storie che sono oltre i nostri confini, oltre le nostre case.”

Ingresso libero.

lunedì 21 gennaio 2019

GARE AUTODROMO DELL'UMBRIA

DA MARZO A NOVEMBRE, ECCO LE GARE AUTO 2019 DEL BORZACCHINI DI MAGIONE
BMW 318 Racing Series, Trofeo Italia Storico,Campionato Italiano Autostoriche, Individual Races Attack e tante altre categorie scandiranno il 2019 a quattro ruote all’Autodromo dell’Umbria.

Sarà un altro grande anno di competizioni all’Autodromo dell’Umbria “Mario Umberto Borzacchini”. Quella che si delinea, infatti, è una stagione motoristica come sempre variegata, con tipologie di gare in grado di soddisfare i gusti di tutti i tipi di appassionati e praticanti del motorsport.

Per la terza stagione sarà ai nastri di partenza la BMW 318 Racing Series, categoria monomarca che si corre con le performanti berline tedesche in versione “trofeo”, che ha raccolto il consenso di molti piloti e team grazie anche alla sua formula di gara (suddivisione dei piloti in due categoria in base al curriculum agonistico, quattro corse in una domenica, più turno di qualifiche).

Anche il Trofeo Italia Storico si confermerà tra le presenze nel calendario di Magione; una serie che ha dato modo ai possessori delle auto storiche più diffuse di cimentarsi in un campionato loro riservato, a costi accessibili.
Non mancherà a Magione l’ormai consueto appuntamento doppio (marzo e novembre) con l’Individual Races Attack, un tipo di competizione sul modello regolamentare delle cronoscalata, dove il pilota lotta contro il cronometro per risalire la classifica generale.

Una nuova scommessa della direzione dell’Autodromo umbro è poi quella della Formula Libera, categoria pensata per le monoposto di ogni tipologia e cilindrata, anch’esse destinatarie di un campionato dedicato.

La stagione 2019 si concluderà con gli appuntamenti endurance divenuti ormai un “must”, ovvero la 100 Miglia di Magione (per auto turismo moderne) e la Due Ore di Magione-Trofeo Anchise Bartoli, competizione di durata riservata ai concorrenti del Campionato Italiano Autostoriche.


Non mancheranno all’Autodromo dell’Umbria nel corso della stagione altri graditi ospiti, come il Trofeo Super Cup, il nuovo Trofeo Plus che si corre con le Ford Ka, così come la Entry Cup by Peroni e il Trofeo con le Smart elettriche.
Altra prestigiosa presenza sarà data dalle corse motociclistiche, il cui calendario verrà annunciato a giorni.
Oltre agli appuntamenti competitivi, come sempre l’Autodromo di Magione sarà teatro di tanti altri eventi. Di particolare rilievo quelli di solidarietà, come la giornata Sport Therapy Day, organizzata dai reparti di oncologia degli ospedali di Perugia e Teramo, che si svolgerà domenica 10 Marzo.
Inoltre, proseguono ora le giornate di prove libere riservate ad auto, moto ed auto stradali, nonché i corsi di guida sicura del C.N.E.S.S. (Centro Nazionale di Educazione alla Sicurezza Stradale) e i vari corsi di pilotaggio per auto e moto da corsa che si svolgono con frequenza presso la struttura di Magione. Prenotare e acquistare i turni di prove libere non è mai stato così facile, grazie al sistema di prenotazioni on line: www.autodromomagione.com/shop/
Le competizioni inizieranno il 24 Marzo: per visionare il calendario auto completo, basta consultare il link www.autodromomagione.com/calendario/

Roberto Papini, AD Amub Magione, dichiara: “Sarà un 2019 ricco di sorprese, perché non solo si continua la BMW 318 Racing Series, ma si migliora: infatti da quest’anno ci sarà in palio anche un Super Trofeo BMW per la vettura che avrà accumulato più punti. Oltre alla BMW, le altre categorie arricchiranno il nostro calendario, grazie anche all’apporto di altri organizzatori. Per allargare l’offerta, avremo in pista anche il Trofeo Macota. Inoltre, da quest’anno anche l’Individual Race Attack farà parte del campionato regionale umbro, settore cronoscalate”.

News e aggiornamenti sono forniti costantemente sul sito www.autodromomagione.com e sulla pagina Facebook Magione-Autodromo dell’Umbria

GIORNO DELLA MEMORIA MAGIONE



27 gennaio Giorno della memoria. A Magione una settimana di eventi per non dimenticare 
Anche il fumetto per raccontare 

gli orrori della Shoah

In programma conferenze, spettacoli teatrali, incontri nelle scuole, letture, laboratori di storia e presentazione di libri.

Si apre martedì 22 gennaio con la conferenza Di pura razza ariana. L’Italia di fronte alle leggi razziali tenuta dallo storico Sandro Tiberini, la settimana di eventi organizzata dal Comune di Magione in occasione del Giorno della memoria. Il primo appuntamento, nell’ambito delle conferenze dell’Università della terza età, si terrà alla biblioteca comunale Vittoria Aganoor alle ore 15.30. 

In programma conferenze, spettacoli teatrali, incontri nelle scuole, letture, laboratori di storia e presentazione di libri. 


Vanni_Ruggeri

“Un itinerario di memoria – spiega Vanni Ruggeri, presidente del consiglio comunale con delega alla cultura - che si muove tra letteratura e teatro, fumetto e cinema, approfondimento storico e riflessione sul presente, impegno di ricerca e partecipe divulgazione per non dimenticare”.





Il programma prosegue mercoledì 23, scuola primaria Lombardo Radice, ore 10, "La scuola di Andra e Tati. Raccontare Auschwitz attraverso un cartoon". A cura progetto lettura del Circolo didattico di Magione

Letture ad alta voce e 
il Diario di Anna Franck
Giovedì 24 alla scuola primaria di San Feliciano con Ogni bambino aveva un nome. Letture ad alta voce per conservare la memoria e alla biblioteca comunale di Magione, ore 17, con Cara Kitty. Il diario di Anna Franck nella cultura contemporanea in collaborazione con il Festival delle corrispondenze. 






Venerdì 25, teatro Mengoni ore 21, “Re-cordis. Esperimenti per riportare al cuore ciò che non ha conosciuto” incontro guidato da Vittoria Corallo a cura del Teatro stabile dell’Umbria.

Sabato 26, ore 10 “Il filo spinato della memoria” con Andreina Panico, biblioteca comunale Vittoria Aganoor. ore 17, sala consiliare del palazzo comunale, “Voci dal lager. Diari e lettere dei deportati italiani dai campi di concentramento” a cura del dirigente scolastico Daniele Gambacorta, letture di Stefania Quaglia. 




Domenica 27, Giorno della memoria, doppio appuntamento all’Officina teatrale La Piazzetta. 
Alle 17 la Biblioteca delle nuvole presenta Le strisce dei Lager. Il fumetto e la Shoah da art Spiegelman agli X-Men con Claudio Ferracci. 
Alle 21 la Compagnia teatrale magionese porta in scena lo spettacolo Il bambino con il pigiama a righe con la regia di Enrico De Meo in replica lunedì 28 alle ore 11. 




Due appuntamenti anche all’istituto omnicomprensivo Giuseppe Mazzini. Lunedì 28, ore 11, presentazione del libro “Il volo del canarino. Narrare l’indicibile: letteratura e memoria della Shoah” di Franco Casadidio. Interverrà l’autore. Giovedì 31, ore 11, laboratorio di didattica della storia su “L’adolescenza rubata. Ragazzi d’Europa durante il secondo conflitto mondiale” a cura di Dino Renato Nardelli, Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea (Isuc).

“Tanti eventi diversi – commenta Ruggeri –, con un’attenzione specifica al mondo della scuola, perché il Giorno della Memoria non sia un semplice appuntamento istituzionale, ma diventi autentica pietra d’inciampo della coscienza civile e democratica nel suo quotidiano costruirsi e trasmettersi alle generazioni più giovani”.

Con il Comune di Magione hanno collaborato: l’Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea (Isuc), Teatro Stabile dell'Umbria (Tsu), Istituto omnicomprensivo Mazzini, Biblioteca comunale "Vittoria Aganoor Pompilj", Teatro Mengoni, Biblioteca delle Nuvole, Compagnia teatrale magionese, Festival delle corrispondenze, Centro iniziativa sociale anziani "A.Bastreghi", Circolo Didattico Magione

PROGRAMMA

venerdì 18 gennaio 2019

LA SALUTE VIEN... PARLANDO

 Sei incontri con esperti a cura del Gruppo integrato di promozione della salute del Trasimeno
“La salute vien… parlando” sei incontri per imparare a vivere meglio
L’iniziativa coinvolge varie associazioni e frazioni del territorio comunale: circoli ricreativi, scuole, strutture sportive, spazi teatrali e museali.

 Promossa a Magione dal Gruppo integrato di promozione della salute del Trasimeno l’iniziativa “La salute vien… parlando” che prevede sei incontri con esperti su alcuni dei temi più di attualità in fatto di salute. 
Le iniziative itineranti si svolgeranno da gennaio a aprile a Soccorso, Magione, Sant’Arcangelo, San Feliciano e Agello. Tutti gli incontri sono gratuiti con inizio alle 17.30.

Primo appuntamento giovedì 24 gennaio al circolo ricreativo Arci di Soccorso, su “Prevenire e capire i comportamenti legati all’uso di sostanze stupefacenti e comportamenti a rischio”. Ne parleranno Cinzia Borgonovo, psicologa e psicoterapeuta, e Amilcare Biancarelli, educatore professionale.


Soccorso_Magione

Il secondo incontro in programma, che si terrà giovedì 21 febbraio nell’aula verde Circolo didattico di Magione, vede coinvolto il mondo della scuola in una riflessione su “L’importanza di una corretta alimentazione e del movimento per i bambini”. A parlarne Giorgio Fuso, responsabile del Centro di salute nord che da anni porta avanti un progetto di controllo sull’obesità infantile con le scuole del territorio di Magione; e il pediatra Michele Mencacci.

Sabato 23 febbraio, sala polivalente struttura sportiva di Sant’Arcangelo incontro con la ginecologa Marina Toschi su “La salute della donna come promuoverla e prendersene cura”. 

Lo psichiatra Gianfranco Salierno e Paola Bianchini, psicologia clinica, affronteranno il tema della “Violenza di genere, consapevolezza e cultura del rispetto” che si terrà venerdì 8 marzo, all’Officina teatrale la Piazzetta. 

La gestione dello stress sarà invece l’argomento dell’appuntamento in calendario il 21 marzo al Museo della pesca di San Feliciano con la psicologa e la psicoterapeuta Pamela Rapa.
Chiuderà l’iniziativa ad Agello, sala don Antonio Fedeli, il 12 aprile, la direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno, Simonetta Simonetti che con la geriatra Emanuela Costanzi parlerà sull’invecchiamento attivo.

Eleonora Maghini, assessore alle politiche sociali del Comune di Magione
“Il progetto - commenta Eleonora Maghini, assessore alle politiche sociali del Comune di Magione, – nasce con la volontà di aprire un confronto tra le diverse componenti della società – famiglie, giovani, donne, anziani – sul tema della salute affrontando argomenti che sono sempre più di attualità: dipendenze, violenza di genere e cultura del rispetto, salute della donna, problemi alimentari, invecchiamento attivo, solo per citarne alcuni. Per rafforzare il concetto che queste tematiche debbano riguardare tutti abbiamo voluto promuove gli incontri in diverse frazioni del comune coinvolgendo le associazioni per la promozione e situandoli in differenti spazi aggregativi del territorio comunale: circoli ricreativi, scuole, strutture sportive, spazi teatrali e museali”. 
Simonetta Simonetti, direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno
“Questo ciclo di incontri – aggiunge Simonetta Simonetti, direttrice del Distretto sanitario del Trasimeno - è stato costruito ascoltando i bisogni di salute della comunità e seguendo le indicazioni del Piano regionale di prevenzione 2014-2018. In questi incontri cercheremo di veicolare un concetto di salute non soltanto fisica bensì bio-psico-sociale restituendo alla persona una visione olistica del proprio benessere”.
L'iniziativa è promossa dal Gruppo integrato di promozione della salute del Trasimeno l’iniziativa “La salute vien… parlando” con il patrocinio del Comune di Magione e dell'Usl Umbria 1 e con la collaborazione del Cesvol.

giovedì 17 gennaio 2019

DISSUASORI IN PIAZZA CARPINE

Collocati i dissuasori all’ingresso di piazza Carpine
Scelta inevitabile per restituire questo spazio ai cittadini e non al parcheggio di auto. Le sirene dei mezzi di soccorso fanno abbassare i piloni 

Collocati dall’amministrazione comunale di Magione dei dissuasori all’ingresso di piazza Carpine.
“La scelta di limitare la piazza al transito – spiega l’assessore Cristina Tufo, assessore con delega al centro storico – è motivata dalla volontà di restituire questo spazio ai cittadini e non al parcheggio di auto situazione che, purtroppo, si stava sempre più frequentemente verificando. A questo c’è da aggiungere che si tratta della piazza principale del paese su cui si affaccia il palazzo comunale. Si tratta di un monumento storico e vederlo da una piazza trasformata in un parcheggio non è certo qualificante per tutto il paese”.
“Da sottolineare inoltre – prosegue – che oltre ad essere un’infrazione, su tutta l’area è vietata la sosta, il continuo passaggio di mezzi ha provocato nel tempo danni anche alla pavimentazione con relativi costi per la sua manutenzione. Aver eliminato le macchine consentirà anche ai bambini che nelle belle giornate vi giocano di poterlo fare in tutta sicurezza”.

L’accesso è consentito ai residenti della piazza e a coloro che vi posseggono un’attività commerciale per scarico e carico merci o per urgenze, e ai possessori un garage. 
Per quello che riguarda i mezzi di soccorso o di polizia le sirene mettono subito in funzione il sistema di abbassamento dei dissuasori.

martedì 8 gennaio 2019

MAGIONE NATALE DI SOLIDARIETA

Tante le iniziative a scopo benefico organizzate dalle associazioni nel periodo delle festività natalizie
A Magione prosegue il percorso degli eventi per solidarietà
Prossimo appuntamento con il Laboratorio teatrale del martedì a favore dell'Associazione AltrEmenti insieme per l'Asperger

Si chiudono con lo spettacolo “La cena dei cretini” portato in scena al teatro Mengoni dal Laboratorio teatrale del martedì, in programma il 12, ore 21, e il 13 gennaio, ore 17, le iniziative delle festività natalizie del comune di Magione molte delle quali hanno avuto come finalità scopi sociali e di beneficenza.

Una vera gara di solidarietà quella che ha visto coinvolte scuole, associazioni e proloco organizzare eventi in cui il Natale potesse assumere davvero l’idea di dono per gli altri.

Gli ospiti della struttura di accoglienza per anziani “Casa serena” hanno potuto godere di tanti momenti di festa con le iniziative della scuola per l’infanzia Giuseppe Danzetta, del Centro sociale anziani, della Filarmonica Giuseppe Biancalana e dell’associazione culturale Laboratorio Magione, fino alla giornata di auguri del 16 dicembre a cui hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni del territorio. Destinato all’0acquisto di un defibrillatore il ricavato della divertente tombola in dialetto organizzata dal Circolo Arci e dalla Società operaria di mutuo soccorso di Magione in collaborazione con il comitato soci Coop di Magione/Passignano. 

Serata musicale di beneficenza con dibattito sull’importanza della donazione di sangue quella organizzata dalle sezioni Avis di Magione e San Feliciano con la jazz band “I soliti ignoti”. Spettacolare il Motobefana che ha fatto tappa a Magione per donare un computer agli ospiti della comunità alloggio per il “Dopo di Noi” a cui è stato donato un computer per attività didattiche. L’iniziativa è stata promossa dal gruppo di protezione civile Moto S.o.s insieme al comitato territoriale Unione italiana sport per tutti (Uisp) Perugia-Trasimeno, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Magione e la Usl Umbria 1.Concerto di beneficenza della Fifth Tower big band a San Savino il cui ricavato è stato interamente devoluto ad Emergency per sostenere il progetto Sisma.
Tra le altre iniziative a scopo sociale il Mercatino di solidarietà allestito dal Circolo ricreativo di Soccorso e la cena sociale della proloco di San Feliciano.
Il programma natalizio di Magione è organizzato dall’amministrazione comunale di Magione in collaborazione con le proloco e le associazioni di tutto il territorio comunale.

mercoledì 2 gennaio 2019

MOTOBEFANA 2019

La Motobefana 2019 porta auguri e un computer agli ospiti della comunità “Dopo di noi”
L’iniziativa è organizzata gruppo di protezione civile Moto S.o.s e Uisp Perugia-Trasimeno in collaborazione con il comune di Magione l’Usl Umbria 1

Il prossimo 6 gennaio la rumorosa e festante carovana di moto che partecipano all’edizione 2019 della Motobefana raggiungerà la struttura residenziale “Ex- ospedaletto” di Magione per incontrare gli ospiti della comunità alloggio per il “Dopo di Noi” a cui sarà donato un computer per attività didattiche. L’iniziativa è promossa dal gruppo di protezione civile Moto S.o.s insieme al comitato territoriale Unione italiana sport per tutti (Uisp) Perugia-Trasimeno, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Magione e la Usl Umbria 1.

Numerosi sono i soggetti coinvolti a vario titolo nella manifestazione: il comune di Perugia che ospita la partenza da piazza IV Novembre, il comune di Corciano e il parco commerciale Quasar dove verrà fatta la prima sosta; il comune di Magione dove alla darsena di Torricella, gestita da Trasimeno a vela, si effettuerà la seconda sosta, e l'accoglienza all'arrivo in Piazza Matteotti con il ristoro organizzato dal Moto club team professional.

«Siamo arrivati alla 22° edizione e la vecchietta in moto è sempre pronta a consegnare i suoi doni – commentano gli organizzatori – e, in questa occasione, un'iniziativa come la Motobefana trova il suo riconoscimento naturale come espressione di solidarietà verso le diverse abilità e come occasione di crescita e coesione sociale».

Il Gruppo di protezione Civile moto s.o.s. si è costituito 25 anni fa e ha operato con moto fuoristrada durante la prima emergenza nelle zone dell'Appennino umbro-marchigiano colpite dal terremoto del 1997 e del 2016 consegnando generi di conforto e prima necessità alle popolazioni delle piccole frazioni isolate. Dal 1998, anno in cui è stata organizzata la prima Motobefana per i bambini dei campi terremotati, sono state interessate numerose comunità del territorio in un percorso di solidarietà condiviso dai tanti motociclisti.